mercoledì, novembre 01, 2017

comunisti che fingono di essere cristiani

Trilaterale: Putin, Rohani e Aliyev ( comunisti che fingono di essere cristiani) Trilaterale: Merkel Mogherini e Boldrini ( Bilderberg che hanno usato la Galassiah jihdista per invadere la Siria) Trinità Satanica: Morgan, Rothschild Rochefeller (saanisti che fingono di essere cristiani)... ecc... nessuno si è accorto che la Ummah shariah ha dichiarato guerra al mondo! Perché allora Kim Jong-un dovrebbe smettere di fare il genocidio comunista dei cristiani?
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 34 minuti fa
Alessandro Zonetti · University of Rome Tor Vergata i musulmani vanno controllati bene fanno gli eritrei, noi europei dobbiamo fare altrettanto . Mario Milani · Università degli Studi di Padova O si usano certe misure o si finisce come il Libano ... Da questo punto di vista gli eritrei stanno applicando il "protocollo Myanmar". - ADDIS ABEBA, 1 NOV - Almeno 28 morti e oltre cento feriti nella repressione di rare proteste segnalate ad Asmara, la capitale dell'Eritrea. A sostenerlo è il maggiore gruppo di opposizione del paese, la Red Sea Afar Democratic Organization. La sua portavoce, Nasredin Ali, ha precisato all'Associated Press che le proteste erano cominciate lunedì e sono aumentate ieri in reazione alla richiesta del governo di controllare la scuola di una comunità musulmana ad Asmara. Il rifiuto della comunità ha portato a 40 arresti e, per reazione, "alle massicce proteste", ha detto la portavoce. Ali ha segnalato che la situazione nella capitale eritrea è tesa a causa di un funerale e che l'esercito sta facendo affluire forze da fuori Asmara. Il gruppo è basato nella confinante Etiopia. L'Eritrea, ex colonia italiana, è uno dei Paesi più chiusi al mondo.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 37 minuti fa
Un impressionante numero di bambini - alcuni anche di appena 12 mesi - hanno vissuto esperienze di violenza, spesso causate da chi dovrebbe prendersene cura. Lo denuncia è contenuta in un nuovo rapporto dell'Unicef che usa gli ultimi dati per rivelare le violenze che i bambini subiscono in ogni momento della loro infanzia e in tutti i contesti. In base ai dati raccolti a livello globale, ogni 7 minuti un adolescente viene ucciso a causa di un atto di violenza. Secondo il rapporto tre quarti dei bambini tra i 2 e i 4 anni - circa 300 milioni - subiscono a casa aggressioni psicologiche e/o fisiche. Inoltre circa 6 bambini su 10 di un anno di età, in 30 Paesi in cui sono disponibili dati, sono regolarmente vittime di un'educazione violenta. Unicef denuncia poi che circa un quarto dei bimbi di un anno viene strattonato per punizione e circa 1 su 10 viene schiaffeggiato o colpito al viso. Nel mondo, infine circa 15 milioni di ragazze adolescenti tra i 15 e i 19 anni sono state costrette a rapporti sessuali.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 55 minuti fa
Kris Kristian /by/kriskristian/ TO lorenzoJHWH 7 hours ago can you please explain what you are referring to? Are you suggesting that Talmud is racist and violent? We are unable to post your comment because you have been banned by World Israel NWO SpA JaBullOn nazi Bilderberg https://unitedwithisrael.org/boycott-activists-call-on-nick-cave-to-cancel-israel-concert/#comment-3594726893
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 1 ora fa
We are unable to post your comment because you have been banned by United with Israel 666 SATANA lorenzoJHWH Leslie • 15 hours ago all traitors who do not abjure shariah must be expelled: as immediate expulsion must be done, for London Labor mayor Sadiq Khan, targeted by President Donald Trump on previous terrorist attacks against the British capital. "London - writes Khan - is tonight at the side of the great New York City, in pain and solidarity." tutti i traditori che non abiurano la shariah, devono essere espulsi: come Immediata espulsione deve essere fatta anche, per il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, preso di mira dal presidente Donald Trump in occasione di precedenti attacchi terroristici contro la capitale britannica. "Londra - scrive Khan - e' stanotte al fianco della grande citta' di New York, nel dolore e nella solidarieta'". =============== I am a Observatory on the Martyrdom of Christians, for 30 years, my data is officially shared by several independent international organizations, every 8 minutes a Christian is killed in the world because of his faith, where is the disdain indignation of all this? Under Ataturk there were 300,000 Christians frightened and hidden in Turkey, and today German retired tourists die and the Bishops(for official diplomatic commission) are also slashed, their throats cut, as he is showing dimoplomatica because Erdogan has too sick shariah mental as he and as alpcns Nazism did not demand a divine mandate to seize into genocide; Ummah shariah law, all slaves dhimmis e murtids peoples in the world, but sharia? it pretends so il nazismo non pretendeva un mandato divino per sgozzare tutti i popoli del mondo, ma, la sharia? lo pretende io sono Osservatorio sul Martirio dei Cristiani, da 30 anni, i miei dati sono ufficialmente condivisi da diversi organismi internazionali indipendenti, ogni 8 minuti un cristiano viene ucciso nel mondo a causa della sua fede, dove è lo sdegno er tutto questo? Sotto Ataturck esistevano 300000 cristiani spaventati e nascosti in Turchia, ed oggi muoiono i turisti pensionati tedeschi e vengono sgozzati anche i Vescovi che invia come rappresentana diplomatica perché Erdogan ha troppo malati mentali shariah come lui e come alpcns ===== Ray lorenzoJHWH • 7 hours ago London Labour mayor Sadiq Khan - I do not trust him at all .. Join the discussion… × We are unable to post your comment because you have been banned by United with Israel. Find out more. Avatar alpcns . Ray • 7 hours ago Oh he can be trusted. He's a "progressive" and a Muslim, the perfect combination for total disaster. Hence, he can always be trusted to make the consistently wrong choices and reach ludicrous - if not mindblowing - conclusions. He reminds me of the Light Worker, the leftist Messiah, (ex-)"president" Zero - a smooth talking backstabber: his ignorance is only surpassed by his stupidity, breathtaking delusions and fanatic ideology. https://unitedwithisrael.org/boycott-activists-call-on-nick-cave-to-cancel-israel-concert/#comment-3594726893
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 15 ore fa
BUENOS AIRES, 1 NOV - Tra le vittime dell'attentato a New York ci sono cittadini argentini: lo rende noto il ministero degli esteri a Buenos Aires. "Il nostro consolato a New York e' impegnato insieme alle autorita' locali nell'identificazione delle vittime", ha precisato il ministero, ricordando che "il governo e' profondamente scosso" per la notizia.     I am OBSERVATORY on the Martyrdom of Christians: For 30 YEARS, if there was no sharia genocide of Christians in ARABA LEGA? then there would be no terrorism in Israel too ... and all this can see, Islamic people create problems all over the world, as in Israel! If the DEMO PLUTO GIUDAIC MASSONE SpA FED IMF ECB had not sworn eternal hatred against Jesus of Nazareth and his followers forever? then, there would be no problems to accomplish in M.O. a homeland for the Jews all ..But, the Pharisees are weary and satanic and do not want to have a homeland and this condemn to death all Israelis!all traitors who do not abjure shariah must be expelled: as immediate expulsion must be done, for London Labor mayor Sadiq Khan, targeted by President Donald Trump on previous terrorist attacks against the British capital. "London - writes Khan - is tonight at the side of the great New York City, in pain and solidarity." tutti i traditori che non abiurano la shariah, devono essere espulsi: come Immediata espulsione deve essere fatta anche, per il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, preso di mira dal presidente Donald Trump in occasione di precedenti attacchi terroristici contro la capitale britannica. "Londra - scrive Khan - e' stanotte al fianco della grande citta' di New York, nel dolore e nella solidarieta'".ROMA "Vicinanza ai nostri amici #USA per efferato atto terroristico a #Manhattan e solidarietà alle famiglie delle vittime". Lo ha twittato il ministro degli esteri Angelino Alfano.Io SONO OSSERVATORIO sul MARTIRIO DEI CRISTIANI: da 30 ANNI, se non esisteva un genocidio sharia dei cristiani nella LEGA ARABA? poi, anche il Israele non ci sarebbe stato nessun terrorismo.. e questo tutti lo possono vedere, islamici creano problemi in tutto il mondo, come in Israele!Se i DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE, non avessero giurato odio eterno contro Gesù di Nazareth e contro i suoi seguaci in eterno? poi, non ci sarebbe stato nessun probleme per realizzare in M.O. una Patria per gli ebrei tutti..ma, Farisei sono usurai e satanisti e non vogliono avere una Patria e questo condanna a morte shoah tutti gli israeliani! Nick Cave sta pensando di tornare per un'altra performance in Terra Santa, ma gli odianti di Israele lo chiedono di annullare il concerto. Gli attivisti che propagano boicottaggio contro Israele hanno pubblicato una lettera aperta al famoso rocker e cantautore Nick Cave per annullare i suoi prossimi concerti in Israele questo novembre."Per favore non partecipare all'apartheid, boicottare Israele!" Inizia la lettera.In una lunga lettera accusando Israele dell'apartheid e un lungo elenco di presunti reati, gli attivisti anti-israeliani chiedono a Cave di "prendere la via della giustizia". Dite qualcosa esplicito contro il razzismo, l'occupazione e l'apartheid, e vieni contro di essa. Annullare il tuo concerto in Apartheid Israel! "Oltre a questa lettera, gli Artisti per Palestina UK, un gruppo con Roger Waters e Ken Loach, due noti attivisti anti-israeliani, hanno pubblicato un'altra lettera che chiede all'artista australiano di annullare il suo concerto in Israele, dicendo che l'esecuzione in Israele dà "l'approvazione pubblica per lo status quo "in Israele.Boycott Activists Call on Nick Cave to Cancel Israel ConcertGli attivisti del boicottaggio invitano Nick Cave ad annullare il concerto di Israele
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 15 ore fa
all traitors who do not abjure shariah must be expelled: as immediate expulsion must be done, for London Labor mayor Sadiq Khan, targeted by President Donald Trump on previous terrorist attacks against the British capital. "London - writes Khan - is tonight at the side of the great New York City, in pain and solidarity." tutti i traditori che non abiurano la shariah, devono essere espulsi: come Immediata espulsione deve essere fatta anche, per il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, preso di mira dal presidente Donald Trump in occasione di precedenti attacchi terroristici contro la capitale britannica. "Londra - scrive Khan - e' stanotte al fianco della grande citta' di New York, nel dolore e nella solidarieta'".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 15 ore fa
ROMA "Vicinanza ai nostri amici #USA per efferato atto terroristico a #Manhattan e solidarietà alle famiglie delle vittime". Lo ha twittato il ministro degli esteri Angelino Alfano.Io SONO OSSERVATORIO sul MARTIRIO DEI CRISTIANI: da 30 ANNI, se non esisteva un genocidio sharia dei cristiani nella LEGA ARABA? poi, anche il Israele non ci sarebbe stato nessun terrorismo.. e questo tutti lo possono vedere, islamici creano problemi in tutto il mondo, come in Israele!Se i DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE, non avessero giurato odio eterno contro Gesù di Nazareth e contro i suoi seguaci in eterno? poi, non ci sarebbe stato nessun probleme per realizzare in M.O. una Patria per gli ebrei tutti..ma, Farisei sono usurai e satanisti e non vogliono avere una Patria e questo condanna a morte shoah tutti gli israeliani!
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 16 ore fa
I AM OBSERVATORY on the Martyrdom of Christians: For 30 YEARS, if there was no sharia genocide of Christians in ARABA LEGA? then there would be no terrorism in Israel too ... and all this can see, Islamic people create problems all over the world, as in Israel! If the DEMO PLUTO GIUDAIC MASSONE had not sworn eternal hatred against Jesus of Nazareth and his followers forever? then, there would be no problems to accomplish in M.O. a homeland for the Jews all .. But, the Pharisees are weary and satanic and do not want to have a homeland and this condemn to death all Israelis! Io SONO OSSERVATORIO sul MARTIRIO DEI CRISTIANI: da 30 ANNI, se non esisteva un genocidio sharia dei cristiani nella LEGA ARABA? poi, anche il Israele non ci sarebbe stato nessun terrorismo.. e questo tutti lo possono vedere, islamici creano problemi in tutto il mondo, come in Israele! Se i DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE, non avessero giurato odio eterno contro Gesù di Nazareth e contro i suoi seguaci in eterno? poi, non ci sarebbe stato nessun probleme per realizzare in M.O. una Patria per gli ebrei tutti.. ma, Farisei sono usurai e satanisti  e non vogliono avere una Patria e questo condanna a morte shoah tutti gli israeliani!  Nick Cave sta pensando di tornare per un'altra performance in Terra Santa, ma gli odianti di Israele lo chiedono di annullare il concerto. Gli attivisti che propagano boicottaggio contro Israele hanno pubblicato una lettera aperta al famoso rocker e cantautore Nick Cave per annullare i suoi prossimi concerti in Israele questo novembre. "Per favore non partecipare all'apartheid, boicottare Israele!" Inizia la lettera. In una lunga lettera accusando Israele dell'apartheid e un lungo elenco di presunti reati, gli attivisti anti-israeliani chiedono a Cave di "prendere la via della giustizia". Dite qualcosa esplicito contro il razzismo, l'occupazione e l'apartheid, e vieni contro di essa. Annullare il tuo concerto in Apartheid Israel! " Oltre a questa lettera, gli Artisti per Palestina UK, un gruppo con Roger Waters e Ken Loach, due noti attivisti anti-israeliani, hanno pubblicato un'altra lettera che chiede all'artista australiano di annullare il suo concerto in Israele, dicendo che l'esecuzione in Israele dà "l'approvazione pubblica per lo status quo "in Israele. Boycott Activists Call on Nick Cave to Cancel Israel Concert Gli attivisti del boicottaggio invitano Nick Cave ad annullare il concerto di Israele
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Punjab, una niña cristiana fue violada y torturada. La condena de los activistas Shafique Khokhar El hecho sucedió en la ciudad de Sheikhupura. La menor tiene 12 años y concurre a sexto grado. La madre quiso presentar la denuncia, pero la policía no la dejó registrar el caso.   Sheikhupura (AsiaNews) – Una niña  cristiana de 12 años fue raptada, violada y marcada y lastimada con colillas de cigarrillos encendidas, por tres hombres musulmanes. Sucedió en Sheikhupura, en el Punjab pakistaní. Hablando con AsiaNews, activistas, católicos y musulmanes condenan el último episodio de violencia contra la minoría cristiana del Pakistán. La menor se llama Meshal y es una estudiante de sexto grado. La madre denunció en un canal televisivo pakistaní que fue a la policía para presentar la denuncia, pero los agentes no quisieron registrar el caso y tampoco iniciaron una investigación contra los criminales. Hoy, el jefe de ministros de la provincia Mian Mohammad Shahbaz Sharif, fue informado del incidente. El activista Shahid Anwar condena “este brutal acto de persecución contra [un miembro de la] minoría religiosa. En Pakistán sucede con frecuencia que las muchachas son raptadas, violadas y convertidas por la fuerza. Las autoridades competentes no ejercen controles”. Según Anwar, el caso de la menor “es doblemente riesgoso. En primer lugar, porque la víctima pertenece a una minoría religiosa; en segundo lugar, porque es una mujer. Además, cuando los menores de edad se dirigen a una comisaría para presentar reclamos, no son tratados a la par de los demás ciudadanos, y su quejas no son tomadas en serio”. Benish Patras, coordinador de la Comisión nacional Justicia y Paz, agrega: “Las minorías son vulnerables y se las margina, con lo cual son blancos fáciles [de atacar]. Las autoridades y las instituciones locales deben emprender investigaciones y registrar el caso contra los culpables. Además, el gobierno debe asegurar la aplicación de la ley contra los delitos de honor y de violación” Muhammad Aamir Kakkazai, escritor e investigador islámico, sostiene: “nuestro país no tiene buena fama en lo que concierne a las defensa de los derechos de las minorías. Las personas pobres no tienen derechos, y para las minorías, la situación es todavía peor. Ellas padecen discriminaciones en todos los niveles de la sociedad, desde los puestos estatales a los empleos del ámbito privado.  Son víctimas de actitudes intolerantes incluso estando en público”. Luego cita a la escritora Farahnaz Ispahani, que en su libro “Purifying the Land of the Pure” [“Purificar la tierra de los puros” –ndr] cita el ejemplo de Mohammad Ali Jinnah, el padre fundador del Pakistán: “Él imaginaba un país moderno y laico, en el cual todos fuesen libres de profesar su religión. Según  Ispahani, el lobby religioso ha secuestrado al Pakistán de Jinnah. [Lo que ha pasado] es intolerable para una sociedad moderna. El gobierno de Punjab debe adoptar acciones severas contra los culpables”.  enviar a un amigo Versión para imprimir TAGs pakistán punjab niña 12 años cristiana violada raptada lastimada activistas condena discriminación 12/07/2016 16:04:00 PAKISTAN Faisalabad, joven cristiana raptada por musulmanes. El padre fue asesinado cuando intentó salvarla Una muchacha de catorce años fue secuestrada con la excusa de proponerle un puesto de trabajo. El padre hizo la denuncia y luego fue obligado a retirar la acusación con la promesa de que recuperaría a su hija. Pero cuando fue a buscarla, fue asesinado a sangre fría. La esposa y las otras hijas viven con miedo a las represalias. Piden la ayuda del pueblo de Dios.  05/01/2017 14:38:00 PAKISTÁN Lahore, arrestados 110 imanes: alababan el asesinato de Salman Taseer El arresto sucedió en el día del aniversario de la muerte del ex gobernados de Punjab, asesinado porque había defendido a la cristiana Asia Bibi. Activista y personas comunes han desafiado las amenazas de muerte y participaron en la ceremonia fúnebre conmemorativa. 16/10/2017 12:57:00 PAKISTÁN Punjab, tres ahmadis condenados a muerte por blasfemia Los presuntos culpables son Mubasher Ahmad, Ghulam Ahmed y Ehsan Ahmed. El portavoz de los Ahmadi: "La condena es injusta". La semana pasada, los generales del ex primer ministro Sharif llamaron al boicot social de la minoría "herética".   18/02/2016 15:11:00 PAKISTAN Punjab, minorías religiosas: ¡Basta de discriminaciones! Que el gobierno respete la Constitución Es el pedido lanzado, a través de Asianews,  por  Lela Robin Daniel, presidente de la Alianza para las minorías, que pide a los políticos que tutelen a los grupos minoritarios, como es exigido por las leyes del Estado y por la sharia. “El art.  27 de la Constitución es claro, como lo es también la Convención internacional suscripta por Pakistán”. La sharia impone a los empleadores tratar a los empleados “como hermanos”. 11/10/2017 13:42:00 PAKISTAN Punjab, joven cristiano torturado a muerte por la policía Fue asesinado durante las lecciones. Se había negado a convertirse al islam.. Las discusiones con los compañeros, testigos y promotores de las violencias. Activistas condenan la violencia y la impunidad contra las minorías religiosas: cualquiera es libre de comportarse como acusador, juez y ejecutor. Justicia y Paz: esta tendencia no es nueva, sino que crece sin control y sigue estando impune.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
PAKISTAN Christian girl is abducted and tortured in Punjab, activists condemn the misdeed Shafique Khokhar The incident occurred in the city of Sheikhupura. The 12-year-old girl is in sixth grade. Her mother wanted to file a complaint but the police refused to register it. Sheikhupura (AsiaNews) –  12-year-old Christian girl was kidnapped, raped and tortured with cigarette butts by three Muslim men in Sheikhupura, Punjab (Pakistan). Reacting to the latest case of anti-Christian violence, activists, Catholics and Muslims spoke to AsiaNews to condemn it in no uncertain terms. The girl’s name is Meshal, a six grader. Her mother told a Pakistani television channel that she went to the police to file a complaint, but the agents refuse to file the case or start a criminal investigation. Punjab Chief Minister Mian Mohammad Shahbaz Sharif was informed of the incident today. Activist Shahid Anwar condemns "this brutal act of persecution of a [member of a] religious minority. In Pakistan, girls are often taken, raped and converted by force. The competent authorities did not take any action.” For the girl, "things are twice as bad. First, because she belongs to a religious minority. Secondly, because she is a woman. What is more, when minors go to police to file complaints, they are not treated the same way as other citizens, and their complaints are not taken seriously." "Minorities are vulnerable and marginalised, so they are easy targets,” said Benish Patras, coordinator of the National Justice and Peace Commission. “Local authorities and institutions must investigate and register the charges against perpetrators. The government must also ensure the application of laws against honour crimes and rape." "Our country has no good reputation when it comes to the defence of minority rights,” said Muhammad Aamir Kakkazai, an Islamic writer and researcher. “Poor people have no rights and minorities are even worse. They suffer discrimination at all levels of society, from the state to private employment. They are victims of intolerant attitudes even in public." Like writer Farahnaz Ispahani, who in her book ‘Purifying the Land of the Pure’ refers to the example of Mohammad Ali Jinnah, the founding father of Pakistan who envisioned a modern secular country in which everyone would enjoy religious freedom, Kakkazai said: “According to Ispahani, the religious lobby hijacked Jinnah’s Pakistan. [What happened] is not tolerable in a modern society. The Punjab government must take strong action against the perpetrators."
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
16/10/2017 11:51:00 PAKISTAN Punjab, tre ahmadi condannati a morte per blasfemia I presunti colpevoli sono Mubasher Ahmad, Ghulam Ahmed e Ehsan Ahmed. Portavoce degli ahmadi: “La condanna è ingiusta”. La scorsa settimana il genero dell’ex premier Sharif aveva invitato al boicottaggio sociale della minoranza “eretica”. 31/05/2017 11:05:00 BANGLADESH Mymensingh, 12enne cattolica rapita da un musulmano. La famiglia è ‘demoralizzata’ Il rapitore è un uomo musulmano di 35 anni. La minore è stata sequestrata mentre tornava a casa dopo la scuola. I genitori hanno chiesto la mediazione dei leader islamici, senza risultato. 12/09/2017 10:55:00 PAKISTAN Punjab, studente cristiano ucciso per razzismo religioso Sheron Masih aveva 17 anni e frequentava la scuola pubblica da pochi giorni. I compagni di classe lo hanno assassinato a bastonate perché aveva tentato di bere dell’acqua. Il suo omicidio, “solo la punta dell’iceberg; al di sotto, una grande montagna di odio e discriminazione verso le minoranze”. 12/07/2016 15:10:00 PAKISTAN Faisalabad, ragazza cristiana rapita da musulmani. Il padre ucciso nel tentativo di salvarla Una ragazza di 14 anni è stata sequestrata con la scusa di un posto di lavoro. Il padre ha sporto denuncia e poi è stato convinto a ritirare l’accusa con la promessa di riavere indietro la figlia. Ma è stato ucciso a sangue freddo mentre andava a riprenderla. La moglie e le altre tre figlie vivono nella paura di ritorsioni. Chiedono l’aiuto del popolo di Dio. 27/07/2017 08:59:00 PAKISTAN Faisalabad: esce il secondo cd di mons. Arshad, per “una società di pace” Il lancio dell’album rientra nelle iniziative per il 70mo anniversario dell’indipendenza del Pakistan. I brani “riflettono la ricchezza della cultura e delle varie sfumature del Paese”. Produttore cinematografico: “I cristiani hanno avuto un ruolo determinante. Non meritano di essere chiamati minoranza”.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Punjab, bambina cristiana stuprata e torturata. La condanna degli attivisti Shafique Khokhar Il fatto è avvenuto nella città di Sheikhupura. La minore ha 12 anni e frequenta la sesta classe. La madre voleva sporgere denuncia ma la polizia non ha acconsentito a registrare il caso. Sheikhupura (AsiaNews) – Una bambina cristiana di 12 anni è stata rapita, violentata e sfregiata con mozziconi di sigaretta accesi da tre uomini musulmani. È successo a Sheikhupura, nel Punjab pakistano. Ad AsiaNews attivisti, cattolici e musulmani condannano l’ultimo episodio di violenza contro la minoranza cristiana del Pakistan. La minore si chiama Meshal ed è una studentessa della sesta classe. La madre ha denunciato ad un canale televisivo pakistano di essere andata alla polizia per sporgere denuncia, ma gli agenti non hanno voluto registrare il caso né hanno aperto indagini contro i criminali. Oggi Mian Mohammad Shahbaz Sharif, chief minister della provincia, è stato informato dell’incidente. L’attivista Shahid Anwar condanna “questo brutale atto di persecuzione di [un membro della] minoranza religiosa. In Pakistan spesso le ragazze vengono rapite, stuprate e convertite con la forza. Le autorità competenti non fanno controlli”. Secondo Anwar, il caso della minore è “doppiamente rischioso. In primo luogo, perché la vittima appartiene ad una minoranza religiosa; in secondo luogo, perché è una donna. Inoltre quando i minori si recano presso una stazione di polizia per presentare reclami, non sono trattati alla pari degli altri cittadini e le loro lamentele non sono prese sul serio”. Benish Patras, coordinatore della Commissione nazionale Giustizia e pace, aggiunge: “Le minoranze sono vulnerabili ed emarginate, perciò sono facili bersagli. Le autorità e le istituzioni locali devono fare indagini e registrare il caso contro i colpevoli. Il governo deve inoltre assicurare l’applicazione delle leggi contro i delitti d’onore e lo stupro”. Muhammad Aamir Kakkazai, scrittore e ricercatore islamico, sostiene: “Il nostro Paese non ha una buona fama nella difesa dei diritti delle minoranze. Le persone povere non hanno diritti e per le minoranze è ancora peggio. Esse subiscono discriminazioni ad ogni livello della società, dai posti statali agli impieghi nel privato. Sono vittime di atteggiamenti intolleranti persino in pubblico”. Poi cita la scrittrice Farahnaz Ispahani, che nel suo libro “Purifying the Land of the Pure” [“Purificare la terra dei puri” – ndr], riporta l’esempio di Mohammad Ali Jinnah, padre fondatore del Pakistan: “Egli immaginava un Paese moderno e laico, in cui ognuno potesse godere della libertà di religione. Secondo Ispahani, la lobby religiosa ha sequestrato il Pakistan di Jinnah. [Quanto avvenuto] non è tollerabile per una società moderna. Il governo del Punjab deve adottare azioni severe contro i colpevoli”.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
18/08/2017 15:12:00 INDONESIA Jakarta, giorno dell’indipendenza: Widodo difende la multiculturalità Nella sessione plenaria della Camera (Dpr Ri), il presidente ed il suo vice Jusuf Kalla indossano i vestiti tradizionali. Con il loro gesto, Widodo e Kalla hanno voluto sedare il disaccordo politico che aveva segnato il loro rapporto. La vicenda giudiziaria dell’ex governatore cristiano di Jakarta, Basuki “Ahok” Tjahaja Purnama era alla base dei dissapori. Il “nuovo nazionalismo” indonesiano ha trovato impulso anche nelle cerimonie ufficiali che si sono svolte in questi giorni. 09/06/2017 09:31:00 INDONESIA Widodo istituisce una Commissione per promuovere la Pancasila contro l'estremismo L'unità di lavoro è incaricata di combattere le crescenti ideologie estremiste. L’Ukp-Pip è espressione di una forte ondata “neo-nazionalista”; la risposta del governo alle spinte islamiste dei movimenti radicali. La Chiesa cattolica non vi ha trovato rappresentanza. Contestata la nomina di Ma’ruf Amin, testimone d’accusa nel processo Ahok. 05/11/2016 11:14:00 INDONESIA Presidente Widodo: Le manifestazioni di ieri, infiltrate da agitatori politici Incontro di emergenza sicurezza al palazzo presidenziale dopo alcuni scontri di folla con la polizia. Timori fra i gruppi di etnia cinese. Il caso di “blasfemia” del governatore di Jakarta sarà giudicato nelle prossime settimane “in modo trasparente, veloce e chiaro”. Fra i manifestanti, il vice-presidente del parlamento, Fahri Hamzah, che vuole far dimettere il presidente Widodo. 16/11/2016 08:56:00 INDONESIA Jakarta, il governatore cristiano Ahok andrà a processo per blasfemia Gli investigatori hanno inserito il suo nome nell’elenco ufficiale dei sospettati. È la prima svolta legale nel caso che va avanti da settimane. Il politico non è stato arrestato ma non può lasciare il Paese. Le udienze saranno trasmesse in diretta TV. Ahok rischia fino a cinque anni di carcere. 31/10/2016 12:17:00 INDONESIA Musulmani di Jakarta difendono il governatore cristiano contro gli islamici radicali Gruppi radicali promuovono una marcia il prossimo 4 novembre contro il governatore cristiano della città, accusato di blasfemia. In realtà, “il vero obiettivo è scatenare la divisione nel Paese e indebolire i movimenti moderati”. Nella protesta ci sono infiltrazioni di gruppi estremisti, forse legati allo Stato islamico.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Jakarta approva la legge contro le organizzazioni islamiste Mathias Hariyadi La misura permette al governo di mettere al bando le organizzazioni che minacciano l’unità del Paese. Tra gli obiettivi del decreto c'è Hizbut Tahir Indonesia (Hti), gruppo che promuove sharia e califfato. Le proteste degli estremisti. Jakarta (AsiaNews) – Il parlamento indonesiano ha approvato una proposta di legge sulle organizzazioni di massa, nonostante le proteste dei movimenti islamisti. Il provvedimento, promosso dall’amministrazione del presidente Joko “Jokowi” Widodo e approvato lo scorso 24 ottobre, consentirà al governo centrale di mettere al bando le organizzazioni che minacciano la natura laica del Paese. Il presidente della camera Fadli Zon, contrario alla legge, ha confermato che su 445 deputati riuniti in assemblea plenaria, 314 hanno votato in favore della nuova norma. Lo scorso luglio, l’amministrazione ha pubblicato in via ufficiale la cosiddetta Perppu n. 2/2017, misura che sostituisce una legge esistente permettendo al governo di evitare un lungo processo per l’esecuzione del divieto. Gli analisti affermano che tra gli obiettivi del decreto vi era Hizbut Tahir Indonesia (Hti), un gruppo che promuove l’adozione della sharia e l’istituzione nel Paese di un califfato. Tale ideologia contrasta con la dottrina politica della Pancasila, fondamento dell’unità e del pluralismo nazionale. In seguito alla ratifica della Perppu, decine di organizzazioni islamiste contrarie alla legge hanno organizzato numerose manifestazioni di protesta, accusando il governo nazionalista del presidente Widodo di attentare alla libertà sociale degli indonesiani. Tra i movimenti che hanno preso parte alle dimostrazioni vi erano l’Hti e l’Islamic Defender Front (Fpi), responsabili dell’aumento nel Paese degli episodi di settarismo durante le elezioni per il governatorato di Jakarta dello scorso aprile. Il cristiano di origine cinese Basuki Tjahaja “Ahok” Purnama ha sfidato l'ex ministro della cultura e dell'educazione Anies Baswedan. L’Hti, insieme ad altri gruppi radicali come l’Idf, è dietro alle numerose e violente proteste di massa contro l’allora governatore della città, alleato di Widodo. Esse hanno caratterizzato i mesi della campagna elettorale, suscitando polemiche e tensioni in tutto il Paese. La rielezione di Ahok è stata ostacolata anche per mezzo di un’infamante accusa di blasfemia, che secondo gli analisti ha influito sul risultato della tornata elettorale. A sorpresa, il candidato cristiano ha perso contro il suo rivale ed è stato condannato a due anni di carcere, nonostante i procuratori avessero richiesto ai giudici una pena più lieve, in quanto non colpevole del reato ascritto. In seguito al controverso verdetto, la società civile indonesiana ha reagito con manifestazioni spontanee di sostegno ad Ahok, divenuto simbolo della democrazia e del buon governo.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
30/10/2017 - COREA DEL SUD – CINA Pechino espelle centinaia di pastori e missionari sudcoreani Chiuse le chiese e sciolte le comunità. Stretta in vista delle nuove regole sulle religioni in vigore dal 1 febbraio 2018. Le autorità non forniscono motivazioni chiare per le misure.  30/10/2017 - INDIA Partito nazionalista: l’India non è un Paese per cristiani 30/10/2017 - VATICANO Papa: il buon pastore è vicino alla gente, è capace di commuoversi “Il grande pastore, il Padre, ci ha insegnato come si fa il buon pastore: si abbassò, si svuotò, svuotò se stesso, si annientò, prese condizione di servo. “‘Ma, e questi altri, quelli che seguono la strada del clericalismo, a chi si avvicinano?’. Si avvicinano sempre o al potere di turno o ai soldi. E sono i cattivi pastori”. 30/10/2017 - FRANCIA-ISLAM Un musulmano difende la croce di Giovanni Paolo II che lo Stato vuole eliminare di Kamel Abderrahmani Un monumento al papa santo a Ploërmel, nel Morbihan (Bretagna) è al centro di una polemica perché la statua del papa è sovrastata da una croce. Il Consiglio di Stato ha ordinato di rimuoverla per difendere la laicità. Mobilitazione nei social con l’hashtag #MontreTaCroix (mostra la tua croce). 30/10/2017 - IRAQ Patriarca caldeo: cristiani in fuga dal conflitto fra curdi e irakeni, timori di un nuovo esodo di Louis Raphael Sako* Mar Sako denuncia la nuova ondata di violenze che ha investito “le cittadine della piana di Ninive”. Molti abitanti sono fuggiti e si respira una “rinnovata atmosfera di ansia e paura”. Il presidente curdo Barzani annuncia il suo ritiro. E lancia accuse a Baghdad, Washington e agli oppositori interni, colpevoli di tradimento.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Pentecostal missionaries, seven Christian children arrested then released Nirmala Carvalho The members of the Gospel Echoing Missionary Society were accused of forced conversions in Uttar Pradesh. The children were locked up for a week in a Madhya Pradesh juvenile facility without access to their parents. New Delhi (AsiaNews) – Intolerance and discrimination against India’s Christian minority continue. The latest episodes were recorded in Uttar Pradesh and Madhya Pradesh. In the first case, some Pentecostal Christians were first arrested on charges of forced conversions and then released on bail; in the second, seven children were reunited with their parents after spending a week in a juvenile facility over attending a Christian religion course. On 28 October, a group of Hindu extremists from the Bharatiya Janata Party (BJP) and the Rashtriya Swyamsevak Sangh (RSS), a Hindu ultranationalist paramilitary group, stormed a church in Dudhi, Uttar Pradesh, along with local police. About 1,500 people had gathered for a prayer and fasting meeting organised by the Gospel Echoing Missionary Society (GEMS), a Pentecostal group. Local authorities had been informed of the event, which had been authorised. But “Hindu radicals put pressure on the police to stop organisers," said Sajan K George, president of the Global Council of Indian Christians (GCIC). The cops said they had received numerous phone calls complaining about forced conversions. When they arrived at the gathering, they stopped the event and forced participants to leave. About 230 people, unable to take the train to go home, found accommodations at the GEMS English school. Police charged seven Pentecostal leaders in connection with the meeting, but then released them the following day. For their part, some Hindu extremists visited the school to make sure that no prayer gathering was taking place. According to the GCIC president, "Christians were not doing anything illegal, they were not breaking the law, or creating problems for public order. By contrast, the [Hindu] extremists caused confusion with their fabricated allegations.” “Nighttime arrests and detention are a serious violation of religious freedom,” George explained. “We Christians are not second-class citizens; we too have constitutional guarantees." Meanwhile, the Indore section of the Madhya Pradesh High Court returned seven children to their families. They had been held in a juvenile facility, segregated, without the possibility of their parents after they were taken into custody on 23 October at the Indore Railway Station as they were about to board a train for Mumbai. In Maharashtra’s largest city, they were supposed to attend a religion course. Although their parents were aware of the reason for the trip and had given their consent, the children were locked up and the two Christian companions, Anita Joseph, 50, and Amrit Kumar, 51, were arrested and charged with forced conversions. The latter must still appear before a judge. "India has always been famous for its pluralism and multicultural society,” said Sajan K George. “Unfortunately today, these incidents against Christians leave room in society for a single ideology, a single belief system that excludes, marginalises and oppresses people of other faiths."
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
16/07/2011 INDIA Uttar Pradesh: arrestati con false accuse 5 pastori e fedeli pentecostali Un gruppo guidato da leader estremisti indù irrompe in un pacifico incontro di preghiera dei pentecostali. La polizia interviene e arresta i pastori con l’accusa di conversioni forzate. Nel popoloso Stato sono in aumento le violenze contro i cristiani. 04/12/2012 INDIA Madhya Pradesh, violenze anticristiane. Polizia “complice” dei nazionalisti indù I sostenitori dell’hindutva sfruttano la legge-anticonversione vigente nello Stato. Nel distretto di Ratlam, attivisti indù hanno accusato alcuni cristiani pentecostali di praticare conversioni forzate, e dei poliziotti hanno ordinato di interrompere il servizio di preghiera in corso. 31/07/2014 INDIA Madhya Pradesh: "incoraggiati" dal governo, radicali indù perseguitano i cristiani Lo denuncia ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic). Tra giugno e luglio vi sono stati numerosi attacchi contro la minoranza. In tutti i casi gli estremisti usano l'arma della "legge anti-conversione" per minacciare fedeli e leader religiosi cristiani. 23/05/2017 11:21:00 INDIA Uttar Pradesh, pastori arrestati: il carcere un ‘dono di Dio’ I sei religiosi hanno trascorso dieci giorni in prigione. I nazionalisti indù li hanno denunciati per incitamento all’odio tra le religioni e tentata rivolta. I pastori maltrattati dalla polizia e dai compagni di cella. Ma “il nostro atteggiamento calmo e tranquillo li ha spinti ad avvicinarsi ed ascoltare il messaggio di amore di Cristo”. 04/03/2015 INDIA India, libertà religiosa sempre più a rischio: nuove aggressioni contro i cristiani Venti fedeli sono stati picchiati dalla polizia in Rajasthan per aver distribuito volantini. In Madhya Pradesh un gruppo della destra indù ha interrotto un servizio di preghiera della comunità pentecostale. Global Council of Indian Christians (Gcic): "L'India è un Paese laico e democratico, non una teocrazia".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
INDIA India, arrestati e rilasciati missionari pentecostali e sette bambini cristiani Nirmala Carvalho I membri della Gospel Echoing Missionary Society erano accusati di conversioni forzate in Uttar Pradesh. I minori sono stati rinchiusi per una settimana in una struttura del Madhya Pradesh, senza poter vedere i genitori. New Delhi (AsiaNews) – In Uttar Pradesh alcuni cristiani pentecostali sono stati prima arrestati con l’accusa di conversioni forzate e poi rilasciati su cauzione; in Madhya Pradesh sette bambini hanno potuto riabbracciare i propri genitori, dopo essere stati rinchiusi in una struttura per minori per una settimana perché “colpevoli” di voler frequentare un corso di religione cristiana. Sono gli ultimi due episodi di intolleranza e discriminazione contro la minoranza cristiana in India. Il 28 ottobre un gruppo di estremisti indù del Bjp (Bharatiya Janata Party, partito nazionalista al governo – ndr) e dell’Rss (Rashtriya Swyamsevak Sangh, formazione paramilitare ultranazionalista indù – ndr), accompagnati dalla polizia di Dudhi, in Uttar Pradesh, hanno fatto irruzione nel complesso della chiesa cristiana locale. Qui erano radunate circa 1500 persone, in occasione di un incontro di preghiera e digiuno organizzato dai cristiani pentecostali della Gems (Gospel Echoing Missionary Society). Il raduno era stato autorizzato in precedenza e le autorità messe al corrente dell’evento. Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), lamenta che “i radicali indù hanno fatto pressione sulla polizia affinchè arrestasse gli organizzatori”. Arrivati sul luogo dell’evento, i poliziotti hanno detto di aver ricevuto numerose telefonate che denunciavano conversioni forzate in atto. Poi hanno bloccato l’evento e disperso i partecipanti. Circa 230 persone, impossibilitate a riprendere il treno verso le loro case, sono state ospitate nella scuola d’inglese della Gems. Le autorità hanno incriminato i sette leader pentecostali, ma poi li hanno rilasciati il giorno seguente. Al contempo, alcuni estremisti hanno fatto visita alla scuola, per accertarsi che nessun raduno di preghiera avesse luogo. Secondo il presidente del Gcic, “i cristiani non stavano facendo niente di illegale, non stavano infrangendo la legge o creando problemi all’ordine pubblico. Al contrario, sono stati gli estremisti a creare confusione con le loro accuse fabbricate. L’arresto e la detenzione notturna sono una grave violazione della libertà religiosa. Noi cristiani non siamo cittadini di seconda classe, anche noi siamo titolari di garanzie costituzionali”. Nel frattempo ieri la sezione di Indore dell’Alta corte del Madhya Pradesh ha riconsegnato ai genitori sette bambini ospitati – ma di fatto segregati senza possibilità di vedere i parenti – in una struttura d’accoglienza per minori. Essi erano stati bloccati il 23 ottobre alla stazione di Indore mentre stavano per salire su un treno diretto a Mumbai. Nella megalopoli del Maharashtra avrebbero dovuto seguire un corso di religione. Nonostante i genitori fossero al corrente del motivo del viaggio e avessero dato il loro consenso, i bambini sono stati bloccati e i due accompagnatori cristiani, Anita Joseph, 50 anni, e Amrit Kumar, 51 anni, arrestati con l’addebito di conversioni forzate. Questi ultimi dovranno presentarsi davanti al giudice. Sajan K George lamenta: “L’India è sempre stata famosa per il suo pluralismo e la società multiculturale. Purtroppo oggi questi incidenti contro i cristiani lasciano spazio ad una sola ideologia nella società, ad un unico grande sistema di credenze che esclude, emargina e opprime tutte le persone di altre fedi”.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Catholics in Nghệ An still targeted by Red Flag militantsBOIA I COMUNISTI! VIETNAM Catholics and clergymen have been physically and verbally assaulted. The Church has been involved in defending the rights of the victims of the environmental disaster of April 2016. The Red Flag group has tried to prevent protests and petitions against the Formosa Group. Local authorities are behind the militants. Hanoi (AsiaNews) – Violent attacks by Hội Cờ Đỏ (Red Flag) militants against the Catholic community in Nghệ An province continue unabated. On Sunday, about 700 pro-government hooligans riding motorcycles stormed Sơn Hải, a town in Quỳnh Lưu district. After sowing terror among residents, they threateningly set up a camp near the Văn Thai chapel in Song Ngọc parish (Vinh diocese), where they shouted insults at the parish priest. The Red Flag militants also described Fr JB. Nguyễn Đình Thục, vicar in Song Ngọc; Fr Anton Đặng Hữu Nam, vicar in Phú Yên; and Vinh Bishop Mgr Phaolô (Paul) Nguyễn Thái Hợp as "reactionary enemies". Clergymen and their churches have led the efforts to help fishing communities get compensation from the Formosa Plastics Group, a Taiwanese-based company responsible for Vietnam’s worst environmental disaster. In April 2016, a massive discharge of toxic sewage from a plant in Ha Tinh province killed about 115 tonnes of fish and left millions of people, including fishermen, without a job in the four coastal provinces most affected by the disaster. The two vicars have taken a stance for the rights of the local residents, backing their protests and legal action against the authorities for failing to deliver compensation to the victims. Since the start of the year, Vietnam’s central government and Quynh Lưu district have mobilised a large number of media in a campaign of false accusations against the two clergymen. In early May, the authorities in Quỳnh Lưu organised a series of rallies and demonstrations against the two priests. The protesters, recruited by the local government, have even demanded that Fr Nam be sentenced to 20 years in prison or even death. Ever since it was founded, the Red Flag group has tried with direct action to prevent protests and petitions against the Formosa Group. The group has even slammed the priests who provided legal aid to the victims of the disaster. "It is possible that they will continue to attack the faithful and damage their property,” said Fr JB. Nguyễn Đình Thục. “If they commit such acts of violence, it is clear that they are protected by the local government. This is also the way Communists silence peaceful voices of dissent". Their goal is to restrain “Catholics from protesting against Formosa and to get rid of ‘Catholic enemies,’” Fr Anton Đặng Hữu Nam told Radio Free Asia. Yesterday, 300 thugs surrounded Fr Dominic Pham Xuan Ke and Fr Joseph Nguyễn Ngọc Ngữ, two priests who went to the Diem My People's Committee to report attacks. On 4 September, about 20 Red Flag militants in civilian clothes but armed with guns, sticks and pepper spray broke into Thọ Hòa parish church, Xuan Loc district. They wanted to confront the parish priest, Fr Nguyễn Như Tân, over a Facebook post in which he said he hoped to see political reform in the country. In the same month, thugs gathered in the town of Diễn Mỹ where they beat up the faithful of Đông Kiều parish. In April, hooligans attacked the Catholic community in Văn Thai. Red Flags thugs often carry out their attacks at night, throwing stones and shouting at Catholic homes, creating an atmosphere of terror and violence. They have repeatedly beat up Catholics with sticks, destroying their personal belongings like motorcycles, furniture, and other items. This has caused great hardship for many families, who already live in precarious conditions. Local police have repeatedly stood idly by watching these actions. Law enforcement have failed to take action to protect people. "Plainclothes police and communist security agents are in the Red Flags group," many Văn Thai residents told AsiaNews. The group also tried unsuccessfully to isolate the community by preventing exchanges with non-Catholics. "Attackers act with the utmost impunity,” some residents said. “complaints and petitions filed after the attacks have been ignored by local authorities. " "The [Red Flag] group was set up to fight people and all those who struggled to protect the environment,” said Tuyết Lan, a government official. “This is why Vietnamese Catholics fight, protesting against Formosa. By contrast, local authorities persecute and imprison their own people. The provincial government has told these gangsters to behave this way." "We reiterate that this is a plot to carry out violent provocations and suppress parishioners in the Catholic community of Văn Thai,” said Fr JB. Nguyễn Đình Thục, who has repeatedly called on the authorities to investigate the violence. “As a result, we protest all the dangerous plans that are intended to divide Catholics from non-Catholics. " Finally, the clergyman calls “on the government to respect and enforce Vietnam's laws, as well as protect the lives and properties of its citizens.” Indeed, “Every protest by the faithful against the group's provocations, even if it is in self-defence, is very dangerous. Therefore, the government must be held fully accountable for all the situations that cause damage and disturbance in the area".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
19/06/2017 14:29:00 VIETNAM BOIA I COMUNISTI! VIETNAM Hanoi, la politica economica: lo sviluppo e i danni ai cittadini e all’ambiente I terreni agricoli stanno riducendosi e sono sempre più inquinati. Gli espropri causa di forte instabilità sociale. Dura campagna di repressione del governo contro chi protesta. Il sostegno della comunità cattolica alle vittime della Formosa. Sacerdoti e fedeli di Thuận Nghĩa: “Cessino le minacce alla spiritualità e alle proprietà dei parrocchiani di Song Ngọc”. 16/02/2017 11:18:00 VIETNAM Cattolici aggrediti dalla polizia: protestavano contro il più grande disastro ambientale della storia del Paese La protesta dei fedeli della parrocchia di Song Ngoc per sensibilizzare l’opinione pubblica. Ferito il parroco. I manifestanti hanno sfidato percosse e lesioni ad opera delle forze di polizia. Dieci mesi fa da uno stabilimento della Formosa sono stati riversati in mare 12mila metri cubi di liquido tossico. Le regioni centrali del Paese sono in ginocchio, il risarcimento di 500 milioni di dollari non è mai stato distribuito alla popolazione. 11/09/2017 13:20:00 VIETNAM Dong Nai, pressioni sui cattolici che avevano difeso il loro parroco Venti militanti di “Bandiere Rosse” hanno fatto irruzione nella parrocchia. Un parrocchiano: “Siamo persone gentili e semplici nella fede. Non abbiamo voce nemmeno nel nostro vivere quotidiano”. Pham Van, ex prigioniero nei “campi di rieducazione”: “Proteggere i fedeli della parrocchia e della diocesi di Vinh”. 29/05/2017 14:22:00 VIETNAM Sacerdoti vietnamiti diffamati, Mons. Kiệt: Continuate a difendere i diritti degli ultimi P. Đặng Hữu Nam e p. Nguyễn Đình Thục hanno ricevuto la visita di mons. Joseph Ngô Quang Kiệt. I due sacerdoti difendono i diritti delle vittime del disastro della Formosa. Dall’inizio dell’anno sono vittime di una campagna diffamatoria organizzata dalle autorità. P. Đặng Hữu Nam: “è un onore e uno sprone la visita di chi ha vissuto in passato la persecuzione che noi viviamo oggi”. 16/10/2007 VIETNAM L’educazione, scelta prioritaria della Chiesa vietnamita La scelta è stata confermata dal nuovo presidente della Conferenza episcopale, mons. Nguyen Van Nhon. Anche il primo ministro riconosce l’aiuto dei cattolici nei campi dela scuola, della salute e della cura dei malati di Aids.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa (modificato)
BOIA I COMUNISTI! VIETNAM Nghệ An, cattolici locali ancora nel mirino dei militanti di ‘Bandiere rosse’Huy Thuc Aggressioni fisiche e verbali ai danni di fedeli e sacerdoti. La Chiesa impegnata per la difesa dei diritti delle vittime del disastro ambientale dell’aprile 2016. Il gruppo cerca di impedire proteste e petizioni contro la Formosa. Dietro i militanti il governo locale. Hanoi (AsiaNews) – Non si fermano le violente aggressioni dei militanti di “Hội Cờ Đỏ” (Bandiere rosse foto) alla comunità cattolica della provincia di Nghệ An. Lo scorso 29 ottobre, circa 700 teppisti del gruppo pro-governo hanno assaltato a bordo di motociclette il comune di Sơn Hải, nel distretto di Quỳnh Lưu. Dopo aver seminato terrore tra gli abitanti del villaggio, essi si sono accampati con fare minaccioso presso la cappella di Văn Thai della parrocchia di Song Ngọc (diocesi di Vinh), dove hanno bivaccato e gridato insulti all’indirizzo del parroco. P. JB. Nguyễn Đình Thục, vicario di Song Ngọc, p. Anton Đặng Hữu Nam, vicario di Phú Yên, sono solo alcuni dei sacerdoti, insieme al vescovo della diocesi mons. Paul Nguyen Thai Hop, ad esser definiti “nemici reazionari” dai militanti di Bandiere rosse. I sacerdoti e le loro chiese hanno guidato gli sforzi per aiutare le comunità di pescatori ad ottenere i dovuti risarcimenti dal Formosa Plastics Group, compagnia taiwanese riconosciuta responsabile per il peggior disastro ambientale della storia del Paese. Nell'aprile del 2016, un’imponente fuoriuscita di liquami tossici da un impianto situato nella provincia di Ha Tinh ha ucciso circa 115 tonnellate di pesci e ha lasciato senza lavoro milioni di pescatori e residenti delle quattro province costiere maggiormente colpite dal disastro. I due vicari sostengono i diritti, le proteste e le azioni legali della popolazione contro le autorità vietnamite per la mancata distribuzione dei risarcimenti destinati alle vittime. Dall'inizio di quest'anno contro di loro il governo centrale e quello del distretto di Quỳnh Lưu hanno mobilitato un gran numero di organi di informazione in una campagna di false accuse. Dall’inizio di maggio, le autorità di Quỳnh Lưu hanno organizzato una serie di raduni e manifestazioni contro i due sacerdoti. I manifestanti, reclutati dal governo locale, hanno perfino chiesto che p. Nam venisse condannato a 20 anni di carcere o addirittura alla pena di morte. Sin dalla sua fondazione in maggio, con le sue aggressioni Bandiere rosse cerca di impedire proteste e petizioni contro la Formosa. Il gruppo ha perfino denunciato i sacerdoti che hanno prestato assistenza legale alle vittime del disastro. “È possibile che continuino ad aggredire i fedeli e danneggiarne le proprietà. Se compiono tali atti di violenza, è chiaro che sono protetti dal governo locale. Questo è anche il modo dei comunisti di mettere a tacere una pacifica voce di dissenso”, afferma p. JB. Nguyễn Đình Thục. P. Anton Đặng Hữu Nam ha di recente dichiarato a Rfa: “Il loro scopo preciso è impedire le proteste contro Formosa e sbarazzarsi dei ‘nemici cattolici’”. Nella giornata di ieri, p. Dominic Pham Xuan Ke e p. Joseph Nguyen Ngoc Ngu, due sacerdoti che si erano recati al Comitato del popolo di Diem My per denunciare alcune aggressioni, sono stati circondati da 300 teppisti. Lo scorso 4 settembre, circa 20 militanti di Bandiere rosse, vestiti in abiti civili e armati di pistole, bastoni e spray al peperoncino hanno fatto irruzione nella parrocchia di Thọ Hòa, nel distretto di Xuan Loc. Volevano affrontare il parroco p. Nguyễn Như Tân per un suo post su Facebook in cui egli auspicava una riforma politica nel Paese. Nello stesso mese, i teppisti si sono radunati presso il comune di Diễn Mỹ ed hanno malmenato i fedeli della parrocchia di Đông Kiều. In precedenza, gli squadristi avevano già aggredito in aprile la comunità cattolica di Văn Thai. I teppisti di Bandiere rosse spesso portano i loro attacchi di notte, lanciando pietre e urla contro le case dei fedeli e creando un’atmosfera di terrore e violenza. Essi hanno più volte malmenato i cattolici con bastoni, distruggendo i loro effetti personali come motociclette, mobili e attrezzature. Ciò ha causato gravi disagi alle loro famiglie, che già vivono in condizioni precarie. La polizia locale ha più volte assistito a queste azioni, senza tuttavia intervenire. Inoltre, non hanno intrapreso alcuna azione per proteggere la gente. Molti degli abitanti di Văn Thai dichiarano ad Asianews: “Tra le fila di Bandiere rosse vi sono membri della polizia o della sicurezza comunista in incognito”. Il gruppo ha anche tentato, senza successo, di isolare la comunità impedendo gli scambi con i non cattolici. I cittadini accusano: “Gli aggressori agiscono nella più totale impunità. Le denunce e le petizioni presentate dopo le aggressioni sono state ignorate dalle autorità locali”. Tuyết Lan, funzionaria governativa, dichiara: “Il gruppo è stato istituito per combattere la gente e tutti coloro che hanno lottato per proteggere l'ambiente. È quello che per cui si battono i cattolici vietnamiti, protestando contro la Formosa. In risposta, le autorità locali hanno perseguitato e imprigionato il loro popolo. Il governo provinciale ha indirizzato questi gangster a comportarsi in questo modo”. P. JB. Nguyễn Đình Thục, che ha più volte invitato le autorità ad investigare sulle violenze, afferma: “Ribadiamo che si tratta di un complotto per condurre provocazioni violente e sopprimere i parrocchiani della comunità cattolica di Văn Thai. Di conseguenza, denunciamo tutti i pericolosi piani che intendono dividere il popolo cattolico dai non cattolici locali”. “Chiediamo al governo di rispettare e far rispettare la legge del Vietnam, proteggere la sicurezza delle vite e le proprietà dei cittadini. Ogni protesta dei fedeli per le provocazioni del gruppo, anche se per autodifesa, è molto pericolosa. Quindi, il governo deve essere ritenuto pienamente responsabile per tutte le situazioni che arrecano danni e disturbi nella località”, conclude il sacerdote.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Un 'Muro de los Lamentos' en memoria del terror soviético Vladimir Rozanskij Celebrado ayer el Día de las Víctimas de la Represión Política. Se estima que al menos 20 millones de personas fueron condenadas a los campos de detención, sin contar los confinados, los prisioneros de guerra y los internados en hospitales psiquiátricos. Una barrera de bronce con la palabra "Recuerden" en 22 idiomas y con piedras de los sitios de detención de todo el país. Controversia por un monumento a Solzhenitsyn.    Moscú (AsiaNews) - Ayer en todo el país se celebra el Día de la memoria de las víctimas de las represiones políticas, etapa crítica de la reconciliación con la trágica historia que comenzó hace 100 años con la Revolución de Octubre. Las víctimas se refieren principalmente a los períodos del "terror rojo" proclamado inmediatamente después de la revolución misma y durante la guerra civil entre blancos y rojos (1918-1921), y el del "gran terror" estalinista de los años 1937-1939. El número de víctimas de la represión soviética nunca se ha establecido oficialmente. El cálculo debe tener en cuenta no solo los períodos mencionados, sino también todos los 75 años de dictadura comunista. De acuerdo a los documentos oficiales de la policía política (en sus diversas denominaciones de OGPU, NKVD, MVD y KGB) entre 1930 y 1953, el año de la muerte de Stalin, fueron condenados por razones políticas 3,8 millones de personas, y entre 1923 y 1953 800,000 personas fueron fusiladas; cifras en sí mismas impresionantes, pero según los historiadores definitivamente subestimadas. La asociación "Memorial", que se ocupa en Rusia para la rehabilitación y la documentación relacionada a las persecuciones, fue capaz de confirmar la información relativa a 2,6 millones de ciudadanos de la URSS, establecer su identidad, su detención y su condena, pero muchas víctimas permanecen confinadas al olvido. Entre los historiadores rusos más prominentes, Okhotin y Roginsky creen que de 1921 a 1953 hubo 5.5 millones de "políticos" condenados; según otras estimaciones más generales, en los campos de concentración estalinistas pasaron no menos de 20 millones de personas, sin contar los confinados, prisioneros de guerra y los internados en hospitales psiquiátricos. El Estado ruso no se ocupa - ni nunca se ha ocupado oficialmente, incluso después del fin del comunismo – de recoger la información sobre los campos de detención y las represiones, dejando esta tarea a organizaciones como Memorial y otros. Los archivos secretos eran sólo accesibles para unos pocos años, e incluso la Iglesia ortodoxa ha dejado de proclamar los "nuevos mártires", debido a la imposibilidad de proceder a la investigación de archivos. Mientras tanto, en los principales campos de concentración - lo que Solzhenitsyn ha llamado "Archipiélago Gulag" - de una manera más o menos regular se llevan a cabo manifestaciones y ceremonias, como en el campo de Butovo en las afueras de Moscú, o en el bosque Sandormokh, teatro de los fusilamientos en masa de sacerdotes y obispos detenidos en los campos de detención de las islas Solovki. Justamente los monjes ortodoxos del Solovkí están a su vez eliminando todos los recuerdos de los detenidos, considerándole un insulto a la santidad del lugar. Los Símbolos de la memoria Con motivo del Día de la memoria, en el centro de Moscú se colocó un monumento a las víctimas de la represión política en presencia del presidente Vladimir Putin y el Patriarca de Moscú Kirill (Gundjaev). El trabajo llamado "Muro de las Lamentaciones" (Stena Skorbi en ruso) fue elegido entre los 300 proyectos presentados. Hecha por el escultor Georgy Franguljan, es una valla de bronce en la que están representadas figuras humanas, que se encuentran entre las placas con la inscripción "Recuerda" en 22 idiomas, recordando las muchas nacionalidades de ciudadanos soviéticos reprimidos. Alrededor de la escultura habrá piedras verticales elevadas, lo que según el autor debe significar que "debemos vivir de pie, sin arrodillarnos". Las piedras se tomaron de todos los lugares de prisión diseminados por todo el país. Con motivo de las ceremonias por los perseguidos, se ha reavivado la polémica por un proyecto para construir un monumento a la memoria del escritor Aleksandr Solženicyn, Cantor de los prisioneros de los campos de concentración. La idea fue presentada por un ex convicto disidente, el poeta Vitold Abalkin, a las autoridades de la ciudad de Rostov del Don en 2013, y desde entonces no se han aplacado las controversias que dividen a la población en el juicio del gran escritor. El nombre de Solzhenitsyn es famoso en todo el mundo desde los años 70, cuando ganó el Premio Nobel por su novela "Un día en la vida de Iván Denisovič", que describe la vida en los campamentos. Fue expulsado del país en 1974, cuando comenzó el Archipiélago Gulag, basado en recuerdos de prisioneros de todo el país. El escritor regresó a Rusia en 1994 y fue uno de los inspiradores de la política nacionalista del presidente Putin. Sin embargo, para una gran parte de la opinión pública, sigue siendo un "traidor de la patria", uno de los principales culpables de la crisis y la desaparición de la Unión Soviética, de la cual muchos no han perdido su nostalgia. El monumento de Abalkin debería estar listo para el centenario del nacimiento de Solzhenitsyn, que tendrá lugar en 2018 y será otra ocasión para la reconciliación de la memoria histórica de Rusia.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
03/04/2017 13:32:00 RUSIA Patriarca di Moscú: La Revolución rusa, la acusación a la inteligencia El patriarca Kiril atribuye a los intelectuales ateo “la responsabilidad de los tremendos acontecimientos de hace 100 años”. Buscar la religión porque “demasiada sangre fue derramada”. Las profecías de Bulgakov, Berdjaev y Frank. El pedido sobre el pluralismo. 11/05/2017 12:41:00 KAZAJISTAN Mons. Dell’Oro: La Virgen de Fátima en Karagandá, tierra de los lagers soviéticos Por el centenario de las apariciones de la Virgen de Fátima, las Iglesias de Rusia, Kazajistán y de los otros países de Asia central se encuentran en la ciudad que otrora fue centro de los gulag. El ícono de la Virgen ha viajado por el territorio, involucrando a las familias católicas, pero también a ortodoxos y musulmanes. El Centenario, un estímulo “a la conversión para la vida”. La consagración de Rusia y de Asia central a María.  24/10/2017 14:01:00 RUSIA A 100 años de la Revolución de Octubre, el martirio de la Iglesia católica en la URSS Un libro del historiador Jan Mikrut narra el modo en que los católicos de rito latino y bizantino permanecieron fieles en medio de la vorágine de violencia atea soviética hasta hoy. El volumen sale a la venta en ocasión de los 100 años de la revolución bolchevique.  24/03/2017 13:29:00 RUSIA Optimistas, pesimistas, apocalípticos: Rusia mira los 100 años transcurridos desde la Revolución Comenzaron las celebraciones por el centenario de la Revolución Rusa de 1917. Es importante hacer una revisión histórica: aquellos tiempos resultan muy similares a nuestra era de la post-globalización. El silencio del Patriarcado de Moscú y el silencio de Vladimir Putin. 01/07/2015 RUSIA La estatua del fundador de la Cheka podría volver al centro de Moscú La cuestión podría ser objeto del primer referéndum de la capital rusa en su historia post-soviética. Los promotores de la iniciativa son los comunistas; pero según los analistas también el Cremlin tiene sus intereses.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
A 'Wailing Wall' in memory of Soviet terror Vladimir Rozanskij Memorial Day of Victims of Political Repression marked yesterday. It is estimated that at least 20 million people were sentenced to detention, without counting prisoners, prisoners of war, and interns in psychiatric hospitals. A bronze barrier with the word "Remember" in 22 languages ​​and with stones from the detention sites of the whole country. Controversy on a monument to Solzhenitsyn. Moscow (AsiaNews) - Yesterday, throughout the country, the Day of Memory for Victims of Political Repressions was marked, a milestone in reconciliation with the tragic story that began 100 years ago with the October Revolution. The victims refer mainly to periods of "red terror" proclaimed right after the revolution itself and during the civil war between whites and reds (1918-1921), and that of Stalin's "great terror" from 1937 to 1939. The number of victims of Soviet repression has never been officially established. The calculation must take into account not only the periods mentioned, but the entire 75 years of the Communist dictatorship. According to the official documents of the political police (in its various names of Ogpu, Nkvd, Mvd and Kgb) between 1930 and 1953, the year of Stalin's death, three hundred million people were sentenced for political reasons, and between 1923 and 1953, 800,000 people were shot; figures impressive in themselves, but according to historians definitely well below correct estimates. The Association "Memorial", which deals with rehabilitation and documentation of persecution, has been able to confirm information regarding about 2.6 million citizens of the USSR, establishing their identity, arrest and sentencing, but many victims remain confined to oblivion. Among the most prominent Russian historians, Okhotin and Roginsky believe that from 1921 to 1953 there were 5.5 million condemned "politically"; according to other more general estimates, no less than 20 million people passed through Stalin’s lagers, without counting those in confinement, the prisoners of war and the interns in psychiatric hospitals. The Russian state has neither confronted or sought to deal with  the gathering of information on lagers and repressions- even after the end of communism -  leaving this task to associations such as Memorial and others. The secret archives have been accessible only for a few years, and the Orthodox Church has for some time stopped proclaiming the "new martyrs" because of the impossibility of proceeding with archive research. Meanwhile, at the main concentration camps - what Solzhenitsyn called "Gulag Archipelago" – events and ceremonies are held on a more or less regular basis, such as in the Butovo field on the outskirts of Moscow, or in the Sandormokh Forest, the preferred location for the mass execution by firing squads of priests and bishops detained in the lager of the Solovki islands. The orthodox monks of Solovki, on the other hand, have erased all memories of the prisoners, considering them an offense to the holiness of the place. Symbols of memory On Memorial Day, a monument to the victims of political repression Moscow was placed in the center of in the presence of President Vladimir Putin and the Moscow Patriarch Kirill (Gundjaev). The work called "Wailing Wall" (Stena Skorbi in Russian) was chosen among 300 projects presented. Made by the sculptor Georgij Franguljan, this is a bronze barrier on which human figures are represented, among which there are panels with the word "Remember" in 22 languages, recalling the many nationalities of repressed Soviet citizens. Standing stones will be elevated around the sculpture, which according to the author must mean that "we must live standing, not kneeling." The stones will be taken from all the places of imprisonment scattered around the country. On the occasion of the ceremonies for the persecuted, the controversy over a project to make a monument to the memory of the writer Aleksandr Solženicyn, narrator of prisoners of the lagers, has been re-ignited. The idea was advanced by an dissident poet Vitold Abalkin and former detainee, to the Rostov-on-Don city authorities in 2013, and since then the nation has been divided  over the great writer . The name of Solzhenitsyn has been renowned all over the world since the 1970s, when he received the Nobel Prize for novel Ivan Denisovič, a novel that describes life in the lager. He was then expelled from the country in 1974, when he began Archipelago Gulag, based on memories of prisoners from all over the country. The writer returned to Russia in 1994, and was one of the inspirers of President Putin's nationalist politics. Yet, for a large part of public opinion, he remains a "traitor of the homeland", one of the largest culprits in the crisis and the end of the Soviet Union, for which are still nostalgic. The Abalkin monument should be ready for the 100th anniversary of Solzhenitsyn's birth, which will take place in 2018 and will be another occasion for reconciliation of Russia's historic memory.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Solzhenitsyn: the face of 20th-century Russia The author of the Gulag Archipelago was a scholar of the 20th century who foresaw the contradictions of the third millennium. His return after exile, in 1994, marked the end of Soviet Russia even more than Gorbachev's glasnost did. A man of faith, but hardly sectarian, he left room for everyone to participate in his own journey of conversion, beginning from the rediscovery of the dignity of man and culminating in consent to Christian revelation in its historical expression. 24/10/2017 12:06:00 RUSSIA 100 years after the October Revolution, the martyrdom of the Catholic Church in the USSR A book by historian Jan Mikrut reveals how Latin and Byzantine Catholics remained faithful during the turmoil of Soviet-era atheism, to this day. The volume comes out during the 100th anniversary of the Bolshevik Revolution 24/03/2017 16:18:00 RUSSIA Optimists, pessimists, and apocalyptics look at Russia on the 100th anniversary of the Revolution The commemoration of the centenary of the Russian Revolution of 1917 has begun. A major historical revision is underway. Our post-globalisation times resemble 1917. The Moscow Patriarchate and Vladimir Putin are silent on the matter. 05/12/2008 RUSSIA Alexy II, the contradictions of Orthodoxy and of Russia The deceased patriarch lived through the period from Stalin to Khrushchev; from Gorbachev to Putin. He worked for the expansion of the Russian Orthodox Church, sometimes in conflict with Constantinople. He also admitted periods of "compromise" with the Soviet government. Condolences from Putin and Medvedev. 31/12/2011 EGYPT - ISLAM One year after the massacre of Christians in Alexandria, Egypt seeks a way forward The persecution against Christians mingled with violence against the Arab revolution. In a year more than 1000 dead, thousands injured, 1200 have lost one or both eyes, because the police shoot at eye level. The interim government has not kept its many promises of equality between Christians and Muslims, but here and there are signs of growing alliances, mutual respect and friendship.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Un ‘Muro del Pianto’ a ricordo del terrore sovietico Vladimir Rozanskij Celebrata ieri la Giornata della memoria delle vittime delle repressioni politiche. Si stima che almeno 20 milioni di persone furono condannate ai lager, senza contare i confinati, i prigionieri di guerra e gli internati negli ospedali psichiatrici. Una barriera bronzea con la parola “Ricorda” in 22 lingue e con pietre tratte dai luoghi di detenzione di tutto il Paese. Polemiche su un monumento a Solženicyn. Mosca (AsiaNews) - Ieri in tutto il Paese si è celebrata la Giornata della memoria delle vittime delle repressioni politiche, tappa fondamentale della riconciliazione con la tragica storia iniziata 100 anni fa con la Rivoluzione d’ottobre. Le vittime si riferiscono soprattutto ai periodi del “terrore rosso” proclamato subito dopo la rivoluzione stessa e durante la guerra civile tra bianchi e rossi (1918-1921), e a quello del “grande terrore” staliniano degli anni 1937-1939. Il numero delle vittime delle repressioni sovietiche non è mai stato stabilito in modo ufficiale. Nel calcolo occorre tener conto non solo dei periodi ricordati, ma di tutti i 75 anni della dittatura comunista. Secondo i documenti ufficiali della polizia politica (nelle sue varie denominazioni di Ogpu, Nkvd, Mvd e Kgb) tra il 1930 e il 1953, anno della morte di Stalin, furono condannati per motivi politici 3,8 milioni di persone, e tra il 1923 e il 1953 vennero fucilate 800 mila persone; cifre di per sé impressionanti, ma secondo gli storici decisamente sottostimate. L’associazione “Memorial”, che si occupa in Russia della riabilitazione e della documentazione relativa alle persecuzioni, ha potuto confermare le informazioni relative a 2,6 milioni di cittadini dell’Urss, stabilendo la loro identità, il loro arresto e la loro condanna, ma moltissime vittime rimangono confinate nell’oblio. Tra gli storici russi più autorevoli, Okhotin e Roginskij ritengono che dal 1921 al 1953 ci furono 5,5 milioni di condannati “politici”; secondo altre stime più generiche, dai lager staliniani passarono non meno di 20 milioni di persone, senza contare i confinati, i prigionieri di guerra e gli internati negli ospedali psichiatrici. Lo Stato russo non si occupa - né si è mai ufficialmente occupato, neanche dopo la fine del comunismo - della raccolta d’informazioni sui lager e le repressioni, lasciando questo compito alle associazioni come Memorial e altre. Gli archivi segreti sono rimasti accessibili solo per pochi anni, e anche la Chiesa ortodossa ha da tempo smesso di proclamare i “nuovi martiri”, proprio per l’impossibilità di procedere con le ricerche d’archivio. Intanto, presso i principali campi di concentramento - ciò che Solženicyn ha chiamato “Arcipelago Gulag” - in modo più o meno regolare si svolgono manifestazioni e cerimonie, come nel campo di Butovo nella periferia di Mosca, o nel bosco di Sandormokh, teatro delle fucilazioni di massa di preti e vescovi detenuti nel lager delle isole Solovki. Proprio i monaci ortodossi delle Solovki stanno invece eliminando tutte le memorie dei detenuti, ritenendole un’offesa alla santità del luogo. I simboli della memoria In occasione della Giornata della memoria, nel centro di Mosca è stato collocato un monumento alle vittime della repressione politica, alla presenza del presidente Vladimir Putin e del patriarca di Mosca Kirill (Gundjaev). L’opera denominata “Muro del Pianto” (Stena Skorbi in russo) è stata scelta tra 300 progetti presentati. Realizzata dallo scultore Georgij Franguljan, si tratta di una barriera bronzea su cui sono rappresentate delle figure umane, tra cui sono collocate delle tavole con la scritta “Ricorda” in 22 lingue, che rievocano le tante nazionalità dei cittadini sovietici repressi. Attorno alla scultura verranno elevate delle pietre verticali, che secondo l’autore devono significare che “bisogna vivere stando in piedi, non in ginocchio”. Le pietre verranno portate da tutti i luoghi di reclusione sparsi per il Paese. In occasione delle cerimonie per i perseguitati, si è riaccesa la polemica su un progetto di realizzare un monumento alla memoria dello scrittore Aleksandr Solženicyn, cantore dei prigionieri dei lager. L’idea è stata avanzata da un ex-detenuto dissidente, il poeta Vitold Abalkin, presso le autorità della città di Rostov-sul-Don nel 2013, e da allora non si sono placate le polemiche che dividono la popolazione nel giudizio sul grande scrittore. Il nome di Solženicyn è celebre in tutto il mondo fin dagli anni ’70, quando ottenne il premio Nobel per il romanzo “Una giornata di Ivan Denisovič”, che descriveva la vita nei lager. Fu poi espulso dal Paese nel 1974, quando cominciò la pubblicazione di “Arcipelago Gulag”, composto in base alle memorie dei prigionieri giunte da tutto il Paese. Lo scrittore tornò in Russia nel 1994, e fu uno degli ispiratori della politica nazionalista del presidente Putin. Eppure, per una parte consistente dell’opinione pubblica egli rimane un “traditore della patria”, uno dei massimi colpevoli della crisi e della scomparsa dell’Unione Sovietica, di cui per molti non si è spenta la nostalgia. Il monumento di Abalkin dovrebbe essere pronto per le celebrazioni dei 100 anni dalla nascita di Solženicyn, che si compiranno nel 2018 e saranno un’altra occasione per la riconciliazione della memoria storica della Russia.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Patriarca di Mosca: La Rivoluzione russa, l’accusa all’intelligentsija Il patriarca Kirill attribuisce agli intellettuali atei “la responsabilità per i tremendi avvenimenti di 100 anni fa". Cercare la riconciliazione perché “troppo sangue è stato versato”. Le profezie di Bulgakov, Berdjaev e Frank. La domanda sul pluralismo. 24/10/2017 10:40:00 RUSSIA A 100 anni dalla Rivoluzione d’Ottobre, il martirio della Chiesa cattolica in Urss Un libro dello storico Jan Mikrut narra il modo in cui i cattolici latini e bizantini sono rimasti fedeli nel turbine della violenza atea sovietica, fino ad oggi. Il volume esce in occasione dei 100 anni dalla rivoluzione bolscevica 22/01/2015 RUSSIA Patriarca Kirill per la prima volta alla Duma: riscoprire la solidarietà dell'epoca sovietica Il primate russo ortodosso ha parlato alla Camera bassa del parlamento. Esperti: Siamo in un momento di crisi economica e internazionale, ci serve mobilitare tutte le istituzioni, soprattutto quelle religiose. 24/03/2017 10:20:00 RUSSIA Ottimisti, pessimisti, apocalittici: la Russia guarda ai 100 anni dalla Rivoluzione Sono cominciate le celebrazioni per il centenario della rivoluzione russa del 1917. E’ importante una revisione storica: quei tempi sono molto simili ai nostri della post-globalizzazione. Il silenzio del Patriarcato di Mosca e il silenzio di Vladimir Putin. 07/09/2010 RUSSIA Mancano soldi per identificare resti dei martiri, vittime del terrore rosso I resti di circa 80 vittime del terrore bolscevico aspettano di avere un nome. La scoperta è avvenuta questa estate nei pressi della fortezza di Pietro e Paolo a San Pietroburgo. Per il lavoro di identificazione servirebbero tra i 76mila e i 126mila euro.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 23 ore fa
c'é sempre un Maometto wahhabita Bin Salman che ti guarda con cattive intenzioni Erdogan shariah VENEZIA, 31 OTT - La memoria di Valeria Solesin, la giovane ricercatrice 28enne veneziana uccisa nell'attentato al Bataclan di Parigi il 13 novembre 2015, è ancora viva anche nel cuore dei francesi. Lo testimoniano le continue presenze di turisti transalpini che in occasione della festività dei morti e della ricorrenza della tragedia lasciano un fiore sulla tomba o si raccolgono in preghiera per alcuni minuti. "E' una delle spoglie più visitate di tutta la cittadella lagunare dei morti - conferma il custode del cimitero dell'isola di San Michele - In molti, all'ingresso, ogni giorno ci chiedono esplicitamente come fare a trovarla". Per ora la tomba di Valeria è rappresentata solo da un croce bianca con la sua foto sorridente, conficcata nella nuda terra e circondata da piante e fiori freschi. "Abbiamo ordinato la tomba definitiva ad una ditta del veneziano che la sta realizzando sulla base del nostro progetto - spiega il fratello Dario - e sarà installata proprio in occasione del secondo anniversario della sua morte".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 23 ore fa
ecco gli assasini dei Martiri Cristiani tutti complici di Kim Jong-un ] Registrazione Il vostro account it.sputniknews.com è stato sospeso. Potete richiedere il ripristino scrivendo a moderator.it@sputniknews.com.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 23 ore fa
ogni shariah è un BOIA di NAZISTA... Perché vi meravigliate di questa notizia? per colpa dei wahhabiti tutti i cristiani sono terrorizzati e minacciati di morte nella LEGA ARABA.. e se avee qualche dubbio? io sono OSSERVATORIO sul MARTIRIO dei CRISTIANI da 30 anni!ISTANBUL, 31 OTT - Continua in Turchia la carcerazione preventiva per 4 giornalisti e amministratori di Cumhuriyet, il quotidiano di opposizione laica al presidente Recep Tayyip Erdogan, diventato uno dei simboli delle minacce alla libertà di stampa nel Paese. Lo ha deciso un tribunale di Istanbul, al termine della quarta udienza del processo nei confronti di 19 persone accusate di "terrorismo". Il direttore, Murat Sabuncu è detenuto da 366 giorni insieme al presidente del consiglio direttivo del giornale, Akin Atalay. In custodia cautelare in carcere ci sono poi il reporter investigativo Ahmet Sik e il contabile Emre Iper. In prigione rimane anche Ahmet Kemal Aydogdu, imputato insieme ai dipendenti di Cumhuriyet e accusato di essere dietro al noto account Twitter antigovernativo 'JeansBiri'. La prossima udienza è stata fissata per il 25 e 26. dicembre.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 23 ore fa
poiché noi siamo in un Regime monocratico tecnocratico usurocratico massonico: Bilderberg Rothschild? Così noi abbiamo sentito il bisogno di leggere una notizia un poco alternativa: al sistema Bancario ENTITà la truffa delle SpA Banche Centrali: alto tradimento Costituzionale: il SIGNORAGGIO BANCARIO... gli investimenti economici russi sono stati ridicoli: in corrispondenza agli enormi risultati ottenuti!Semplicemente perché è chiaro a tutti che la Boldrini SpA NetWork satellite TV NWO Satana, cioè, che lei è una bugiarda di FAKE NEWS!Facebook spiega che si accorse dell’influenza di Mosca e avvisò le autorità prima delle votazioni. Il colosso dei social network Facebook ha dichiarato che fino a 126 milioni di americani avrebbero letto materiali relativi alle elezioni inviati da un gruppo legato alla Russia: lo hanno riferito The Hill.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
"Bring the whole tithe into the storehouse (of Israel), so that there may be food in My house, and test Me now in this," says the LORD of hosts, "if I will not open for you the windows of heaven and pour out for you a blessing until it overflows."  Malachi 3:10 I will bless those who bless Israel.  (Genesis 12:3)
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
Non fu che nell'aprile del 2016 che si sentì l'ex-primo ministro del Qatar, Shayq Hamad bin Jasam o "HBJ", affermare in un'intervista a Rula Qalaf del Financial Times [1]: "Voglio dire qualcosa per la prima volta... Quando iniziammo ad impegnarci in Siria nel 2012, ricevemmo via libera col Qatar alla guida (delle operazioni), perché l'Arabia Saudita non voleva farlo. Poi ci fu un cambio politico e Riyadh non ci disse che ci voleva retrocedere. Inoltre, ci ritrovammo concorrenti e non era un bene". Sulla Libia è vergognoso che HBJ riassumesse l'aggressione omicida degli alleati con tale odiosa metafora: "C'erano troppi cuochi, il piatto si rovinò"! Ciò che HBJ non disse è che il via libera statunitense-sionista passò col rosso perché le turpitudini del Qatar commesse in Siria, in stretta collaborazione con la Turchia e una fazione di Hamas attraverso al-Qaida e Fratellanza musulmana, non riuscirono a distruggere lo Stato siriano in pochi mesi come previsto. Ci torneremo... Il 25 ottobre 2017 riservò le sue confidenze alla televisione ufficiale del Qatar "Masrah TV". Intervista di 110 minuti su Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrayn; relazioni con Iran, Israele, Fratellanza musulmana; sostegno alle cosiddette rivoluzioni arabe, ecc. Intervista ritenuta "di grande importanza" dalla rete qatariota che riepiloga le sue dichiarazioni in queste poche righe: “- Deploro profondamente la creazione della rete televisiva "al-Jazeera". - Contattai gli sciiti del Bahrayn per una "riconciliazione". Il problema fu risolto con la forza. Sono contrario a tale tendenza. - Informammo re Abdullah dei nostri contatti con Gheddafi e delle sue cattive intenzioni verso l'Arabia Saudita. - Ogni capitale degli Stati del Golfo deve avere un ruolo specifico al di fuori di qualsiasi confronto, l'Arabia Saudita è la sorella maggiore che deve proteggerci in quanto piccolo Paese. - Con questa crisi, abbiamo dato spettacolo in tutto il mondo, mentre i nostri popoli che vivevano in armonia cominciano a litigare e ad insultarsi. - Tutti vanno negli Stati Uniti, dando dati veri e falsi sui rispettivi Stati, informazioni che saranno uno di questi giorni usate contro tutti noi danneggiandoci”. Sarebbe tedioso tornare su ciascuno di tali punti e molti altri omessi dalla lista, come ad esempio: “- Per ammissione del generale Petraeus degli Stati Uniti, l'ufficio dei taliban a Doha fu aperto su richiesta ufficiale degli Stati Uniti, per usarlo come "hub" dei negoziati per il recupero dei prigionieri. Nel 2003, dopo la demolizione del Grande Buddha, gli rifiutammo l'"ambasciata" nonostante la pressione degli Stati Uniti, dicendo che l'avremmo concesso a uno Stato riconosciuto a livello internazionale. - Partecipammo alla guerra allo Yemen senza saperne la ragione. I sauditi ce lo chiesero e accettammo. - Quando l'ambasciata saudita fu attaccata in Iran, ritirammo l'ambasciatore, mentre avevamo eccellenti relazioni con l'Iran, rispettandone intelligenza e diplomazia e siamo partner presso l'enorme giacimento di gas che condividiamo. - Negli ultimi anni interrompemmo i rapporti con l'Iraq perché la politica saudita lo pretese. Ma adesso li abbiamo restaurati senza neppure dirlo al GCC! Restaurazione che approvo e che avrebbe dovuto essere fatta molto prima. - Non abbiamo particolarmente sostenuto la Fratellanza musulmana. Avevamo solo relazioni interstatali quando Mursi era al potere in Egitto. - Sulla registrazione delle conversazioni con Gheddafi sul cambio di regime in Arabia Saudita, HBJ è costretto ad ammettere che sono autentiche. Ma "nonostante il rispetto dovuto a una morte di cui non va detto che il bene", l'accusò di aver defraudato gli EAU vendendogli una raffineria che non esisteva e di aver estorto il Qatar, senza dire altro. - Su Israele, tutti sanno che: "Il suo reddito nazionale supera quello di qualsiasi Paese arabo, mentre non ha petrolio (!?)... ha cervello e quattro milioni di persone, di cui tre dalla doppia nazionalità, il che significa che possono emigrare ma rimangono perché hanno un obiettivo che cercano di raggiungere. Noi tutti ne cerchiamo l'amicizia e li temiamo. Chi di noi ancora parla della questione palestinese?... Parliamo solo delle modalità della normalizzazione... Conosco bene gli israeliani. Ho lavorato con loro e fui insultato per questo. Ma il nostro obiettivo era la pace... che la questione palestinese si sistemasse pacificamente a Gaza e Cisgiordania... Ora so che molti leader regionali trattano con loro e che molti incontri avvengono, alcuni nel Mar Rosso. Ma so anche che sono destinati al fallimento..." HBJ si chiede se, nonostante tale buona fede e precaria fedeltà, il comportamento dei suoi fratelli assedianti (Arabia Saudita, EAU, Bahrayn e Egitto) non rifletta la volontà d'imporre un cambio nella politica regionale. Una politica che il Qatar probabilmente approverebbe, a condizione che esista, sia chiaramente pianificata, associandosi o permettendogli di potervi aderire. Soprattutto dato che il Qatar gli ha dimostrato magnanimità: "I quattro fratelli avevano riconosciuto il cambio di regime avutosi in Qatar nel 1996... anche se non avevamo bisogno del loro sostegno perché era una decisione del nostro popolo [sic] e mentre sapevamo del complotto contro di noi, partecipammo al vertice di Muscat [2] l'anno prima... All'epoca, i militari di questi Stati assedianti che parteciparono al complotto furono catturati a Doha... Più tardi, re Abdullah chiese di liberarli e di voltare pagina. Sua altezza, il padre del principe attuale, rispose alla richiesta... cioè anche quando la tensione raggiunse il parossismo, mantenemmo un minimo di rispetto reciproco... Non toccammo i simboli e il tono non raggiunse mai il livello attuale..." Non toccarono i simboli! A sentirlo, il Qatar ha solo cacciato in Siria, cucinato in Libia e salvato il popolo di Gaza dalle grinfie terrificanti d'Israele. E se ha perso la preda, non va dimenticato che non è l'unico colpevole e che i fratelli assedianti furono più che complici. In ogni caso, questo è ciò che pensiamo del suo discorso sulla Siria che riserviamo alla fine. Un discorso che non ci dice nulla che non sapevamo già, ma chi meglio del criminale conosce i dettagli del delitto? Anche se non racconta tutta la verità: "Non appena le cose iniziarono in Siria, andai in Arabia Saudita su richiesta del padre di sua altezza. Conobbi re Abdullah, Dio gli conceda la misericordia. Mi disse: "Siamo con voi, andate avanti e ci coordiniamo, ma avrete la responsabilità nelle vostre mani". Ecco cosa facemmo. Non voglio entrare nei dettagli... Abbiamo prove complete su tale argomento. Tutto passava dalla Turchia, tutto fu fatto in coordinamento con le forze statunitensi, i turchi, noi stessi e i nostri fratelli sauditi. Tutti erano presenti coi loro militari. Errori potrebbero essere stati compiuti in alcuni dettagli dell'aiuto, ma non con lo SIIL. Là si esagera! Ci può essere stata una relazione con Jabhat al-Nusra. È possibile. Per Dio, non lo so! Tuttavia, se fosse così posso dire che non appena fu decretato che Jabhat al-Nusra era inaccettabile, non fu più sostenuto e gli sforzi si concentrarono sulla liberazione della Siria... (qui) combattiamo per la preda... la preda è scomparsa... e ancora combattiamo per questa! E ora si hann uccisioni in Siria e Bashar è ancora là... Ora dite che Bashar può rimanere. Non siamo contrari. Non dobbiamo vendicarci di Bashar. Era nostro amico. Ma eravate con noi nella stessa trincea. Avete cambiato idea. Ditecelo!"
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
dopo aver vinto l'oro negli Emirati Arabi Uniti Non suonano l’Hatikvah ad Abu Dhabi, il judoka Tal Flicker se lo canta da solo Il campione di judo israeliano Tal Flicker si è imposto al Grand Slam di Abu Dhabi nella categoria fino a 66 chilogrammi ma poi ha dovuto cantarsi l’inno da solo alla cerimonia di premiazione. Anche se l’Emirato è in buoni rapporti con Israele non ha ancora relazioni diplomatiche. Gli organizzatori hanno così applicato il divieto di alzare la bandiera dello Stato ebraico e suonare l’inno. Ma il judoka, da solo sul podio, lo ha intonato per conto suo in una prova di patriottismo. Le autorità di Abu Dhabi hanno detto che il divieto di mostrare simboli israeliani era volto a garantire “la sicurezza della delegazione” dello Stato ebraico. Le stesse regole erano state applicate a un evento simile due anni fa, ma allora nessun atleta israeliano era salito sul gradino più alto del podio. Flicker ha vinto la finale nel modo più spettacolare, un ippon, l’equivalente del KO nell’arte marziale giapponese, a 25 secondi dalla fine del match, e ha sconfitto l’azero Nijat Shikhalizada, medaglia di bronzo ai mondiali. Il judo è stata la prima arte marziale moderna a essere ammessa alle Olimpiadi. Giordano Stabile, La Stampa, 27 ottobre 2017
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
The Males Family - Ethiopian Aliyah & Absorption Males Family- Ethiopian Aliyah & Absorption In a partnership with the Jewish Agency, an ICEJ team traveled to Gondar, Ethiopia to visit families and hear the struggles of those waiting to immigrate to Israel. This is a personal story from the Males Family of their journey from Ethiopia to Israel. HELP ETHIOPIAN JEWS MAKE ALIYAH You can be a part of a modern-day miracle by partnering with the ICEJ by helping Ethiopian Jews make aliyah and integrate into their homeland of Israel! MAKE A DIFFERENCE TODAY
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
FIREFOX NON RISPONDE
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
la Merkel 666 Junker sono i Bilderberg malati mentali pazzi e assassini.. TRADITORI SIETE I TRADITORI!MOSCA, 31 OTT - Le accuse rivolte a Mosca di aver interferito nelle presidenziali americane dello scorso anno nonché in altre elezioni in alcuni paesi europei sono solo "fantasie" e non sono confermate da "una singola prova": lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov in un incontro con i membri dell'associazione delle imprese europee. "Come sapete - ha detto il capo della diplomazia russa - senza una singolo frammento di prova siamo stati accusati di interferenze nelle elezioni non solo negli Usa ma anche nei paesi europei. Sono recentemente state sollevate accuse secondo cui Mosca sta decidendo quale ministro dovrebbe essere nominato in Sudafrica. In generale - ha concluso Lavrov - non c'è limite alla fantasia".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
è chiaro ANSA il massone si mantiene troppo generico su questa notizia, perché questo è un GOLPE dei Bilderberg SpA Governo ombra NWO, contro il Presidente USA."gli eventi si riferiscono'' a molto tempo fa" fa riferimento alla Amministrazione Obama-ClintonNEW YORK, 31 OTT - ''Le Fake News stanno facendo gli straordinari. Come ha detto il legale di Paul Manafort 'non c'e' collusione' e gli eventi si riferiscono'' a molto tempo fa. Lo afferma Donald Trump su Twitter, torna a intervenire sul caso Manafort, l'ex manager della sua campagna accusato nell'ambito delle indagini sul Russiagate. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/10/31/trump-non-ce-collusione-fatti-vecchi_a7e9873a-7558-447b-a239-b38fd322235e.htmlquì sono presenti 4 miei commenti "Shariah Gender Bilderberg"
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
perché TRUMP DONALD finge di essere idiota? lui sa molto bene che con ordine esecutivo 11110 la colpa non potrebbe mai essere data alla FED. L'assassinio di Jfk, l'Fbi annuncia la diffusione degli ultimi file top secretI documenti saranno pubblicati dall'agenzia federale Usa nelle prossime settimane'Fbi ha annunciato che ha autorizzato la diffusione di tutto il materiale precedentemente secretato nei suoi file sull'assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy. I file verranno divulgati dagli archivi nazionali nelle prossime settimane. La scorsa settimana, Donald Trump aveva dato il via libera alla pubblicazione di 2800 file in base alla scadenza di legge dei 25 anni per la divulgazione di tutti i documenti sull'uccisione di Jfk. Tuttavia aveva ceduto alle pressioni di Cia, Fbi ed altre agenzie mantenendo segreti oltre 300 documenti per questioni di 'sicurezza nazionale'. La Cia aveva spiegato che nei file ancora secretati ci sono i nomi di agenti ed ex agenti segreti, come pure metodi specifici di intelligence e collaborazioni che restano vitali per proteggere la sicurezza del Paese.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
Libia: 12 bambini e donne uccisi a Derna, Missione Onu, oltre a tre uomini e quattro bimbi feriti... "ok, mi dispiace" mi detto Bin Salman " ma tu non ci puoi fare niente se queste cose le decide Allah!" Catalonia Declares Independence From Spain. This Is Only A Sign Of How Europe Is Fragmenting And Heading Towards Another Major War, 2017-10-27 By Theodore Shoebat Catalonia just declared independence from Spain. This is only a sign of how Europe is fragmenting and heading towards another major war. In the subject of today’s video, I talk about Catalonia’s separatism, nationalism and the forces behind nationalism, including the Counterjihad movement’s Filip DeWinter and Pamela Geller: We are witnessing history, […] ------------------------ Muslim Terrorists Kidnap Christian Woman And Her Children And Then Shoot Them In Captivity2017-10-30 Posted in FeaturedGeneralA Christian woman and her two children were kidnapped earlier this week by Muslim terrorists in a village raid. After taking them captives, the terrorists shot all three of them to death in captivity according to a recent report: A Christian woman and her two children were killed in north-central Nigeria last week, three days […] ------------------------ Muslims Pelt Christians And Churches In Egypt With Stones, Government Responds By Closing Churches And Refuses To Prosecute The Muslims2017-10-30 Muslims have been attacking Christians and their churches with rocks in Egypt. After complaining to the police, the government stepped in and forcibly closed the churches and refuses to prosecute the Muslims according to a recent report: Coptic Christians in Egypt have said that they have been pelted by rocks while the government in the […] ------------------------ Major Christian Aid Group Declares ‘Most Of The Money Supposed To Help Christians Either Disappeared Or Never Came’- We Told You This Would Happen, 2017-10-30 FeaturedGeneralWe at Rescue Christians have maintained that in Iraq, what remains for Christians of good will to do is to help the survivors get out of Iraq and to a safe place where they can rebuild their lives and in the future- with the grace of God- eventually bring the Faith back to that area. […] La Catalogna declina l'indipendenza dalla Spagna. Questo è solo un segno di come l'Europa sta frammentando e dirigendo verso un'altra guerra maggiore, 2017-10-27Di Theodore Shoebat La Catalogna ha appena dichiarato l'indipendenza dalla Spagna. Questo è solo un segno di come l'Europa sta frammentando e dirige verso un'altra grande guerra. Nell'ambito del video di oggi, parlo del separatismo, del nazionalismo e delle forze dietro il nazionalismo della Catalogna, incluso Filip DeWinter e Pamela Geller del movimento Counterjihad: stiamo assistendo alla storia, [...]  ------------------------ I terroristi musulmani uccidono la donna cristiana ei suoi figli e poi li sparano nella cattività2017-10-30 Inserito in FeaturedGeneralUna donna cristiana ei suoi due figli sono stati rapiti all'inizio di questa settimana dai terroristi musulmani in un attacco di villaggio. Dopo averli catturati, i terroristi hanno sparato tutti e tre a morte in cattività secondo una recente relazione: una donna cristiana ei suoi due figli sono stati uccisi nella Nigeria nord-settentrionale la settimana scorsa, tre giorni [...] ------------------------ I cristiani e le chiese dei musulmani in Egitto con le pietre, il governo risponde chiudendo le chiese e rifiuta di perseguire i musulmani2017/10/30I musulmani hanno attaccato i cristiani e le loro chiese con le rocce in Egitto. Dopo aver denunciato alla polizia, il governo ha fatto un passo avanti e ha forzatamente chiuso le chiese e rifiuta di perseguire i musulmani secondo un recente rapporto: i cristiani copti in Egitto hanno detto che sono stati colpiti da rocce mentre il governo [...] ------------------------ Il principale gruppo di aiuto cristiano declina 'la maggior parte dei soldi per aiutare i cristiani o sono stati nati o non sono mai stati' - ti abbiamo detto che sarebbe successo, 2017-10-30 FeaturedGeneralNoi ai Rescue I cristiani hanno sostenuto che in Iraq ciò che rimane per i cristiani di buona volontà è quello di aiutare i sopravvissuti a uscire dall'Iraq e in un luogo sicuro dove possono ricostruire la propria vita e in futuro - con la grazia di Dio - alla fine portare la Fede in quella zona. [...]
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
a proprosito delle ''Le Fake News" Boldrini ha detto di fare molta attenzione.... a questo fenomeno molto inquietante del NWO, perché chi sia stato all'11-09, a buttare giù quelle torri? soltanto il Presidente Francesco Cossiga lo ha spifferato a tutti.. perché ha detto: "tutti lo sanno", infatti tutti i Governi del mondo furono preavvertiti! Inoltre, è vero che Stefano Montanari, ha scritto qualche libro, ma questo non fa di lui uno "Scrittore" come si dice in internet di lui (altra ''Le Fake News"), che invece è uno scienziato che vede sempre le nano particelle di: uranio acciaio, ferro, tungsteno, alluminio ecc.. ecc.. nei vaccini, con il suo microscopio a scansione.. e lui lo può dimostrare anche,soltanto che tutti hanno paura di vedere le sue dimostrazioni perché hanno paura dei sacerdoti di Satana... però il Ministro FEDELI ha detto che deve dirlo a 4 milioni di studenti italiani, lo stesso, cioè, questa storia delle ''Le Fake News", anche perché sanno tutti che il SIGNORAGGIO BANCARIO alto tradimento Costituzionale lo sanno tutti i Bilderberg PD BCE FMI FED che non è una ''Le Fake News" soltanto che nessuno ci può fare niente, perché loro hanno tradito tutti a JaBullON!http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/10/31/trump-non-ce-collusione-fatti-vecchi_a7e9873a-7558-447b-a239-b38fd322235e.html
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
Anna Bortsova Monday, Oct. 30th View on United with Israel ] Did you know Shoebat is gone? Lo sapevi che Shoebat è andato? ANSWER I DO NOT need to know things from Shoebat ... why, I AM OBSERVATORY about the martyrdom of Christians for 30 years ... the reality of Christians under Islam, Mohammed and Shariah League ARAB OCI UN? it is a reality so vast, desperate and frightening that there are not enough words in quantitative terms, that, in a qualitative way: to tell it! IO NON Ho bisogno di sapere le cose da Shoebat ... perché, io sono OSSERVATORIO sul Martirio dei cristiani da 30 anni... la realtà dei cristiani sotto Islam, Maometto e shariah LEGA ARABA? è una realtà così vasta, disperata e spaventosa che non ci sono le parole appropriate sia in modo quantitativo, che in modo qualitativo: di poterlo raccontare!
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
VLADIMIR PUTIN ] CAINO brutto figlio di puttana, come è, dove è: tuo fratello Abele, il cristiano in Korea North?
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
i russi mi hanno espluso da it.sputniknews perché del destino dei martiri cristiani in Korea North?non interessa agli interessi economici!hanno bruciato anche tutti i commenti dei canali facebook di secondo livello per la paura di non volermiincontrare!
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
KIM JONG-UN il BOIA! Il quotidiano sudcoreano Chunan Ilbo sostiene che le autorità cinesi hanno recentemente arrestato gli agenti nordcoreani che hanno tentato di assassinare il nipote dell'attuale leader del Nord Corea Kim Jong-un, il 22enne Kim Han Sol. Il ragazzo è il figlio di Kim Jong Nam, che è stato precedentemente assassinato all'aeroporto di Kuala Lumpur in Malesia all'inizio di quest'anno. L'uomo è morto, presumibilmente per avvelenamento con una sostanza altamente tossica, il VX. Pyongyang è sospettata di essere coinvolta in questo. Dalla morte di suo padre il 13 febbraio, Kim Khan Sol è sotto scorta. "Gli agenti speciali del servizio d'intelligence nordcoreano sono stati dispiegati in Cina per eliminare Kim Han Sol, ma alcuni di loro sono stati arrestati dalle forze di sicurezza cinesi, e in segretezza rigorosa vengono interrogati" riporta il quotidiano. Secondo lui, sette agenti della Corea del Nord sono stati inviati in Cina. Sullo sfondo di una maggiore sicurezza durante il congresso del Partito Comunista Cinese, due di loro sono stati arrestati e interrogati sul tentativo di assassinio imminente del nipote di Kim Jong-un. La famiglia di Kim Jong Nam ha vissuto a Macau, ma dopo la sua morte a Kuala Lumpur, è partita per una destinazione sconosciuta. Oltre a Kim Khan Sol, rimase sua madre Lee Hyo Gyeong e sua sorella Kim Sor Hee.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[12:31, 31/10/2017] Gruppo Mladic: Non hai detto che sei il consigliere di dio ??? [12:32, 31/10/2017] UNIUS REI: si, lo sono! ANSWER DICIAMO CHE PIù che consigliare, noi ci consultiamo
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[12:31, 31/10/2017] Gruppo Mladic: Non hai detto che sei il consigliere di dio ??? [12:32, 31/10/2017] UNIUS REI: si, lo sono! [12:33, 31/10/2017] Gruppo Mladic: e fai come il tuo datore ...???: il parassita [12:33, 31/10/2017] UNIUS REI: non c'é nulla di indegno nel Regno di Dio, noi siamo la verità e la giustizia [12:33, 31/10/2017] UNIUS REI: anche se non è facile consigliare qualcuno che conosce il futuro [12:33, 31/10/2017] Gruppo Mladic: secondo me non sa un tuppo, [12:34, 31/10/2017] Gruppo Mladic: sappiamo più io e te ...: sei come il csm: 👺 [12:34, 31/10/2017] UNIUS REI: il tempo è una creazione CONTINUA, non c'é passato e futuro per Dio
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
dobbiamo arrestare i congiurati DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE e quindi criminalizzare tutte le gerarchie massoniche.. IL REGIME bILDERBERG, ECC.. E incamerare i loro beni... MOSCA, 31 OTT - La Russia non si sente "assolta" dalle accuse mosse contro Paul Manafort poiché non si è mai considerata "colpevole". Così il portavoce del Cremlino commenta gli sviluppi del 'Russiagate' negli Usa. "Sin dall'inizio abbiamo espresso la nostra assoluta incomprensione per le accuse infondate di essere coinvolti nell'effimera intromissione nelle elezioni americane", ha detto Dmitri Peskov. "Osserviamo con interesse" quanto accade a Washington e speriamo che le indagini non portino a un "inasprimento della russofobia". Lo riporta la Tass.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
Shariah Gender Bilderberg tutto il mondo è minacciato dalla shariah tutto il mondo è in stato di emergenza! avete più di 8 milioni di musulmani che diventeranno, 24 milioni tra 10 anni e se la shariah non verrà condannata dalla LEGA ARABA, per il maggioritario pretenderanno di avere il loro califfato! Francia: finisce stato emergenza. Da domani stop a misure speciali decretate la notte del Bataclan
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
+39390289731867 hanno registrato il timbro della mia voce
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[12:07, 31/10/2017] Gruppo Mladic: mi meraviglio che credi al paradisiello ed all'infernuccio ... [12:08, 31/10/2017] Gruppo Mladic: ma anche come metafora mio caro "nemico"... [12:09, 31/10/2017] UNIUS REI: la Madonna a Fatima ha reso trasparente il suolo con un raggio di luce che usciva dalla sua mano e i tre bambini Lucia Giacinto e Francesca hanno descritto uno spettacolo raccapricciante! ... vai a leggere e informati! [12:10, 31/10/2017] UNIUS REI: io sono il nemico di tutti i disgraziati che cadono nell'inferno, affermativo... ma dubito che tu cadrai all'inferno lo dubito con assoluta certezza
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
La Chiesa Ortodossa Russa è preoccupata dal destino dei cristiani in Medio Oriente e spera che saranno create le condizioni per il loro ritorno nella regione, ha riferito a RIA Novosti il ​​metropolita Hilarion di Volokolamsk. Il metropolita Hilarion partecipa ad Atene alla conferenza internazionale "Pluralismo religioso e culturale e coesistenza pacifica in Medio Oriente". Ha parlato della situazione in Medio Oriente, in Siria, in particolare ha rilevato il ruolo dell'esercito russo che di fatto ha contribuito alla liberazione di quasi tutto il territorio siriano dai terroristi. "Affinchè i cristiani possano fare ritorno nei loro luoghi di origine, è necessario garantire in primo luogo una rapida riapertura di monasteri, chiese e santuari andati distrutti, in secondo luogo recuperare e forse ricostruire le case dei cristiani. Perchè se non hanno un posto dove tornare, se non hanno una casa, se mancano le infrastrutture e le scuole e gli ospedali non funzionano, è inutile sperare che i cristiani possano ritornare," — ha detto Hilarion. [11:58, 31/10/2017] UNIUS REI: inferno è 10 km sotto i tuoi piedi e paradiso è 10 km sopra la tua testa, tu sei al centro di una distanza complessiva di 20km[12:03, 31/10/2017] Gruppo Mladic: mi son scansato questi due guai: deograzia[12:04, 31/10/2017] UNIUS REI: perché? i morti stanno soltanto all'inferno! in Paradiso? sono tutti vivi e felici! Fabio Franceschini · FirenzeDi certo non se ne preoccupa Roma.e se lo fa nessuno se ne accorge Giuliano SantandreaBuon giorno, Roma non se ne occupa di certo, il Papa è tenuto prigioniero, non può parlare, non può agire, povero Santo Benedetto XVI. Al suo posto siede l’emiro bergoglio messo lì dal fratello mussulmano Barak Hussein Obama. La Santa Russia potrebbe tornare a una politica di ampio respiro come era ai tempi dello Zar. nikita09:07 31.10.2017Il cristianismo è divenuto la religione della debolezza. È una malattia degenerativa una volta insediato in un territorio.Lo vediamo che cosa hanno fatto popoli cristiani in Africa, Sud America ed Europa.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[11:48, 31/10/2017] UNIUS REI: senza volerlo hai dimostrato la esistenza del Paradiso e dell'INFERNO e la loro necessità [11:55, 31/10/2017] Gruppo Mladic: 🤣🤣🤣 dimmi dove stanno, invio loro renzi e il papa. .. [11:58, 31/10/2017] UNIUS REI: inferno è 10 km sotto i tuoi piedi e paradiso è 10 km sopra la tua testa, tu sei al centro di una distanza complessiva di 20km
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
Korea North e horror ] [11:33, 31/10/2017] UNIUS REI: poi, devi adore i Kim, perché sono Dio in terra: e forse è questo che condanna a morte i cristiani senza appello! 😀 [11:34, 31/10/2017] Gruppo Mlaserbia: Beh! si tratta di un seminfermo ....😏 [11:34, 31/10/2017] Gruppo Mlaserbia: 😕 [11:48, 31/10/2017] UNIUS REI: senza volerlo hai dimostrato la esistenza del Paradiso e dell'INFERNO e la loro necessità


IT
Human sacrifice 666 Cremation of Care
4 iscritti
981 commenti
Ordina per
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
Aggiungi un commento pubblico...
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 20 minuti fa
Trilaterale: Putin, Rohani e Aliyev ( comunisti che fingono di essere cristiani) Trilaterale: Merkel Mogherini e Boldrini ( Bilderberg che hanno usato la Galassiah jihdista per invadere la Siria) Trinità Satanica: Morgan, Rothschild Rochefeller (saanisti che fingono di essere cristiani)... ecc... nessuno si è accorto che la Ummah shariah ha dichiarato guerra al mondo! Perché allora Kim Jong-un dovrebbe smettere di fare il genocidio comunista dei cristiani?
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 36 minuti fa
Alessandro Zonetti · University of Rome Tor Vergata i musulmani vanno controllati bene fanno gli eritrei, noi europei dobbiamo fare altrettanto . Mario Milani · Università degli Studi di Padova O si usano certe misure o si finisce come il Libano ... Da questo punto di vista gli eritrei stanno applicando il "protocollo Myanmar". - ADDIS ABEBA, 1 NOV - Almeno 28 morti e oltre cento feriti nella repressione di rare proteste segnalate ad Asmara, la capitale dell'Eritrea. A sostenerlo è il maggiore gruppo di opposizione del paese, la Red Sea Afar Democratic Organization. La sua portavoce, Nasredin Ali, ha precisato all'Associated Press che le proteste erano cominciate lunedì e sono aumentate ieri in reazione alla richiesta del governo di controllare la scuola di una comunità musulmana ad Asmara. Il rifiuto della comunità ha portato a 40 arresti e, per reazione, "alle massicce proteste", ha detto la portavoce. Ali ha segnalato che la situazione nella capitale eritrea è tesa a causa di un funerale e che l'esercito sta facendo affluire forze da fuori Asmara. Il gruppo è basato nella confinante Etiopia. L'Eritrea, ex colonia italiana, è uno dei Paesi più chiusi al mondo.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 39 minuti fa
Un impressionante numero di bambini - alcuni anche di appena 12 mesi - hanno vissuto esperienze di violenza, spesso causate da chi dovrebbe prendersene cura. Lo denuncia è contenuta in un nuovo rapporto dell'Unicef che usa gli ultimi dati per rivelare le violenze che i bambini subiscono in ogni momento della loro infanzia e in tutti i contesti. In base ai dati raccolti a livello globale, ogni 7 minuti un adolescente viene ucciso a causa di un atto di violenza. Secondo il rapporto tre quarti dei bambini tra i 2 e i 4 anni - circa 300 milioni - subiscono a casa aggressioni psicologiche e/o fisiche. Inoltre circa 6 bambini su 10 di un anno di età, in 30 Paesi in cui sono disponibili dati, sono regolarmente vittime di un'educazione violenta. Unicef denuncia poi che circa un quarto dei bimbi di un anno viene strattonato per punizione e circa 1 su 10 viene schiaffeggiato o colpito al viso. Nel mondo, infine circa 15 milioni di ragazze adolescenti tra i 15 e i 19 anni sono state costrette a rapporti sessuali.
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 57 minuti fa
Kris Kristian /by/kriskristian/ TO lorenzoJHWH 7 hours ago can you please explain what you are referring to? Are you suggesting that Talmud is racist and violent? We are unable to post your comment because you have been banned by World Israel NWO SpA JaBullOn nazi Bilderberg https://unitedwithisrael.org/boycott-activists-call-on-nick-cave-to-cancel-israel-concert/#comment-3594726893
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 1 ora fa
We are unable to post your comment because you have been banned by United with Israel 666 SATANA lorenzoJHWH Leslie • 15 hours ago all traitors who do not abjure shariah must be expelled: as immediate expulsion must be done, for London Labor mayor Sadiq Khan, targeted by President Donald Trump on previous terrorist attacks against the British capital. "London - writes Khan - is tonight at the side of the great New York City, in pain and solidarity." tutti i traditori che non abiurano la shariah, devono essere espulsi: come Immediata espulsione deve essere fatta anche, per il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, preso di mira dal presidente Donald Trump in occasione di precedenti attacchi terroristici contro la capitale britannica. "Londra - scrive Khan - e' stanotte al fianco della grande citta' di New York, nel dolore e nella solidarieta'". =============== I am a Observatory on the Martyrdom of Christians, for 30 years, my data is officially shared by several independent international organizations, every 8 minutes a Christian is killed in the world because of his faith, where is the disdain indignation of all this? Under Ataturk there were 300,000 Christians frightened and hidden in Turkey, and today German retired tourists die and the Bishops(for official diplomatic commission) are also slashed, their throats cut, as he is showing dimoplomatica because Erdogan has too sick shariah mental as he and as alpcns Nazism did not demand a divine mandate to seize into genocide; Ummah shariah law, all slaves dhimmis e murtids peoples in the world, but sharia? it pretends so il nazismo non pretendeva un mandato divino per sgozzare tutti i popoli del mondo, ma, la sharia? lo pretende io sono Osservatorio sul Martirio dei Cristiani, da 30 anni, i miei dati sono ufficialmente condivisi da diversi organismi internazionali indipendenti, ogni 8 minuti un cristiano viene ucciso nel mondo a causa della sua fede, dove è lo sdegno er tutto questo? Sotto Ataturck esistevano 300000 cristiani spaventati e nascosti in Turchia, ed oggi muoiono i turisti pensionati tedeschi e vengono sgozzati anche i Vescovi che invia come rappresentana diplomatica perché Erdogan ha troppo malati mentali shariah come lui e come alpcns ===== Ray lorenzoJHWH • 7 hours ago London Labour mayor Sadiq Khan - I do not trust him at all .. Join the discussion… × We are unable to post your comment because you have been banned by United with Israel. Find out more. Avatar alpcns . Ray • 7 hours ago Oh he can be trusted. He's a "progressive" and a Muslim, the perfect combination for total disaster. Hence, he can always be trusted to make the consistently wrong choices and reach ludicrous - if not mindblowing - conclusions. He reminds me of the Light Worker, the leftist Messiah, (ex-)"president" Zero - a smooth talking backstabber: his ignorance is only surpassed by his stupidity, breathtaking delusions and fanatic ideology. https://unitedwithisrael.org/boycott-activists-call-on-nick-cave-to-cancel-israel-concert/#comment-3594726893
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 15 ore fa
BUENOS AIRES, 1 NOV - Tra le vittime dell'attentato a New York ci sono cittadini argentini: lo rende noto il ministero degli esteri a Buenos Aires. "Il nostro consolato a New York e' impegnato insieme alle autorita' locali nell'identificazione delle vittime", ha precisato il ministero, ricordando che "il governo e' profondamente scosso" per la notizia.     I am OBSERVATORY on the Martyrdom of Christians: For 30 YEARS, if there was no sharia genocide of Christians in ARABA LEGA? then there would be no terrorism in Israel too ... and all this can see, Islamic people create problems all over the world, as in Israel! If the DEMO PLUTO GIUDAIC MASSONE SpA FED IMF ECB had not sworn eternal hatred against Jesus of Nazareth and his followers forever? then, there would be no problems to accomplish in M.O. a homeland for the Jews all ..But, the Pharisees are weary and satanic and do not want to have a homeland and this condemn to death all Israelis!all traitors who do not abjure shariah must be expelled: as immediate expulsion must be done, for London Labor mayor Sadiq Khan, targeted by President Donald Trump on previous terrorist attacks against the British capital. "London - writes Khan - is tonight at the side of the great New York City, in pain and solidarity." tutti i traditori che non abiurano la shariah, devono essere espulsi: come Immediata espulsione deve essere fatta anche, per il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, preso di mira dal presidente Donald Trump in occasione di precedenti attacchi terroristici contro la capitale britannica. "Londra - scrive Khan - e' stanotte al fianco della grande citta' di New York, nel dolore e nella solidarieta'".ROMA "Vicinanza ai nostri amici #USA per efferato atto terroristico a #Manhattan e solidarietà alle famiglie delle vittime". Lo ha twittato il ministro degli esteri Angelino Alfano.Io SONO OSSERVATORIO sul MARTIRIO DEI CRISTIANI: da 30 ANNI, se non esisteva un genocidio sharia dei cristiani nella LEGA ARABA? poi, anche il Israele non ci sarebbe stato nessun terrorismo.. e questo tutti lo possono vedere, islamici creano problemi in tutto il mondo, come in Israele!Se i DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE, non avessero giurato odio eterno contro Gesù di Nazareth e contro i suoi seguaci in eterno? poi, non ci sarebbe stato nessun probleme per realizzare in M.O. una Patria per gli ebrei tutti..ma, Farisei sono usurai e satanisti e non vogliono avere una Patria e questo condanna a morte shoah tutti gli israeliani! Nick Cave sta pensando di tornare per un'altra performance in Terra Santa, ma gli odianti di Israele lo chiedono di annullare il concerto. Gli attivisti che propagano boicottaggio contro Israele hanno pubblicato una lettera aperta al famoso rocker e cantautore Nick Cave per annullare i suoi prossimi concerti in Israele questo novembre."Per favore non partecipare all'apartheid, boicottare Israele!" Inizia la lettera.In una lunga lettera accusando Israele dell'apartheid e un lungo elenco di presunti reati, gli attivisti anti-israeliani chiedono a Cave di "prendere la via della giustizia". Dite qualcosa esplicito contro il razzismo, l'occupazione e l'apartheid, e vieni contro di essa. Annullare il tuo concerto in Apartheid Israel! "Oltre a questa lettera, gli Artisti per Palestina UK, un gruppo con Roger Waters e Ken Loach, due noti attivisti anti-israeliani, hanno pubblicato un'altra lettera che chiede all'artista australiano di annullare il suo concerto in Israele, dicendo che l'esecuzione in Israele dà "l'approvazione pubblica per lo status quo "in Israele.Boycott Activists Call on Nick Cave to Cancel Israel ConcertGli attivisti del boicottaggio invitano Nick Cave ad annullare il concerto di Israele
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 15 ore fa
all traitors who do not abjure shariah must be expelled: as immediate expulsion must be done, for London Labor mayor Sadiq Khan, targeted by President Donald Trump on previous terrorist attacks against the British capital. "London - writes Khan - is tonight at the side of the great New York City, in pain and solidarity." tutti i traditori che non abiurano la shariah, devono essere espulsi: come Immediata espulsione deve essere fatta anche, per il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, preso di mira dal presidente Donald Trump in occasione di precedenti attacchi terroristici contro la capitale britannica. "Londra - scrive Khan - e' stanotte al fianco della grande citta' di New York, nel dolore e nella solidarieta'".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 16 ore fa
ROMA "Vicinanza ai nostri amici #USA per efferato atto terroristico a #Manhattan e solidarietà alle famiglie delle vittime". Lo ha twittato il ministro degli esteri Angelino Alfano.Io SONO OSSERVATORIO sul MARTIRIO DEI CRISTIANI: da 30 ANNI, se non esisteva un genocidio sharia dei cristiani nella LEGA ARABA? poi, anche il Israele non ci sarebbe stato nessun terrorismo.. e questo tutti lo possono vedere, islamici creano problemi in tutto il mondo, come in Israele!Se i DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE, non avessero giurato odio eterno contro Gesù di Nazareth e contro i suoi seguaci in eterno? poi, non ci sarebbe stato nessun probleme per realizzare in M.O. una Patria per gli ebrei tutti..ma, Farisei sono usurai e satanisti e non vogliono avere una Patria e questo condanna a morte shoah tutti gli israeliani!
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 16 ore fa
I AM OBSERVATORY on the Martyrdom of Christians: For 30 YEARS, if there was no sharia genocide of Christians in ARABA LEGA? then there would be no terrorism in Israel too ... and all this can see, Islamic people create problems all over the world, as in Israel! If the DEMO PLUTO GIUDAIC MASSONE had not sworn eternal hatred against Jesus of Nazareth and his followers forever? then, there would be no problems to accomplish in M.O. a homeland for the Jews all .. But, the Pharisees are weary and satanic and do not want to have a homeland and this condemn to death all Israelis! Io SONO OSSERVATORIO sul MARTIRIO DEI CRISTIANI: da 30 ANNI, se non esisteva un genocidio sharia dei cristiani nella LEGA ARABA? poi, anche il Israele non ci sarebbe stato nessun terrorismo.. e questo tutti lo possono vedere, islamici creano problemi in tutto il mondo, come in Israele! Se i DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE, non avessero giurato odio eterno contro Gesù di Nazareth e contro i suoi seguaci in eterno? poi, non ci sarebbe stato nessun probleme per realizzare in M.O. una Patria per gli ebrei tutti.. ma, Farisei sono usurai e satanisti  e non vogliono avere una Patria e questo condanna a morte shoah tutti gli israeliani!  Nick Cave sta pensando di tornare per un'altra performance in Terra Santa, ma gli odianti di Israele lo chiedono di annullare il concerto. Gli attivisti che propagano boicottaggio contro Israele hanno pubblicato una lettera aperta al famoso rocker e cantautore Nick Cave per annullare i suoi prossimi concerti in Israele questo novembre. "Per favore non partecipare all'apartheid, boicottare Israele!" Inizia la lettera. In una lunga lettera accusando Israele dell'apartheid e un lungo elenco di presunti reati, gli attivisti anti-israeliani chiedono a Cave di "prendere la via della giustizia". Dite qualcosa esplicito contro il razzismo, l'occupazione e l'apartheid, e vieni contro di essa. Annullare il tuo concerto in Apartheid Israel! " Oltre a questa lettera, gli Artisti per Palestina UK, un gruppo con Roger Waters e Ken Loach, due noti attivisti anti-israeliani, hanno pubblicato un'altra lettera che chiede all'artista australiano di annullare il suo concerto in Israele, dicendo che l'esecuzione in Israele dà "l'approvazione pubblica per lo status quo "in Israele. Boycott Activists Call on Nick Cave to Cancel Israel Concert Gli attivisti del boicottaggio invitano Nick Cave ad annullare il concerto di Israele
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Punjab, una niña cristiana fue violada y torturada. La condena de los activistas Shafique Khokhar El hecho sucedió en la ciudad de Sheikhupura. La menor tiene 12 años y concurre a sexto grado. La madre quiso presentar la denuncia, pero la policía no la dejó registrar el caso.   Sheikhupura (AsiaNews) – Una niña  cristiana de 12 años fue raptada, violada y marcada y lastimada con colillas de cigarrillos encendidas, por tres hombres musulmanes. Sucedió en Sheikhupura, en el Punjab pakistaní. Hablando con AsiaNews, activistas, católicos y musulmanes condenan el último episodio de violencia contra la minoría cristiana del Pakistán. La menor se llama Meshal y es una estudiante de sexto grado. La madre denunció en un canal televisivo pakistaní que fue a la policía para presentar la denuncia, pero los agentes no quisieron registrar el caso y tampoco iniciaron una investigación contra los criminales. Hoy, el jefe de ministros de la provincia Mian Mohammad Shahbaz Sharif, fue informado del incidente. El activista Shahid Anwar condena “este brutal acto de persecución contra [un miembro de la] minoría religiosa. En Pakistán sucede con frecuencia que las muchachas son raptadas, violadas y convertidas por la fuerza. Las autoridades competentes no ejercen controles”. Según Anwar, el caso de la menor “es doblemente riesgoso. En primer lugar, porque la víctima pertenece a una minoría religiosa; en segundo lugar, porque es una mujer. Además, cuando los menores de edad se dirigen a una comisaría para presentar reclamos, no son tratados a la par de los demás ciudadanos, y su quejas no son tomadas en serio”. Benish Patras, coordinador de la Comisión nacional Justicia y Paz, agrega: “Las minorías son vulnerables y se las margina, con lo cual son blancos fáciles [de atacar]. Las autoridades y las instituciones locales deben emprender investigaciones y registrar el caso contra los culpables. Además, el gobierno debe asegurar la aplicación de la ley contra los delitos de honor y de violación” Muhammad Aamir Kakkazai, escritor e investigador islámico, sostiene: “nuestro país no tiene buena fama en lo que concierne a las defensa de los derechos de las minorías. Las personas pobres no tienen derechos, y para las minorías, la situación es todavía peor. Ellas padecen discriminaciones en todos los niveles de la sociedad, desde los puestos estatales a los empleos del ámbito privado.  Son víctimas de actitudes intolerantes incluso estando en público”. Luego cita a la escritora Farahnaz Ispahani, que en su libro “Purifying the Land of the Pure” [“Purificar la tierra de los puros” –ndr] cita el ejemplo de Mohammad Ali Jinnah, el padre fundador del Pakistán: “Él imaginaba un país moderno y laico, en el cual todos fuesen libres de profesar su religión. Según  Ispahani, el lobby religioso ha secuestrado al Pakistán de Jinnah. [Lo que ha pasado] es intolerable para una sociedad moderna. El gobierno de Punjab debe adoptar acciones severas contra los culpables”.  enviar a un amigo Versión para imprimir TAGs pakistán punjab niña 12 años cristiana violada raptada lastimada activistas condena discriminación 12/07/2016 16:04:00 PAKISTAN Faisalabad, joven cristiana raptada por musulmanes. El padre fue asesinado cuando intentó salvarla Una muchacha de catorce años fue secuestrada con la excusa de proponerle un puesto de trabajo. El padre hizo la denuncia y luego fue obligado a retirar la acusación con la promesa de que recuperaría a su hija. Pero cuando fue a buscarla, fue asesinado a sangre fría. La esposa y las otras hijas viven con miedo a las represalias. Piden la ayuda del pueblo de Dios.  05/01/2017 14:38:00 PAKISTÁN Lahore, arrestados 110 imanes: alababan el asesinato de Salman Taseer El arresto sucedió en el día del aniversario de la muerte del ex gobernados de Punjab, asesinado porque había defendido a la cristiana Asia Bibi. Activista y personas comunes han desafiado las amenazas de muerte y participaron en la ceremonia fúnebre conmemorativa. 16/10/2017 12:57:00 PAKISTÁN Punjab, tres ahmadis condenados a muerte por blasfemia Los presuntos culpables son Mubasher Ahmad, Ghulam Ahmed y Ehsan Ahmed. El portavoz de los Ahmadi: "La condena es injusta". La semana pasada, los generales del ex primer ministro Sharif llamaron al boicot social de la minoría "herética".   18/02/2016 15:11:00 PAKISTAN Punjab, minorías religiosas: ¡Basta de discriminaciones! Que el gobierno respete la Constitución Es el pedido lanzado, a través de Asianews,  por  Lela Robin Daniel, presidente de la Alianza para las minorías, que pide a los políticos que tutelen a los grupos minoritarios, como es exigido por las leyes del Estado y por la sharia. “El art.  27 de la Constitución es claro, como lo es también la Convención internacional suscripta por Pakistán”. La sharia impone a los empleadores tratar a los empleados “como hermanos”. 11/10/2017 13:42:00 PAKISTAN Punjab, joven cristiano torturado a muerte por la policía Fue asesinado durante las lecciones. Se había negado a convertirse al islam.. Las discusiones con los compañeros, testigos y promotores de las violencias. Activistas condenan la violencia y la impunidad contra las minorías religiosas: cualquiera es libre de comportarse como acusador, juez y ejecutor. Justicia y Paz: esta tendencia no es nueva, sino que crece sin control y sigue estando impune.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
PAKISTAN Christian girl is abducted and tortured in Punjab, activists condemn the misdeed Shafique Khokhar The incident occurred in the city of Sheikhupura. The 12-year-old girl is in sixth grade. Her mother wanted to file a complaint but the police refused to register it. Sheikhupura (AsiaNews) –  12-year-old Christian girl was kidnapped, raped and tortured with cigarette butts by three Muslim men in Sheikhupura, Punjab (Pakistan). Reacting to the latest case of anti-Christian violence, activists, Catholics and Muslims spoke to AsiaNews to condemn it in no uncertain terms. The girl’s name is Meshal, a six grader. Her mother told a Pakistani television channel that she went to the police to file a complaint, but the agents refuse to file the case or start a criminal investigation. Punjab Chief Minister Mian Mohammad Shahbaz Sharif was informed of the incident today. Activist Shahid Anwar condemns "this brutal act of persecution of a [member of a] religious minority. In Pakistan, girls are often taken, raped and converted by force. The competent authorities did not take any action.” For the girl, "things are twice as bad. First, because she belongs to a religious minority. Secondly, because she is a woman. What is more, when minors go to police to file complaints, they are not treated the same way as other citizens, and their complaints are not taken seriously." "Minorities are vulnerable and marginalised, so they are easy targets,” said Benish Patras, coordinator of the National Justice and Peace Commission. “Local authorities and institutions must investigate and register the charges against perpetrators. The government must also ensure the application of laws against honour crimes and rape." "Our country has no good reputation when it comes to the defence of minority rights,” said Muhammad Aamir Kakkazai, an Islamic writer and researcher. “Poor people have no rights and minorities are even worse. They suffer discrimination at all levels of society, from the state to private employment. They are victims of intolerant attitudes even in public." Like writer Farahnaz Ispahani, who in her book ‘Purifying the Land of the Pure’ refers to the example of Mohammad Ali Jinnah, the founding father of Pakistan who envisioned a modern secular country in which everyone would enjoy religious freedom, Kakkazai said: “According to Ispahani, the religious lobby hijacked Jinnah’s Pakistan. [What happened] is not tolerable in a modern society. The Punjab government must take strong action against the perpetrators."
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
16/10/2017 11:51:00 PAKISTAN Punjab, tre ahmadi condannati a morte per blasfemia I presunti colpevoli sono Mubasher Ahmad, Ghulam Ahmed e Ehsan Ahmed. Portavoce degli ahmadi: “La condanna è ingiusta”. La scorsa settimana il genero dell’ex premier Sharif aveva invitato al boicottaggio sociale della minoranza “eretica”. 31/05/2017 11:05:00 BANGLADESH Mymensingh, 12enne cattolica rapita da un musulmano. La famiglia è ‘demoralizzata’ Il rapitore è un uomo musulmano di 35 anni. La minore è stata sequestrata mentre tornava a casa dopo la scuola. I genitori hanno chiesto la mediazione dei leader islamici, senza risultato. 12/09/2017 10:55:00 PAKISTAN Punjab, studente cristiano ucciso per razzismo religioso Sheron Masih aveva 17 anni e frequentava la scuola pubblica da pochi giorni. I compagni di classe lo hanno assassinato a bastonate perché aveva tentato di bere dell’acqua. Il suo omicidio, “solo la punta dell’iceberg; al di sotto, una grande montagna di odio e discriminazione verso le minoranze”. 12/07/2016 15:10:00 PAKISTAN Faisalabad, ragazza cristiana rapita da musulmani. Il padre ucciso nel tentativo di salvarla Una ragazza di 14 anni è stata sequestrata con la scusa di un posto di lavoro. Il padre ha sporto denuncia e poi è stato convinto a ritirare l’accusa con la promessa di riavere indietro la figlia. Ma è stato ucciso a sangue freddo mentre andava a riprenderla. La moglie e le altre tre figlie vivono nella paura di ritorsioni. Chiedono l’aiuto del popolo di Dio. 27/07/2017 08:59:00 PAKISTAN Faisalabad: esce il secondo cd di mons. Arshad, per “una società di pace” Il lancio dell’album rientra nelle iniziative per il 70mo anniversario dell’indipendenza del Pakistan. I brani “riflettono la ricchezza della cultura e delle varie sfumature del Paese”. Produttore cinematografico: “I cristiani hanno avuto un ruolo determinante. Non meritano di essere chiamati minoranza”.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Punjab, bambina cristiana stuprata e torturata. La condanna degli attivisti Shafique Khokhar Il fatto è avvenuto nella città di Sheikhupura. La minore ha 12 anni e frequenta la sesta classe. La madre voleva sporgere denuncia ma la polizia non ha acconsentito a registrare il caso. Sheikhupura (AsiaNews) – Una bambina cristiana di 12 anni è stata rapita, violentata e sfregiata con mozziconi di sigaretta accesi da tre uomini musulmani. È successo a Sheikhupura, nel Punjab pakistano. Ad AsiaNews attivisti, cattolici e musulmani condannano l’ultimo episodio di violenza contro la minoranza cristiana del Pakistan. La minore si chiama Meshal ed è una studentessa della sesta classe. La madre ha denunciato ad un canale televisivo pakistano di essere andata alla polizia per sporgere denuncia, ma gli agenti non hanno voluto registrare il caso né hanno aperto indagini contro i criminali. Oggi Mian Mohammad Shahbaz Sharif, chief minister della provincia, è stato informato dell’incidente. L’attivista Shahid Anwar condanna “questo brutale atto di persecuzione di [un membro della] minoranza religiosa. In Pakistan spesso le ragazze vengono rapite, stuprate e convertite con la forza. Le autorità competenti non fanno controlli”. Secondo Anwar, il caso della minore è “doppiamente rischioso. In primo luogo, perché la vittima appartiene ad una minoranza religiosa; in secondo luogo, perché è una donna. Inoltre quando i minori si recano presso una stazione di polizia per presentare reclami, non sono trattati alla pari degli altri cittadini e le loro lamentele non sono prese sul serio”. Benish Patras, coordinatore della Commissione nazionale Giustizia e pace, aggiunge: “Le minoranze sono vulnerabili ed emarginate, perciò sono facili bersagli. Le autorità e le istituzioni locali devono fare indagini e registrare il caso contro i colpevoli. Il governo deve inoltre assicurare l’applicazione delle leggi contro i delitti d’onore e lo stupro”. Muhammad Aamir Kakkazai, scrittore e ricercatore islamico, sostiene: “Il nostro Paese non ha una buona fama nella difesa dei diritti delle minoranze. Le persone povere non hanno diritti e per le minoranze è ancora peggio. Esse subiscono discriminazioni ad ogni livello della società, dai posti statali agli impieghi nel privato. Sono vittime di atteggiamenti intolleranti persino in pubblico”. Poi cita la scrittrice Farahnaz Ispahani, che nel suo libro “Purifying the Land of the Pure” [“Purificare la terra dei puri” – ndr], riporta l’esempio di Mohammad Ali Jinnah, padre fondatore del Pakistan: “Egli immaginava un Paese moderno e laico, in cui ognuno potesse godere della libertà di religione. Secondo Ispahani, la lobby religiosa ha sequestrato il Pakistan di Jinnah. [Quanto avvenuto] non è tollerabile per una società moderna. Il governo del Punjab deve adottare azioni severe contro i colpevoli”.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
18/08/2017 15:12:00 INDONESIA Jakarta, giorno dell’indipendenza: Widodo difende la multiculturalità Nella sessione plenaria della Camera (Dpr Ri), il presidente ed il suo vice Jusuf Kalla indossano i vestiti tradizionali. Con il loro gesto, Widodo e Kalla hanno voluto sedare il disaccordo politico che aveva segnato il loro rapporto. La vicenda giudiziaria dell’ex governatore cristiano di Jakarta, Basuki “Ahok” Tjahaja Purnama era alla base dei dissapori. Il “nuovo nazionalismo” indonesiano ha trovato impulso anche nelle cerimonie ufficiali che si sono svolte in questi giorni. 09/06/2017 09:31:00 INDONESIA Widodo istituisce una Commissione per promuovere la Pancasila contro l'estremismo L'unità di lavoro è incaricata di combattere le crescenti ideologie estremiste. L’Ukp-Pip è espressione di una forte ondata “neo-nazionalista”; la risposta del governo alle spinte islamiste dei movimenti radicali. La Chiesa cattolica non vi ha trovato rappresentanza. Contestata la nomina di Ma’ruf Amin, testimone d’accusa nel processo Ahok. 05/11/2016 11:14:00 INDONESIA Presidente Widodo: Le manifestazioni di ieri, infiltrate da agitatori politici Incontro di emergenza sicurezza al palazzo presidenziale dopo alcuni scontri di folla con la polizia. Timori fra i gruppi di etnia cinese. Il caso di “blasfemia” del governatore di Jakarta sarà giudicato nelle prossime settimane “in modo trasparente, veloce e chiaro”. Fra i manifestanti, il vice-presidente del parlamento, Fahri Hamzah, che vuole far dimettere il presidente Widodo. 16/11/2016 08:56:00 INDONESIA Jakarta, il governatore cristiano Ahok andrà a processo per blasfemia Gli investigatori hanno inserito il suo nome nell’elenco ufficiale dei sospettati. È la prima svolta legale nel caso che va avanti da settimane. Il politico non è stato arrestato ma non può lasciare il Paese. Le udienze saranno trasmesse in diretta TV. Ahok rischia fino a cinque anni di carcere. 31/10/2016 12:17:00 INDONESIA Musulmani di Jakarta difendono il governatore cristiano contro gli islamici radicali Gruppi radicali promuovono una marcia il prossimo 4 novembre contro il governatore cristiano della città, accusato di blasfemia. In realtà, “il vero obiettivo è scatenare la divisione nel Paese e indebolire i movimenti moderati”. Nella protesta ci sono infiltrazioni di gruppi estremisti, forse legati allo Stato islamico.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Jakarta approva la legge contro le organizzazioni islamiste Mathias Hariyadi La misura permette al governo di mettere al bando le organizzazioni che minacciano l’unità del Paese. Tra gli obiettivi del decreto c'è Hizbut Tahir Indonesia (Hti), gruppo che promuove sharia e califfato. Le proteste degli estremisti. Jakarta (AsiaNews) – Il parlamento indonesiano ha approvato una proposta di legge sulle organizzazioni di massa, nonostante le proteste dei movimenti islamisti. Il provvedimento, promosso dall’amministrazione del presidente Joko “Jokowi” Widodo e approvato lo scorso 24 ottobre, consentirà al governo centrale di mettere al bando le organizzazioni che minacciano la natura laica del Paese. Il presidente della camera Fadli Zon, contrario alla legge, ha confermato che su 445 deputati riuniti in assemblea plenaria, 314 hanno votato in favore della nuova norma. Lo scorso luglio, l’amministrazione ha pubblicato in via ufficiale la cosiddetta Perppu n. 2/2017, misura che sostituisce una legge esistente permettendo al governo di evitare un lungo processo per l’esecuzione del divieto. Gli analisti affermano che tra gli obiettivi del decreto vi era Hizbut Tahir Indonesia (Hti), un gruppo che promuove l’adozione della sharia e l’istituzione nel Paese di un califfato. Tale ideologia contrasta con la dottrina politica della Pancasila, fondamento dell’unità e del pluralismo nazionale. In seguito alla ratifica della Perppu, decine di organizzazioni islamiste contrarie alla legge hanno organizzato numerose manifestazioni di protesta, accusando il governo nazionalista del presidente Widodo di attentare alla libertà sociale degli indonesiani. Tra i movimenti che hanno preso parte alle dimostrazioni vi erano l’Hti e l’Islamic Defender Front (Fpi), responsabili dell’aumento nel Paese degli episodi di settarismo durante le elezioni per il governatorato di Jakarta dello scorso aprile. Il cristiano di origine cinese Basuki Tjahaja “Ahok” Purnama ha sfidato l'ex ministro della cultura e dell'educazione Anies Baswedan. L’Hti, insieme ad altri gruppi radicali come l’Idf, è dietro alle numerose e violente proteste di massa contro l’allora governatore della città, alleato di Widodo. Esse hanno caratterizzato i mesi della campagna elettorale, suscitando polemiche e tensioni in tutto il Paese. La rielezione di Ahok è stata ostacolata anche per mezzo di un’infamante accusa di blasfemia, che secondo gli analisti ha influito sul risultato della tornata elettorale. A sorpresa, il candidato cristiano ha perso contro il suo rivale ed è stato condannato a due anni di carcere, nonostante i procuratori avessero richiesto ai giudici una pena più lieve, in quanto non colpevole del reato ascritto. In seguito al controverso verdetto, la società civile indonesiana ha reagito con manifestazioni spontanee di sostegno ad Ahok, divenuto simbolo della democrazia e del buon governo.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
30/10/2017 - COREA DEL SUD – CINA Pechino espelle centinaia di pastori e missionari sudcoreani Chiuse le chiese e sciolte le comunità. Stretta in vista delle nuove regole sulle religioni in vigore dal 1 febbraio 2018. Le autorità non forniscono motivazioni chiare per le misure.  30/10/2017 - INDIA Partito nazionalista: l’India non è un Paese per cristiani 30/10/2017 - VATICANO Papa: il buon pastore è vicino alla gente, è capace di commuoversi “Il grande pastore, il Padre, ci ha insegnato come si fa il buon pastore: si abbassò, si svuotò, svuotò se stesso, si annientò, prese condizione di servo. “‘Ma, e questi altri, quelli che seguono la strada del clericalismo, a chi si avvicinano?’. Si avvicinano sempre o al potere di turno o ai soldi. E sono i cattivi pastori”. 30/10/2017 - FRANCIA-ISLAM Un musulmano difende la croce di Giovanni Paolo II che lo Stato vuole eliminare di Kamel Abderrahmani Un monumento al papa santo a Ploërmel, nel Morbihan (Bretagna) è al centro di una polemica perché la statua del papa è sovrastata da una croce. Il Consiglio di Stato ha ordinato di rimuoverla per difendere la laicità. Mobilitazione nei social con l’hashtag #MontreTaCroix (mostra la tua croce). 30/10/2017 - IRAQ Patriarca caldeo: cristiani in fuga dal conflitto fra curdi e irakeni, timori di un nuovo esodo di Louis Raphael Sako* Mar Sako denuncia la nuova ondata di violenze che ha investito “le cittadine della piana di Ninive”. Molti abitanti sono fuggiti e si respira una “rinnovata atmosfera di ansia e paura”. Il presidente curdo Barzani annuncia il suo ritiro. E lancia accuse a Baghdad, Washington e agli oppositori interni, colpevoli di tradimento.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Pentecostal missionaries, seven Christian children arrested then released Nirmala Carvalho The members of the Gospel Echoing Missionary Society were accused of forced conversions in Uttar Pradesh. The children were locked up for a week in a Madhya Pradesh juvenile facility without access to their parents. New Delhi (AsiaNews) – Intolerance and discrimination against India’s Christian minority continue. The latest episodes were recorded in Uttar Pradesh and Madhya Pradesh. In the first case, some Pentecostal Christians were first arrested on charges of forced conversions and then released on bail; in the second, seven children were reunited with their parents after spending a week in a juvenile facility over attending a Christian religion course. On 28 October, a group of Hindu extremists from the Bharatiya Janata Party (BJP) and the Rashtriya Swyamsevak Sangh (RSS), a Hindu ultranationalist paramilitary group, stormed a church in Dudhi, Uttar Pradesh, along with local police. About 1,500 people had gathered for a prayer and fasting meeting organised by the Gospel Echoing Missionary Society (GEMS), a Pentecostal group. Local authorities had been informed of the event, which had been authorised. But “Hindu radicals put pressure on the police to stop organisers," said Sajan K George, president of the Global Council of Indian Christians (GCIC). The cops said they had received numerous phone calls complaining about forced conversions. When they arrived at the gathering, they stopped the event and forced participants to leave. About 230 people, unable to take the train to go home, found accommodations at the GEMS English school. Police charged seven Pentecostal leaders in connection with the meeting, but then released them the following day. For their part, some Hindu extremists visited the school to make sure that no prayer gathering was taking place. According to the GCIC president, "Christians were not doing anything illegal, they were not breaking the law, or creating problems for public order. By contrast, the [Hindu] extremists caused confusion with their fabricated allegations.” “Nighttime arrests and detention are a serious violation of religious freedom,” George explained. “We Christians are not second-class citizens; we too have constitutional guarantees." Meanwhile, the Indore section of the Madhya Pradesh High Court returned seven children to their families. They had been held in a juvenile facility, segregated, without the possibility of their parents after they were taken into custody on 23 October at the Indore Railway Station as they were about to board a train for Mumbai. In Maharashtra’s largest city, they were supposed to attend a religion course. Although their parents were aware of the reason for the trip and had given their consent, the children were locked up and the two Christian companions, Anita Joseph, 50, and Amrit Kumar, 51, were arrested and charged with forced conversions. The latter must still appear before a judge. "India has always been famous for its pluralism and multicultural society,” said Sajan K George. “Unfortunately today, these incidents against Christians leave room in society for a single ideology, a single belief system that excludes, marginalises and oppresses people of other faiths."
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
16/07/2011 INDIA Uttar Pradesh: arrestati con false accuse 5 pastori e fedeli pentecostali Un gruppo guidato da leader estremisti indù irrompe in un pacifico incontro di preghiera dei pentecostali. La polizia interviene e arresta i pastori con l’accusa di conversioni forzate. Nel popoloso Stato sono in aumento le violenze contro i cristiani. 04/12/2012 INDIA Madhya Pradesh, violenze anticristiane. Polizia “complice” dei nazionalisti indù I sostenitori dell’hindutva sfruttano la legge-anticonversione vigente nello Stato. Nel distretto di Ratlam, attivisti indù hanno accusato alcuni cristiani pentecostali di praticare conversioni forzate, e dei poliziotti hanno ordinato di interrompere il servizio di preghiera in corso. 31/07/2014 INDIA Madhya Pradesh: "incoraggiati" dal governo, radicali indù perseguitano i cristiani Lo denuncia ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic). Tra giugno e luglio vi sono stati numerosi attacchi contro la minoranza. In tutti i casi gli estremisti usano l'arma della "legge anti-conversione" per minacciare fedeli e leader religiosi cristiani. 23/05/2017 11:21:00 INDIA Uttar Pradesh, pastori arrestati: il carcere un ‘dono di Dio’ I sei religiosi hanno trascorso dieci giorni in prigione. I nazionalisti indù li hanno denunciati per incitamento all’odio tra le religioni e tentata rivolta. I pastori maltrattati dalla polizia e dai compagni di cella. Ma “il nostro atteggiamento calmo e tranquillo li ha spinti ad avvicinarsi ed ascoltare il messaggio di amore di Cristo”. 04/03/2015 INDIA India, libertà religiosa sempre più a rischio: nuove aggressioni contro i cristiani Venti fedeli sono stati picchiati dalla polizia in Rajasthan per aver distribuito volantini. In Madhya Pradesh un gruppo della destra indù ha interrotto un servizio di preghiera della comunità pentecostale. Global Council of Indian Christians (Gcic): "L'India è un Paese laico e democratico, non una teocrazia".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
INDIA India, arrestati e rilasciati missionari pentecostali e sette bambini cristiani Nirmala Carvalho I membri della Gospel Echoing Missionary Society erano accusati di conversioni forzate in Uttar Pradesh. I minori sono stati rinchiusi per una settimana in una struttura del Madhya Pradesh, senza poter vedere i genitori. New Delhi (AsiaNews) – In Uttar Pradesh alcuni cristiani pentecostali sono stati prima arrestati con l’accusa di conversioni forzate e poi rilasciati su cauzione; in Madhya Pradesh sette bambini hanno potuto riabbracciare i propri genitori, dopo essere stati rinchiusi in una struttura per minori per una settimana perché “colpevoli” di voler frequentare un corso di religione cristiana. Sono gli ultimi due episodi di intolleranza e discriminazione contro la minoranza cristiana in India. Il 28 ottobre un gruppo di estremisti indù del Bjp (Bharatiya Janata Party, partito nazionalista al governo – ndr) e dell’Rss (Rashtriya Swyamsevak Sangh, formazione paramilitare ultranazionalista indù – ndr), accompagnati dalla polizia di Dudhi, in Uttar Pradesh, hanno fatto irruzione nel complesso della chiesa cristiana locale. Qui erano radunate circa 1500 persone, in occasione di un incontro di preghiera e digiuno organizzato dai cristiani pentecostali della Gems (Gospel Echoing Missionary Society). Il raduno era stato autorizzato in precedenza e le autorità messe al corrente dell’evento. Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), lamenta che “i radicali indù hanno fatto pressione sulla polizia affinchè arrestasse gli organizzatori”. Arrivati sul luogo dell’evento, i poliziotti hanno detto di aver ricevuto numerose telefonate che denunciavano conversioni forzate in atto. Poi hanno bloccato l’evento e disperso i partecipanti. Circa 230 persone, impossibilitate a riprendere il treno verso le loro case, sono state ospitate nella scuola d’inglese della Gems. Le autorità hanno incriminato i sette leader pentecostali, ma poi li hanno rilasciati il giorno seguente. Al contempo, alcuni estremisti hanno fatto visita alla scuola, per accertarsi che nessun raduno di preghiera avesse luogo. Secondo il presidente del Gcic, “i cristiani non stavano facendo niente di illegale, non stavano infrangendo la legge o creando problemi all’ordine pubblico. Al contrario, sono stati gli estremisti a creare confusione con le loro accuse fabbricate. L’arresto e la detenzione notturna sono una grave violazione della libertà religiosa. Noi cristiani non siamo cittadini di seconda classe, anche noi siamo titolari di garanzie costituzionali”. Nel frattempo ieri la sezione di Indore dell’Alta corte del Madhya Pradesh ha riconsegnato ai genitori sette bambini ospitati – ma di fatto segregati senza possibilità di vedere i parenti – in una struttura d’accoglienza per minori. Essi erano stati bloccati il 23 ottobre alla stazione di Indore mentre stavano per salire su un treno diretto a Mumbai. Nella megalopoli del Maharashtra avrebbero dovuto seguire un corso di religione. Nonostante i genitori fossero al corrente del motivo del viaggio e avessero dato il loro consenso, i bambini sono stati bloccati e i due accompagnatori cristiani, Anita Joseph, 50 anni, e Amrit Kumar, 51 anni, arrestati con l’addebito di conversioni forzate. Questi ultimi dovranno presentarsi davanti al giudice. Sajan K George lamenta: “L’India è sempre stata famosa per il suo pluralismo e la società multiculturale. Purtroppo oggi questi incidenti contro i cristiani lasciano spazio ad una sola ideologia nella società, ad un unico grande sistema di credenze che esclude, emargina e opprime tutte le persone di altre fedi”.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Catholics in Nghệ An still targeted by Red Flag militantsBOIA I COMUNISTI! VIETNAM Catholics and clergymen have been physically and verbally assaulted. The Church has been involved in defending the rights of the victims of the environmental disaster of April 2016. The Red Flag group has tried to prevent protests and petitions against the Formosa Group. Local authorities are behind the militants. Hanoi (AsiaNews) – Violent attacks by Hội Cờ Đỏ (Red Flag) militants against the Catholic community in Nghệ An province continue unabated. On Sunday, about 700 pro-government hooligans riding motorcycles stormed Sơn Hải, a town in Quỳnh Lưu district. After sowing terror among residents, they threateningly set up a camp near the Văn Thai chapel in Song Ngọc parish (Vinh diocese), where they shouted insults at the parish priest. The Red Flag militants also described Fr JB. Nguyễn Đình Thục, vicar in Song Ngọc; Fr Anton Đặng Hữu Nam, vicar in Phú Yên; and Vinh Bishop Mgr Phaolô (Paul) Nguyễn Thái Hợp as "reactionary enemies". Clergymen and their churches have led the efforts to help fishing communities get compensation from the Formosa Plastics Group, a Taiwanese-based company responsible for Vietnam’s worst environmental disaster. In April 2016, a massive discharge of toxic sewage from a plant in Ha Tinh province killed about 115 tonnes of fish and left millions of people, including fishermen, without a job in the four coastal provinces most affected by the disaster. The two vicars have taken a stance for the rights of the local residents, backing their protests and legal action against the authorities for failing to deliver compensation to the victims. Since the start of the year, Vietnam’s central government and Quynh Lưu district have mobilised a large number of media in a campaign of false accusations against the two clergymen. In early May, the authorities in Quỳnh Lưu organised a series of rallies and demonstrations against the two priests. The protesters, recruited by the local government, have even demanded that Fr Nam be sentenced to 20 years in prison or even death. Ever since it was founded, the Red Flag group has tried with direct action to prevent protests and petitions against the Formosa Group. The group has even slammed the priests who provided legal aid to the victims of the disaster. "It is possible that they will continue to attack the faithful and damage their property,” said Fr JB. Nguyễn Đình Thục. “If they commit such acts of violence, it is clear that they are protected by the local government. This is also the way Communists silence peaceful voices of dissent". Their goal is to restrain “Catholics from protesting against Formosa and to get rid of ‘Catholic enemies,’” Fr Anton Đặng Hữu Nam told Radio Free Asia. Yesterday, 300 thugs surrounded Fr Dominic Pham Xuan Ke and Fr Joseph Nguyễn Ngọc Ngữ, two priests who went to the Diem My People's Committee to report attacks. On 4 September, about 20 Red Flag militants in civilian clothes but armed with guns, sticks and pepper spray broke into Thọ Hòa parish church, Xuan Loc district. They wanted to confront the parish priest, Fr Nguyễn Như Tân, over a Facebook post in which he said he hoped to see political reform in the country. In the same month, thugs gathered in the town of Diễn Mỹ where they beat up the faithful of Đông Kiều parish. In April, hooligans attacked the Catholic community in Văn Thai. Red Flags thugs often carry out their attacks at night, throwing stones and shouting at Catholic homes, creating an atmosphere of terror and violence. They have repeatedly beat up Catholics with sticks, destroying their personal belongings like motorcycles, furniture, and other items. This has caused great hardship for many families, who already live in precarious conditions. Local police have repeatedly stood idly by watching these actions. Law enforcement have failed to take action to protect people. "Plainclothes police and communist security agents are in the Red Flags group," many Văn Thai residents told AsiaNews. The group also tried unsuccessfully to isolate the community by preventing exchanges with non-Catholics. "Attackers act with the utmost impunity,” some residents said. “complaints and petitions filed after the attacks have been ignored by local authorities. " "The [Red Flag] group was set up to fight people and all those who struggled to protect the environment,” said Tuyết Lan, a government official. “This is why Vietnamese Catholics fight, protesting against Formosa. By contrast, local authorities persecute and imprison their own people. The provincial government has told these gangsters to behave this way." "We reiterate that this is a plot to carry out violent provocations and suppress parishioners in the Catholic community of Văn Thai,” said Fr JB. Nguyễn Đình Thục, who has repeatedly called on the authorities to investigate the violence. “As a result, we protest all the dangerous plans that are intended to divide Catholics from non-Catholics. " Finally, the clergyman calls “on the government to respect and enforce Vietnam's laws, as well as protect the lives and properties of its citizens.” Indeed, “Every protest by the faithful against the group's provocations, even if it is in self-defence, is very dangerous. Therefore, the government must be held fully accountable for all the situations that cause damage and disturbance in the area".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
19/06/2017 14:29:00 VIETNAM BOIA I COMUNISTI! VIETNAM Hanoi, la politica economica: lo sviluppo e i danni ai cittadini e all’ambiente I terreni agricoli stanno riducendosi e sono sempre più inquinati. Gli espropri causa di forte instabilità sociale. Dura campagna di repressione del governo contro chi protesta. Il sostegno della comunità cattolica alle vittime della Formosa. Sacerdoti e fedeli di Thuận Nghĩa: “Cessino le minacce alla spiritualità e alle proprietà dei parrocchiani di Song Ngọc”. 16/02/2017 11:18:00 VIETNAM Cattolici aggrediti dalla polizia: protestavano contro il più grande disastro ambientale della storia del Paese La protesta dei fedeli della parrocchia di Song Ngoc per sensibilizzare l’opinione pubblica. Ferito il parroco. I manifestanti hanno sfidato percosse e lesioni ad opera delle forze di polizia. Dieci mesi fa da uno stabilimento della Formosa sono stati riversati in mare 12mila metri cubi di liquido tossico. Le regioni centrali del Paese sono in ginocchio, il risarcimento di 500 milioni di dollari non è mai stato distribuito alla popolazione. 11/09/2017 13:20:00 VIETNAM Dong Nai, pressioni sui cattolici che avevano difeso il loro parroco Venti militanti di “Bandiere Rosse” hanno fatto irruzione nella parrocchia. Un parrocchiano: “Siamo persone gentili e semplici nella fede. Non abbiamo voce nemmeno nel nostro vivere quotidiano”. Pham Van, ex prigioniero nei “campi di rieducazione”: “Proteggere i fedeli della parrocchia e della diocesi di Vinh”. 29/05/2017 14:22:00 VIETNAM Sacerdoti vietnamiti diffamati, Mons. Kiệt: Continuate a difendere i diritti degli ultimi P. Đặng Hữu Nam e p. Nguyễn Đình Thục hanno ricevuto la visita di mons. Joseph Ngô Quang Kiệt. I due sacerdoti difendono i diritti delle vittime del disastro della Formosa. Dall’inizio dell’anno sono vittime di una campagna diffamatoria organizzata dalle autorità. P. Đặng Hữu Nam: “è un onore e uno sprone la visita di chi ha vissuto in passato la persecuzione che noi viviamo oggi”. 16/10/2007 VIETNAM L’educazione, scelta prioritaria della Chiesa vietnamita La scelta è stata confermata dal nuovo presidente della Conferenza episcopale, mons. Nguyen Van Nhon. Anche il primo ministro riconosce l’aiuto dei cattolici nei campi dela scuola, della salute e della cura dei malati di Aids.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa (modificato)
BOIA I COMUNISTI! VIETNAM Nghệ An, cattolici locali ancora nel mirino dei militanti di ‘Bandiere rosse’Huy Thuc Aggressioni fisiche e verbali ai danni di fedeli e sacerdoti. La Chiesa impegnata per la difesa dei diritti delle vittime del disastro ambientale dell’aprile 2016. Il gruppo cerca di impedire proteste e petizioni contro la Formosa. Dietro i militanti il governo locale. Hanoi (AsiaNews) – Non si fermano le violente aggressioni dei militanti di “Hội Cờ Đỏ” (Bandiere rosse foto) alla comunità cattolica della provincia di Nghệ An. Lo scorso 29 ottobre, circa 700 teppisti del gruppo pro-governo hanno assaltato a bordo di motociclette il comune di Sơn Hải, nel distretto di Quỳnh Lưu. Dopo aver seminato terrore tra gli abitanti del villaggio, essi si sono accampati con fare minaccioso presso la cappella di Văn Thai della parrocchia di Song Ngọc (diocesi di Vinh), dove hanno bivaccato e gridato insulti all’indirizzo del parroco. P. JB. Nguyễn Đình Thục, vicario di Song Ngọc, p. Anton Đặng Hữu Nam, vicario di Phú Yên, sono solo alcuni dei sacerdoti, insieme al vescovo della diocesi mons. Paul Nguyen Thai Hop, ad esser definiti “nemici reazionari” dai militanti di Bandiere rosse. I sacerdoti e le loro chiese hanno guidato gli sforzi per aiutare le comunità di pescatori ad ottenere i dovuti risarcimenti dal Formosa Plastics Group, compagnia taiwanese riconosciuta responsabile per il peggior disastro ambientale della storia del Paese. Nell'aprile del 2016, un’imponente fuoriuscita di liquami tossici da un impianto situato nella provincia di Ha Tinh ha ucciso circa 115 tonnellate di pesci e ha lasciato senza lavoro milioni di pescatori e residenti delle quattro province costiere maggiormente colpite dal disastro. I due vicari sostengono i diritti, le proteste e le azioni legali della popolazione contro le autorità vietnamite per la mancata distribuzione dei risarcimenti destinati alle vittime. Dall'inizio di quest'anno contro di loro il governo centrale e quello del distretto di Quỳnh Lưu hanno mobilitato un gran numero di organi di informazione in una campagna di false accuse. Dall’inizio di maggio, le autorità di Quỳnh Lưu hanno organizzato una serie di raduni e manifestazioni contro i due sacerdoti. I manifestanti, reclutati dal governo locale, hanno perfino chiesto che p. Nam venisse condannato a 20 anni di carcere o addirittura alla pena di morte. Sin dalla sua fondazione in maggio, con le sue aggressioni Bandiere rosse cerca di impedire proteste e petizioni contro la Formosa. Il gruppo ha perfino denunciato i sacerdoti che hanno prestato assistenza legale alle vittime del disastro. “È possibile che continuino ad aggredire i fedeli e danneggiarne le proprietà. Se compiono tali atti di violenza, è chiaro che sono protetti dal governo locale. Questo è anche il modo dei comunisti di mettere a tacere una pacifica voce di dissenso”, afferma p. JB. Nguyễn Đình Thục. P. Anton Đặng Hữu Nam ha di recente dichiarato a Rfa: “Il loro scopo preciso è impedire le proteste contro Formosa e sbarazzarsi dei ‘nemici cattolici’”. Nella giornata di ieri, p. Dominic Pham Xuan Ke e p. Joseph Nguyen Ngoc Ngu, due sacerdoti che si erano recati al Comitato del popolo di Diem My per denunciare alcune aggressioni, sono stati circondati da 300 teppisti. Lo scorso 4 settembre, circa 20 militanti di Bandiere rosse, vestiti in abiti civili e armati di pistole, bastoni e spray al peperoncino hanno fatto irruzione nella parrocchia di Thọ Hòa, nel distretto di Xuan Loc. Volevano affrontare il parroco p. Nguyễn Như Tân per un suo post su Facebook in cui egli auspicava una riforma politica nel Paese. Nello stesso mese, i teppisti si sono radunati presso il comune di Diễn Mỹ ed hanno malmenato i fedeli della parrocchia di Đông Kiều. In precedenza, gli squadristi avevano già aggredito in aprile la comunità cattolica di Văn Thai. I teppisti di Bandiere rosse spesso portano i loro attacchi di notte, lanciando pietre e urla contro le case dei fedeli e creando un’atmosfera di terrore e violenza. Essi hanno più volte malmenato i cattolici con bastoni, distruggendo i loro effetti personali come motociclette, mobili e attrezzature. Ciò ha causato gravi disagi alle loro famiglie, che già vivono in condizioni precarie. La polizia locale ha più volte assistito a queste azioni, senza tuttavia intervenire. Inoltre, non hanno intrapreso alcuna azione per proteggere la gente. Molti degli abitanti di Văn Thai dichiarano ad Asianews: “Tra le fila di Bandiere rosse vi sono membri della polizia o della sicurezza comunista in incognito”. Il gruppo ha anche tentato, senza successo, di isolare la comunità impedendo gli scambi con i non cattolici. I cittadini accusano: “Gli aggressori agiscono nella più totale impunità. Le denunce e le petizioni presentate dopo le aggressioni sono state ignorate dalle autorità locali”. Tuyết Lan, funzionaria governativa, dichiara: “Il gruppo è stato istituito per combattere la gente e tutti coloro che hanno lottato per proteggere l'ambiente. È quello che per cui si battono i cattolici vietnamiti, protestando contro la Formosa. In risposta, le autorità locali hanno perseguitato e imprigionato il loro popolo. Il governo provinciale ha indirizzato questi gangster a comportarsi in questo modo”. P. JB. Nguyễn Đình Thục, che ha più volte invitato le autorità ad investigare sulle violenze, afferma: “Ribadiamo che si tratta di un complotto per condurre provocazioni violente e sopprimere i parrocchiani della comunità cattolica di Văn Thai. Di conseguenza, denunciamo tutti i pericolosi piani che intendono dividere il popolo cattolico dai non cattolici locali”. “Chiediamo al governo di rispettare e far rispettare la legge del Vietnam, proteggere la sicurezza delle vite e le proprietà dei cittadini. Ogni protesta dei fedeli per le provocazioni del gruppo, anche se per autodifesa, è molto pericolosa. Quindi, il governo deve essere ritenuto pienamente responsabile per tutte le situazioni che arrecano danni e disturbi nella località”, conclude il sacerdote.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Un 'Muro de los Lamentos' en memoria del terror soviético Vladimir Rozanskij Celebrado ayer el Día de las Víctimas de la Represión Política. Se estima que al menos 20 millones de personas fueron condenadas a los campos de detención, sin contar los confinados, los prisioneros de guerra y los internados en hospitales psiquiátricos. Una barrera de bronce con la palabra "Recuerden" en 22 idiomas y con piedras de los sitios de detención de todo el país. Controversia por un monumento a Solzhenitsyn.    Moscú (AsiaNews) - Ayer en todo el país se celebra el Día de la memoria de las víctimas de las represiones políticas, etapa crítica de la reconciliación con la trágica historia que comenzó hace 100 años con la Revolución de Octubre. Las víctimas se refieren principalmente a los períodos del "terror rojo" proclamado inmediatamente después de la revolución misma y durante la guerra civil entre blancos y rojos (1918-1921), y el del "gran terror" estalinista de los años 1937-1939. El número de víctimas de la represión soviética nunca se ha establecido oficialmente. El cálculo debe tener en cuenta no solo los períodos mencionados, sino también todos los 75 años de dictadura comunista. De acuerdo a los documentos oficiales de la policía política (en sus diversas denominaciones de OGPU, NKVD, MVD y KGB) entre 1930 y 1953, el año de la muerte de Stalin, fueron condenados por razones políticas 3,8 millones de personas, y entre 1923 y 1953 800,000 personas fueron fusiladas; cifras en sí mismas impresionantes, pero según los historiadores definitivamente subestimadas. La asociación "Memorial", que se ocupa en Rusia para la rehabilitación y la documentación relacionada a las persecuciones, fue capaz de confirmar la información relativa a 2,6 millones de ciudadanos de la URSS, establecer su identidad, su detención y su condena, pero muchas víctimas permanecen confinadas al olvido. Entre los historiadores rusos más prominentes, Okhotin y Roginsky creen que de 1921 a 1953 hubo 5.5 millones de "políticos" condenados; según otras estimaciones más generales, en los campos de concentración estalinistas pasaron no menos de 20 millones de personas, sin contar los confinados, prisioneros de guerra y los internados en hospitales psiquiátricos. El Estado ruso no se ocupa - ni nunca se ha ocupado oficialmente, incluso después del fin del comunismo – de recoger la información sobre los campos de detención y las represiones, dejando esta tarea a organizaciones como Memorial y otros. Los archivos secretos eran sólo accesibles para unos pocos años, e incluso la Iglesia ortodoxa ha dejado de proclamar los "nuevos mártires", debido a la imposibilidad de proceder a la investigación de archivos. Mientras tanto, en los principales campos de concentración - lo que Solzhenitsyn ha llamado "Archipiélago Gulag" - de una manera más o menos regular se llevan a cabo manifestaciones y ceremonias, como en el campo de Butovo en las afueras de Moscú, o en el bosque Sandormokh, teatro de los fusilamientos en masa de sacerdotes y obispos detenidos en los campos de detención de las islas Solovki. Justamente los monjes ortodoxos del Solovkí están a su vez eliminando todos los recuerdos de los detenidos, considerándole un insulto a la santidad del lugar. Los Símbolos de la memoria Con motivo del Día de la memoria, en el centro de Moscú se colocó un monumento a las víctimas de la represión política en presencia del presidente Vladimir Putin y el Patriarca de Moscú Kirill (Gundjaev). El trabajo llamado "Muro de las Lamentaciones" (Stena Skorbi en ruso) fue elegido entre los 300 proyectos presentados. Hecha por el escultor Georgy Franguljan, es una valla de bronce en la que están representadas figuras humanas, que se encuentran entre las placas con la inscripción "Recuerda" en 22 idiomas, recordando las muchas nacionalidades de ciudadanos soviéticos reprimidos. Alrededor de la escultura habrá piedras verticales elevadas, lo que según el autor debe significar que "debemos vivir de pie, sin arrodillarnos". Las piedras se tomaron de todos los lugares de prisión diseminados por todo el país. Con motivo de las ceremonias por los perseguidos, se ha reavivado la polémica por un proyecto para construir un monumento a la memoria del escritor Aleksandr Solženicyn, Cantor de los prisioneros de los campos de concentración. La idea fue presentada por un ex convicto disidente, el poeta Vitold Abalkin, a las autoridades de la ciudad de Rostov del Don en 2013, y desde entonces no se han aplacado las controversias que dividen a la población en el juicio del gran escritor. El nombre de Solzhenitsyn es famoso en todo el mundo desde los años 70, cuando ganó el Premio Nobel por su novela "Un día en la vida de Iván Denisovič", que describe la vida en los campamentos. Fue expulsado del país en 1974, cuando comenzó el Archipiélago Gulag, basado en recuerdos de prisioneros de todo el país. El escritor regresó a Rusia en 1994 y fue uno de los inspiradores de la política nacionalista del presidente Putin. Sin embargo, para una gran parte de la opinión pública, sigue siendo un "traidor de la patria", uno de los principales culpables de la crisis y la desaparición de la Unión Soviética, de la cual muchos no han perdido su nostalgia. El monumento de Abalkin debería estar listo para el centenario del nacimiento de Solzhenitsyn, que tendrá lugar en 2018 y será otra ocasión para la reconciliación de la memoria histórica de Rusia.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
03/04/2017 13:32:00 RUSIA Patriarca di Moscú: La Revolución rusa, la acusación a la inteligencia El patriarca Kiril atribuye a los intelectuales ateo “la responsabilidad de los tremendos acontecimientos de hace 100 años”. Buscar la religión porque “demasiada sangre fue derramada”. Las profecías de Bulgakov, Berdjaev y Frank. El pedido sobre el pluralismo. 11/05/2017 12:41:00 KAZAJISTAN Mons. Dell’Oro: La Virgen de Fátima en Karagandá, tierra de los lagers soviéticos Por el centenario de las apariciones de la Virgen de Fátima, las Iglesias de Rusia, Kazajistán y de los otros países de Asia central se encuentran en la ciudad que otrora fue centro de los gulag. El ícono de la Virgen ha viajado por el territorio, involucrando a las familias católicas, pero también a ortodoxos y musulmanes. El Centenario, un estímulo “a la conversión para la vida”. La consagración de Rusia y de Asia central a María.  24/10/2017 14:01:00 RUSIA A 100 años de la Revolución de Octubre, el martirio de la Iglesia católica en la URSS Un libro del historiador Jan Mikrut narra el modo en que los católicos de rito latino y bizantino permanecieron fieles en medio de la vorágine de violencia atea soviética hasta hoy. El volumen sale a la venta en ocasión de los 100 años de la revolución bolchevique.  24/03/2017 13:29:00 RUSIA Optimistas, pesimistas, apocalípticos: Rusia mira los 100 años transcurridos desde la Revolución Comenzaron las celebraciones por el centenario de la Revolución Rusa de 1917. Es importante hacer una revisión histórica: aquellos tiempos resultan muy similares a nuestra era de la post-globalización. El silencio del Patriarcado de Moscú y el silencio de Vladimir Putin. 01/07/2015 RUSIA La estatua del fundador de la Cheka podría volver al centro de Moscú La cuestión podría ser objeto del primer referéndum de la capital rusa en su historia post-soviética. Los promotores de la iniciativa son los comunistas; pero según los analistas también el Cremlin tiene sus intereses.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
A 'Wailing Wall' in memory of Soviet terror Vladimir Rozanskij Memorial Day of Victims of Political Repression marked yesterday. It is estimated that at least 20 million people were sentenced to detention, without counting prisoners, prisoners of war, and interns in psychiatric hospitals. A bronze barrier with the word "Remember" in 22 languages ​​and with stones from the detention sites of the whole country. Controversy on a monument to Solzhenitsyn. Moscow (AsiaNews) - Yesterday, throughout the country, the Day of Memory for Victims of Political Repressions was marked, a milestone in reconciliation with the tragic story that began 100 years ago with the October Revolution. The victims refer mainly to periods of "red terror" proclaimed right after the revolution itself and during the civil war between whites and reds (1918-1921), and that of Stalin's "great terror" from 1937 to 1939. The number of victims of Soviet repression has never been officially established. The calculation must take into account not only the periods mentioned, but the entire 75 years of the Communist dictatorship. According to the official documents of the political police (in its various names of Ogpu, Nkvd, Mvd and Kgb) between 1930 and 1953, the year of Stalin's death, three hundred million people were sentenced for political reasons, and between 1923 and 1953, 800,000 people were shot; figures impressive in themselves, but according to historians definitely well below correct estimates. The Association "Memorial", which deals with rehabilitation and documentation of persecution, has been able to confirm information regarding about 2.6 million citizens of the USSR, establishing their identity, arrest and sentencing, but many victims remain confined to oblivion. Among the most prominent Russian historians, Okhotin and Roginsky believe that from 1921 to 1953 there were 5.5 million condemned "politically"; according to other more general estimates, no less than 20 million people passed through Stalin’s lagers, without counting those in confinement, the prisoners of war and the interns in psychiatric hospitals. The Russian state has neither confronted or sought to deal with  the gathering of information on lagers and repressions- even after the end of communism -  leaving this task to associations such as Memorial and others. The secret archives have been accessible only for a few years, and the Orthodox Church has for some time stopped proclaiming the "new martyrs" because of the impossibility of proceeding with archive research. Meanwhile, at the main concentration camps - what Solzhenitsyn called "Gulag Archipelago" – events and ceremonies are held on a more or less regular basis, such as in the Butovo field on the outskirts of Moscow, or in the Sandormokh Forest, the preferred location for the mass execution by firing squads of priests and bishops detained in the lager of the Solovki islands. The orthodox monks of Solovki, on the other hand, have erased all memories of the prisoners, considering them an offense to the holiness of the place. Symbols of memory On Memorial Day, a monument to the victims of political repression Moscow was placed in the center of in the presence of President Vladimir Putin and the Moscow Patriarch Kirill (Gundjaev). The work called "Wailing Wall" (Stena Skorbi in Russian) was chosen among 300 projects presented. Made by the sculptor Georgij Franguljan, this is a bronze barrier on which human figures are represented, among which there are panels with the word "Remember" in 22 languages, recalling the many nationalities of repressed Soviet citizens. Standing stones will be elevated around the sculpture, which according to the author must mean that "we must live standing, not kneeling." The stones will be taken from all the places of imprisonment scattered around the country. On the occasion of the ceremonies for the persecuted, the controversy over a project to make a monument to the memory of the writer Aleksandr Solženicyn, narrator of prisoners of the lagers, has been re-ignited. The idea was advanced by an dissident poet Vitold Abalkin and former detainee, to the Rostov-on-Don city authorities in 2013, and since then the nation has been divided  over the great writer . The name of Solzhenitsyn has been renowned all over the world since the 1970s, when he received the Nobel Prize for novel Ivan Denisovič, a novel that describes life in the lager. He was then expelled from the country in 1974, when he began Archipelago Gulag, based on memories of prisoners from all over the country. The writer returned to Russia in 1994, and was one of the inspirers of President Putin's nationalist politics. Yet, for a large part of public opinion, he remains a "traitor of the homeland", one of the largest culprits in the crisis and the end of the Soviet Union, for which are still nostalgic. The Abalkin monument should be ready for the 100th anniversary of Solzhenitsyn's birth, which will take place in 2018 and will be another occasion for reconciliation of Russia's historic memory.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Solzhenitsyn: the face of 20th-century Russia The author of the Gulag Archipelago was a scholar of the 20th century who foresaw the contradictions of the third millennium. His return after exile, in 1994, marked the end of Soviet Russia even more than Gorbachev's glasnost did. A man of faith, but hardly sectarian, he left room for everyone to participate in his own journey of conversion, beginning from the rediscovery of the dignity of man and culminating in consent to Christian revelation in its historical expression. 24/10/2017 12:06:00 RUSSIA 100 years after the October Revolution, the martyrdom of the Catholic Church in the USSR A book by historian Jan Mikrut reveals how Latin and Byzantine Catholics remained faithful during the turmoil of Soviet-era atheism, to this day. The volume comes out during the 100th anniversary of the Bolshevik Revolution 24/03/2017 16:18:00 RUSSIA Optimists, pessimists, and apocalyptics look at Russia on the 100th anniversary of the Revolution The commemoration of the centenary of the Russian Revolution of 1917 has begun. A major historical revision is underway. Our post-globalisation times resemble 1917. The Moscow Patriarchate and Vladimir Putin are silent on the matter. 05/12/2008 RUSSIA Alexy II, the contradictions of Orthodoxy and of Russia The deceased patriarch lived through the period from Stalin to Khrushchev; from Gorbachev to Putin. He worked for the expansion of the Russian Orthodox Church, sometimes in conflict with Constantinople. He also admitted periods of "compromise" with the Soviet government. Condolences from Putin and Medvedev. 31/12/2011 EGYPT - ISLAM One year after the massacre of Christians in Alexandria, Egypt seeks a way forward The persecution against Christians mingled with violence against the Arab revolution. In a year more than 1000 dead, thousands injured, 1200 have lost one or both eyes, because the police shoot at eye level. The interim government has not kept its many promises of equality between Christians and Muslims, but here and there are signs of growing alliances, mutual respect and friendship.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Un ‘Muro del Pianto’ a ricordo del terrore sovietico Vladimir Rozanskij Celebrata ieri la Giornata della memoria delle vittime delle repressioni politiche. Si stima che almeno 20 milioni di persone furono condannate ai lager, senza contare i confinati, i prigionieri di guerra e gli internati negli ospedali psichiatrici. Una barriera bronzea con la parola “Ricorda” in 22 lingue e con pietre tratte dai luoghi di detenzione di tutto il Paese. Polemiche su un monumento a Solženicyn. Mosca (AsiaNews) - Ieri in tutto il Paese si è celebrata la Giornata della memoria delle vittime delle repressioni politiche, tappa fondamentale della riconciliazione con la tragica storia iniziata 100 anni fa con la Rivoluzione d’ottobre. Le vittime si riferiscono soprattutto ai periodi del “terrore rosso” proclamato subito dopo la rivoluzione stessa e durante la guerra civile tra bianchi e rossi (1918-1921), e a quello del “grande terrore” staliniano degli anni 1937-1939. Il numero delle vittime delle repressioni sovietiche non è mai stato stabilito in modo ufficiale. Nel calcolo occorre tener conto non solo dei periodi ricordati, ma di tutti i 75 anni della dittatura comunista. Secondo i documenti ufficiali della polizia politica (nelle sue varie denominazioni di Ogpu, Nkvd, Mvd e Kgb) tra il 1930 e il 1953, anno della morte di Stalin, furono condannati per motivi politici 3,8 milioni di persone, e tra il 1923 e il 1953 vennero fucilate 800 mila persone; cifre di per sé impressionanti, ma secondo gli storici decisamente sottostimate. L’associazione “Memorial”, che si occupa in Russia della riabilitazione e della documentazione relativa alle persecuzioni, ha potuto confermare le informazioni relative a 2,6 milioni di cittadini dell’Urss, stabilendo la loro identità, il loro arresto e la loro condanna, ma moltissime vittime rimangono confinate nell’oblio. Tra gli storici russi più autorevoli, Okhotin e Roginskij ritengono che dal 1921 al 1953 ci furono 5,5 milioni di condannati “politici”; secondo altre stime più generiche, dai lager staliniani passarono non meno di 20 milioni di persone, senza contare i confinati, i prigionieri di guerra e gli internati negli ospedali psichiatrici. Lo Stato russo non si occupa - né si è mai ufficialmente occupato, neanche dopo la fine del comunismo - della raccolta d’informazioni sui lager e le repressioni, lasciando questo compito alle associazioni come Memorial e altre. Gli archivi segreti sono rimasti accessibili solo per pochi anni, e anche la Chiesa ortodossa ha da tempo smesso di proclamare i “nuovi martiri”, proprio per l’impossibilità di procedere con le ricerche d’archivio. Intanto, presso i principali campi di concentramento - ciò che Solženicyn ha chiamato “Arcipelago Gulag” - in modo più o meno regolare si svolgono manifestazioni e cerimonie, come nel campo di Butovo nella periferia di Mosca, o nel bosco di Sandormokh, teatro delle fucilazioni di massa di preti e vescovi detenuti nel lager delle isole Solovki. Proprio i monaci ortodossi delle Solovki stanno invece eliminando tutte le memorie dei detenuti, ritenendole un’offesa alla santità del luogo. I simboli della memoria In occasione della Giornata della memoria, nel centro di Mosca è stato collocato un monumento alle vittime della repressione politica, alla presenza del presidente Vladimir Putin e del patriarca di Mosca Kirill (Gundjaev). L’opera denominata “Muro del Pianto” (Stena Skorbi in russo) è stata scelta tra 300 progetti presentati. Realizzata dallo scultore Georgij Franguljan, si tratta di una barriera bronzea su cui sono rappresentate delle figure umane, tra cui sono collocate delle tavole con la scritta “Ricorda” in 22 lingue, che rievocano le tante nazionalità dei cittadini sovietici repressi. Attorno alla scultura verranno elevate delle pietre verticali, che secondo l’autore devono significare che “bisogna vivere stando in piedi, non in ginocchio”. Le pietre verranno portate da tutti i luoghi di reclusione sparsi per il Paese. In occasione delle cerimonie per i perseguitati, si è riaccesa la polemica su un progetto di realizzare un monumento alla memoria dello scrittore Aleksandr Solženicyn, cantore dei prigionieri dei lager. L’idea è stata avanzata da un ex-detenuto dissidente, il poeta Vitold Abalkin, presso le autorità della città di Rostov-sul-Don nel 2013, e da allora non si sono placate le polemiche che dividono la popolazione nel giudizio sul grande scrittore. Il nome di Solženicyn è celebre in tutto il mondo fin dagli anni ’70, quando ottenne il premio Nobel per il romanzo “Una giornata di Ivan Denisovič”, che descriveva la vita nei lager. Fu poi espulso dal Paese nel 1974, quando cominciò la pubblicazione di “Arcipelago Gulag”, composto in base alle memorie dei prigionieri giunte da tutto il Paese. Lo scrittore tornò in Russia nel 1994, e fu uno degli ispiratori della politica nazionalista del presidente Putin. Eppure, per una parte consistente dell’opinione pubblica egli rimane un “traditore della patria”, uno dei massimi colpevoli della crisi e della scomparsa dell’Unione Sovietica, di cui per molti non si è spenta la nostalgia. Il monumento di Abalkin dovrebbe essere pronto per le celebrazioni dei 100 anni dalla nascita di Solženicyn, che si compiranno nel 2018 e saranno un’altra occasione per la riconciliazione della memoria storica della Russia.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 22 ore fa
Patriarca di Mosca: La Rivoluzione russa, l’accusa all’intelligentsija Il patriarca Kirill attribuisce agli intellettuali atei “la responsabilità per i tremendi avvenimenti di 100 anni fa". Cercare la riconciliazione perché “troppo sangue è stato versato”. Le profezie di Bulgakov, Berdjaev e Frank. La domanda sul pluralismo. 24/10/2017 10:40:00 RUSSIA A 100 anni dalla Rivoluzione d’Ottobre, il martirio della Chiesa cattolica in Urss Un libro dello storico Jan Mikrut narra il modo in cui i cattolici latini e bizantini sono rimasti fedeli nel turbine della violenza atea sovietica, fino ad oggi. Il volume esce in occasione dei 100 anni dalla rivoluzione bolscevica 22/01/2015 RUSSIA Patriarca Kirill per la prima volta alla Duma: riscoprire la solidarietà dell'epoca sovietica Il primate russo ortodosso ha parlato alla Camera bassa del parlamento. Esperti: Siamo in un momento di crisi economica e internazionale, ci serve mobilitare tutte le istituzioni, soprattutto quelle religiose. 24/03/2017 10:20:00 RUSSIA Ottimisti, pessimisti, apocalittici: la Russia guarda ai 100 anni dalla Rivoluzione Sono cominciate le celebrazioni per il centenario della rivoluzione russa del 1917. E’ importante una revisione storica: quei tempi sono molto simili ai nostri della post-globalizzazione. Il silenzio del Patriarcato di Mosca e il silenzio di Vladimir Putin. 07/09/2010 RUSSIA Mancano soldi per identificare resti dei martiri, vittime del terrore rosso I resti di circa 80 vittime del terrore bolscevico aspettano di avere un nome. La scoperta è avvenuta questa estate nei pressi della fortezza di Pietro e Paolo a San Pietroburgo. Per il lavoro di identificazione servirebbero tra i 76mila e i 126mila euro.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 23 ore fa
c'é sempre un Maometto wahhabita Bin Salman che ti guarda con cattive intenzioni Erdogan shariah VENEZIA, 31 OTT - La memoria di Valeria Solesin, la giovane ricercatrice 28enne veneziana uccisa nell'attentato al Bataclan di Parigi il 13 novembre 2015, è ancora viva anche nel cuore dei francesi. Lo testimoniano le continue presenze di turisti transalpini che in occasione della festività dei morti e della ricorrenza della tragedia lasciano un fiore sulla tomba o si raccolgono in preghiera per alcuni minuti. "E' una delle spoglie più visitate di tutta la cittadella lagunare dei morti - conferma il custode del cimitero dell'isola di San Michele - In molti, all'ingresso, ogni giorno ci chiedono esplicitamente come fare a trovarla". Per ora la tomba di Valeria è rappresentata solo da un croce bianca con la sua foto sorridente, conficcata nella nuda terra e circondata da piante e fiori freschi. "Abbiamo ordinato la tomba definitiva ad una ditta del veneziano che la sta realizzando sulla base del nostro progetto - spiega il fratello Dario - e sarà installata proprio in occasione del secondo anniversario della sua morte".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 23 ore fa
ecco gli assasini dei Martiri Cristiani tutti complici di Kim Jong-un ] Registrazione Il vostro account it.sputniknews.com è stato sospeso. Potete richiedere il ripristino scrivendo a moderator.it@sputniknews.com.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 23 ore fa
ogni shariah è un BOIA di NAZISTA... Perché vi meravigliate di questa notizia? per colpa dei wahhabiti tutti i cristiani sono terrorizzati e minacciati di morte nella LEGA ARABA.. e se avee qualche dubbio? io sono OSSERVATORIO sul MARTIRIO dei CRISTIANI da 30 anni!ISTANBUL, 31 OTT - Continua in Turchia la carcerazione preventiva per 4 giornalisti e amministratori di Cumhuriyet, il quotidiano di opposizione laica al presidente Recep Tayyip Erdogan, diventato uno dei simboli delle minacce alla libertà di stampa nel Paese. Lo ha deciso un tribunale di Istanbul, al termine della quarta udienza del processo nei confronti di 19 persone accusate di "terrorismo". Il direttore, Murat Sabuncu è detenuto da 366 giorni insieme al presidente del consiglio direttivo del giornale, Akin Atalay. In custodia cautelare in carcere ci sono poi il reporter investigativo Ahmet Sik e il contabile Emre Iper. In prigione rimane anche Ahmet Kemal Aydogdu, imputato insieme ai dipendenti di Cumhuriyet e accusato di essere dietro al noto account Twitter antigovernativo 'JeansBiri'. La prossima udienza è stata fissata per il 25 e 26. dicembre.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 23 ore fa
poiché noi siamo in un Regime monocratico tecnocratico usurocratico massonico: Bilderberg Rothschild? Così noi abbiamo sentito il bisogno di leggere una notizia un poco alternativa: al sistema Bancario ENTITà la truffa delle SpA Banche Centrali: alto tradimento Costituzionale: il SIGNORAGGIO BANCARIO... gli investimenti economici russi sono stati ridicoli: in corrispondenza agli enormi risultati ottenuti!Semplicemente perché è chiaro a tutti che la Boldrini SpA NetWork satellite TV NWO Satana, cioè, che lei è una bugiarda di FAKE NEWS!Facebook spiega che si accorse dell’influenza di Mosca e avvisò le autorità prima delle votazioni. Il colosso dei social network Facebook ha dichiarato che fino a 126 milioni di americani avrebbero letto materiali relativi alle elezioni inviati da un gruppo legato alla Russia: lo hanno riferito The Hill.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
"Bring the whole tithe into the storehouse (of Israel), so that there may be food in My house, and test Me now in this," says the LORD of hosts, "if I will not open for you the windows of heaven and pour out for you a blessing until it overflows."  Malachi 3:10 I will bless those who bless Israel.  (Genesis 12:3)
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
Non fu che nell'aprile del 2016 che si sentì l'ex-primo ministro del Qatar, Shayq Hamad bin Jasam o "HBJ", affermare in un'intervista a Rula Qalaf del Financial Times [1]: "Voglio dire qualcosa per la prima volta... Quando iniziammo ad impegnarci in Siria nel 2012, ricevemmo via libera col Qatar alla guida (delle operazioni), perché l'Arabia Saudita non voleva farlo. Poi ci fu un cambio politico e Riyadh non ci disse che ci voleva retrocedere. Inoltre, ci ritrovammo concorrenti e non era un bene". Sulla Libia è vergognoso che HBJ riassumesse l'aggressione omicida degli alleati con tale odiosa metafora: "C'erano troppi cuochi, il piatto si rovinò"! Ciò che HBJ non disse è che il via libera statunitense-sionista passò col rosso perché le turpitudini del Qatar commesse in Siria, in stretta collaborazione con la Turchia e una fazione di Hamas attraverso al-Qaida e Fratellanza musulmana, non riuscirono a distruggere lo Stato siriano in pochi mesi come previsto. Ci torneremo... Il 25 ottobre 2017 riservò le sue confidenze alla televisione ufficiale del Qatar "Masrah TV". Intervista di 110 minuti su Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrayn; relazioni con Iran, Israele, Fratellanza musulmana; sostegno alle cosiddette rivoluzioni arabe, ecc. Intervista ritenuta "di grande importanza" dalla rete qatariota che riepiloga le sue dichiarazioni in queste poche righe: “- Deploro profondamente la creazione della rete televisiva "al-Jazeera". - Contattai gli sciiti del Bahrayn per una "riconciliazione". Il problema fu risolto con la forza. Sono contrario a tale tendenza. - Informammo re Abdullah dei nostri contatti con Gheddafi e delle sue cattive intenzioni verso l'Arabia Saudita. - Ogni capitale degli Stati del Golfo deve avere un ruolo specifico al di fuori di qualsiasi confronto, l'Arabia Saudita è la sorella maggiore che deve proteggerci in quanto piccolo Paese. - Con questa crisi, abbiamo dato spettacolo in tutto il mondo, mentre i nostri popoli che vivevano in armonia cominciano a litigare e ad insultarsi. - Tutti vanno negli Stati Uniti, dando dati veri e falsi sui rispettivi Stati, informazioni che saranno uno di questi giorni usate contro tutti noi danneggiandoci”. Sarebbe tedioso tornare su ciascuno di tali punti e molti altri omessi dalla lista, come ad esempio: “- Per ammissione del generale Petraeus degli Stati Uniti, l'ufficio dei taliban a Doha fu aperto su richiesta ufficiale degli Stati Uniti, per usarlo come "hub" dei negoziati per il recupero dei prigionieri. Nel 2003, dopo la demolizione del Grande Buddha, gli rifiutammo l'"ambasciata" nonostante la pressione degli Stati Uniti, dicendo che l'avremmo concesso a uno Stato riconosciuto a livello internazionale. - Partecipammo alla guerra allo Yemen senza saperne la ragione. I sauditi ce lo chiesero e accettammo. - Quando l'ambasciata saudita fu attaccata in Iran, ritirammo l'ambasciatore, mentre avevamo eccellenti relazioni con l'Iran, rispettandone intelligenza e diplomazia e siamo partner presso l'enorme giacimento di gas che condividiamo. - Negli ultimi anni interrompemmo i rapporti con l'Iraq perché la politica saudita lo pretese. Ma adesso li abbiamo restaurati senza neppure dirlo al GCC! Restaurazione che approvo e che avrebbe dovuto essere fatta molto prima. - Non abbiamo particolarmente sostenuto la Fratellanza musulmana. Avevamo solo relazioni interstatali quando Mursi era al potere in Egitto. - Sulla registrazione delle conversazioni con Gheddafi sul cambio di regime in Arabia Saudita, HBJ è costretto ad ammettere che sono autentiche. Ma "nonostante il rispetto dovuto a una morte di cui non va detto che il bene", l'accusò di aver defraudato gli EAU vendendogli una raffineria che non esisteva e di aver estorto il Qatar, senza dire altro. - Su Israele, tutti sanno che: "Il suo reddito nazionale supera quello di qualsiasi Paese arabo, mentre non ha petrolio (!?)... ha cervello e quattro milioni di persone, di cui tre dalla doppia nazionalità, il che significa che possono emigrare ma rimangono perché hanno un obiettivo che cercano di raggiungere. Noi tutti ne cerchiamo l'amicizia e li temiamo. Chi di noi ancora parla della questione palestinese?... Parliamo solo delle modalità della normalizzazione... Conosco bene gli israeliani. Ho lavorato con loro e fui insultato per questo. Ma il nostro obiettivo era la pace... che la questione palestinese si sistemasse pacificamente a Gaza e Cisgiordania... Ora so che molti leader regionali trattano con loro e che molti incontri avvengono, alcuni nel Mar Rosso. Ma so anche che sono destinati al fallimento..." HBJ si chiede se, nonostante tale buona fede e precaria fedeltà, il comportamento dei suoi fratelli assedianti (Arabia Saudita, EAU, Bahrayn e Egitto) non rifletta la volontà d'imporre un cambio nella politica regionale. Una politica che il Qatar probabilmente approverebbe, a condizione che esista, sia chiaramente pianificata, associandosi o permettendogli di potervi aderire. Soprattutto dato che il Qatar gli ha dimostrato magnanimità: "I quattro fratelli avevano riconosciuto il cambio di regime avutosi in Qatar nel 1996... anche se non avevamo bisogno del loro sostegno perché era una decisione del nostro popolo [sic] e mentre sapevamo del complotto contro di noi, partecipammo al vertice di Muscat [2] l'anno prima... All'epoca, i militari di questi Stati assedianti che parteciparono al complotto furono catturati a Doha... Più tardi, re Abdullah chiese di liberarli e di voltare pagina. Sua altezza, il padre del principe attuale, rispose alla richiesta... cioè anche quando la tensione raggiunse il parossismo, mantenemmo un minimo di rispetto reciproco... Non toccammo i simboli e il tono non raggiunse mai il livello attuale..." Non toccarono i simboli! A sentirlo, il Qatar ha solo cacciato in Siria, cucinato in Libia e salvato il popolo di Gaza dalle grinfie terrificanti d'Israele. E se ha perso la preda, non va dimenticato che non è l'unico colpevole e che i fratelli assedianti furono più che complici. In ogni caso, questo è ciò che pensiamo del suo discorso sulla Siria che riserviamo alla fine. Un discorso che non ci dice nulla che non sapevamo già, ma chi meglio del criminale conosce i dettagli del delitto? Anche se non racconta tutta la verità: "Non appena le cose iniziarono in Siria, andai in Arabia Saudita su richiesta del padre di sua altezza. Conobbi re Abdullah, Dio gli conceda la misericordia. Mi disse: "Siamo con voi, andate avanti e ci coordiniamo, ma avrete la responsabilità nelle vostre mani". Ecco cosa facemmo. Non voglio entrare nei dettagli... Abbiamo prove complete su tale argomento. Tutto passava dalla Turchia, tutto fu fatto in coordinamento con le forze statunitensi, i turchi, noi stessi e i nostri fratelli sauditi. Tutti erano presenti coi loro militari. Errori potrebbero essere stati compiuti in alcuni dettagli dell'aiuto, ma non con lo SIIL. Là si esagera! Ci può essere stata una relazione con Jabhat al-Nusra. È possibile. Per Dio, non lo so! Tuttavia, se fosse così posso dire che non appena fu decretato che Jabhat al-Nusra era inaccettabile, non fu più sostenuto e gli sforzi si concentrarono sulla liberazione della Siria... (qui) combattiamo per la preda... la preda è scomparsa... e ancora combattiamo per questa! E ora si hann uccisioni in Siria e Bashar è ancora là... Ora dite che Bashar può rimanere. Non siamo contrari. Non dobbiamo vendicarci di Bashar. Era nostro amico. Ma eravate con noi nella stessa trincea. Avete cambiato idea. Ditecelo!"
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
dopo aver vinto l'oro negli Emirati Arabi Uniti Non suonano l’Hatikvah ad Abu Dhabi, il judoka Tal Flicker se lo canta da solo Il campione di judo israeliano Tal Flicker si è imposto al Grand Slam di Abu Dhabi nella categoria fino a 66 chilogrammi ma poi ha dovuto cantarsi l’inno da solo alla cerimonia di premiazione. Anche se l’Emirato è in buoni rapporti con Israele non ha ancora relazioni diplomatiche. Gli organizzatori hanno così applicato il divieto di alzare la bandiera dello Stato ebraico e suonare l’inno. Ma il judoka, da solo sul podio, lo ha intonato per conto suo in una prova di patriottismo. Le autorità di Abu Dhabi hanno detto che il divieto di mostrare simboli israeliani era volto a garantire “la sicurezza della delegazione” dello Stato ebraico. Le stesse regole erano state applicate a un evento simile due anni fa, ma allora nessun atleta israeliano era salito sul gradino più alto del podio. Flicker ha vinto la finale nel modo più spettacolare, un ippon, l’equivalente del KO nell’arte marziale giapponese, a 25 secondi dalla fine del match, e ha sconfitto l’azero Nijat Shikhalizada, medaglia di bronzo ai mondiali. Il judo è stata la prima arte marziale moderna a essere ammessa alle Olimpiadi. Giordano Stabile, La Stampa, 27 ottobre 2017
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
The Males Family - Ethiopian Aliyah & Absorption Males Family- Ethiopian Aliyah & Absorption In a partnership with the Jewish Agency, an ICEJ team traveled to Gondar, Ethiopia to visit families and hear the struggles of those waiting to immigrate to Israel. This is a personal story from the Males Family of their journey from Ethiopia to Israel. HELP ETHIOPIAN JEWS MAKE ALIYAH You can be a part of a modern-day miracle by partnering with the ICEJ by helping Ethiopian Jews make aliyah and integrate into their homeland of Israel! MAKE A DIFFERENCE TODAY
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
FIREFOX NON RISPONDE
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
la Merkel 666 Junker sono i Bilderberg malati mentali pazzi e assassini.. TRADITORI SIETE I TRADITORI!MOSCA, 31 OTT - Le accuse rivolte a Mosca di aver interferito nelle presidenziali americane dello scorso anno nonché in altre elezioni in alcuni paesi europei sono solo "fantasie" e non sono confermate da "una singola prova": lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov in un incontro con i membri dell'associazione delle imprese europee. "Come sapete - ha detto il capo della diplomazia russa - senza una singolo frammento di prova siamo stati accusati di interferenze nelle elezioni non solo negli Usa ma anche nei paesi europei. Sono recentemente state sollevate accuse secondo cui Mosca sta decidendo quale ministro dovrebbe essere nominato in Sudafrica. In generale - ha concluso Lavrov - non c'è limite alla fantasia".
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
è chiaro ANSA il massone si mantiene troppo generico su questa notizia, perché questo è un GOLPE dei Bilderberg SpA Governo ombra NWO, contro il Presidente USA."gli eventi si riferiscono'' a molto tempo fa" fa riferimento alla Amministrazione Obama-ClintonNEW YORK, 31 OTT - ''Le Fake News stanno facendo gli straordinari. Come ha detto il legale di Paul Manafort 'non c'e' collusione' e gli eventi si riferiscono'' a molto tempo fa. Lo afferma Donald Trump su Twitter, torna a intervenire sul caso Manafort, l'ex manager della sua campagna accusato nell'ambito delle indagini sul Russiagate. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/10/31/trump-non-ce-collusione-fatti-vecchi_a7e9873a-7558-447b-a239-b38fd322235e.htmlquì sono presenti 4 miei commenti "Shariah Gender Bilderberg"
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
perché TRUMP DONALD finge di essere idiota? lui sa molto bene che con ordine esecutivo 11110 la colpa non potrebbe mai essere data alla FED. L'assassinio di Jfk, l'Fbi annuncia la diffusione degli ultimi file top secretI documenti saranno pubblicati dall'agenzia federale Usa nelle prossime settimane'Fbi ha annunciato che ha autorizzato la diffusione di tutto il materiale precedentemente secretato nei suoi file sull'assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy. I file verranno divulgati dagli archivi nazionali nelle prossime settimane. La scorsa settimana, Donald Trump aveva dato il via libera alla pubblicazione di 2800 file in base alla scadenza di legge dei 25 anni per la divulgazione di tutti i documenti sull'uccisione di Jfk. Tuttavia aveva ceduto alle pressioni di Cia, Fbi ed altre agenzie mantenendo segreti oltre 300 documenti per questioni di 'sicurezza nazionale'. La Cia aveva spiegato che nei file ancora secretati ci sono i nomi di agenti ed ex agenti segreti, come pure metodi specifici di intelligence e collaborazioni che restano vitali per proteggere la sicurezza del Paese.
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
Libia: 12 bambini e donne uccisi a Derna, Missione Onu, oltre a tre uomini e quattro bimbi feriti... "ok, mi dispiace" mi detto Bin Salman " ma tu non ci puoi fare niente se queste cose le decide Allah!" Catalonia Declares Independence From Spain. This Is Only A Sign Of How Europe Is Fragmenting And Heading Towards Another Major War, 2017-10-27 By Theodore Shoebat Catalonia just declared independence from Spain. This is only a sign of how Europe is fragmenting and heading towards another major war. In the subject of today’s video, I talk about Catalonia’s separatism, nationalism and the forces behind nationalism, including the Counterjihad movement’s Filip DeWinter and Pamela Geller: We are witnessing history, […] ------------------------ Muslim Terrorists Kidnap Christian Woman And Her Children And Then Shoot Them In Captivity2017-10-30 Posted in FeaturedGeneralA Christian woman and her two children were kidnapped earlier this week by Muslim terrorists in a village raid. After taking them captives, the terrorists shot all three of them to death in captivity according to a recent report: A Christian woman and her two children were killed in north-central Nigeria last week, three days […] ------------------------ Muslims Pelt Christians And Churches In Egypt With Stones, Government Responds By Closing Churches And Refuses To Prosecute The Muslims2017-10-30 Muslims have been attacking Christians and their churches with rocks in Egypt. After complaining to the police, the government stepped in and forcibly closed the churches and refuses to prosecute the Muslims according to a recent report: Coptic Christians in Egypt have said that they have been pelted by rocks while the government in the […] ------------------------ Major Christian Aid Group Declares ‘Most Of The Money Supposed To Help Christians Either Disappeared Or Never Came’- We Told You This Would Happen, 2017-10-30 FeaturedGeneralWe at Rescue Christians have maintained that in Iraq, what remains for Christians of good will to do is to help the survivors get out of Iraq and to a safe place where they can rebuild their lives and in the future- with the grace of God- eventually bring the Faith back to that area. […] La Catalogna declina l'indipendenza dalla Spagna. Questo è solo un segno di come l'Europa sta frammentando e dirigendo verso un'altra guerra maggiore, 2017-10-27Di Theodore Shoebat La Catalogna ha appena dichiarato l'indipendenza dalla Spagna. Questo è solo un segno di come l'Europa sta frammentando e dirige verso un'altra grande guerra. Nell'ambito del video di oggi, parlo del separatismo, del nazionalismo e delle forze dietro il nazionalismo della Catalogna, incluso Filip DeWinter e Pamela Geller del movimento Counterjihad: stiamo assistendo alla storia, [...]  ------------------------ I terroristi musulmani uccidono la donna cristiana ei suoi figli e poi li sparano nella cattività2017-10-30 Inserito in FeaturedGeneralUna donna cristiana ei suoi due figli sono stati rapiti all'inizio di questa settimana dai terroristi musulmani in un attacco di villaggio. Dopo averli catturati, i terroristi hanno sparato tutti e tre a morte in cattività secondo una recente relazione: una donna cristiana ei suoi due figli sono stati uccisi nella Nigeria nord-settentrionale la settimana scorsa, tre giorni [...] ------------------------ I cristiani e le chiese dei musulmani in Egitto con le pietre, il governo risponde chiudendo le chiese e rifiuta di perseguire i musulmani2017/10/30I musulmani hanno attaccato i cristiani e le loro chiese con le rocce in Egitto. Dopo aver denunciato alla polizia, il governo ha fatto un passo avanti e ha forzatamente chiuso le chiese e rifiuta di perseguire i musulmani secondo un recente rapporto: i cristiani copti in Egitto hanno detto che sono stati colpiti da rocce mentre il governo [...] ------------------------ Il principale gruppo di aiuto cristiano declina 'la maggior parte dei soldi per aiutare i cristiani o sono stati nati o non sono mai stati' - ti abbiamo detto che sarebbe successo, 2017-10-30 FeaturedGeneralNoi ai Rescue I cristiani hanno sostenuto che in Iraq ciò che rimane per i cristiani di buona volontà è quello di aiutare i sopravvissuti a uscire dall'Iraq e in un luogo sicuro dove possono ricostruire la propria vita e in futuro - con la grazia di Dio - alla fine portare la Fede in quella zona. [...]
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
a proprosito delle ''Le Fake News" Boldrini ha detto di fare molta attenzione.... a questo fenomeno molto inquietante del NWO, perché chi sia stato all'11-09, a buttare giù quelle torri? soltanto il Presidente Francesco Cossiga lo ha spifferato a tutti.. perché ha detto: "tutti lo sanno", infatti tutti i Governi del mondo furono preavvertiti! Inoltre, è vero che Stefano Montanari, ha scritto qualche libro, ma questo non fa di lui uno "Scrittore" come si dice in internet di lui (altra ''Le Fake News"), che invece è uno scienziato che vede sempre le nano particelle di: uranio acciaio, ferro, tungsteno, alluminio ecc.. ecc.. nei vaccini, con il suo microscopio a scansione.. e lui lo può dimostrare anche,soltanto che tutti hanno paura di vedere le sue dimostrazioni perché hanno paura dei sacerdoti di Satana... però il Ministro FEDELI ha detto che deve dirlo a 4 milioni di studenti italiani, lo stesso, cioè, questa storia delle ''Le Fake News", anche perché sanno tutti che il SIGNORAGGIO BANCARIO alto tradimento Costituzionale lo sanno tutti i Bilderberg PD BCE FMI FED che non è una ''Le Fake News" soltanto che nessuno ci può fare niente, perché loro hanno tradito tutti a JaBullON!http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/10/31/trump-non-ce-collusione-fatti-vecchi_a7e9873a-7558-447b-a239-b38fd322235e.html
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
Anna Bortsova Monday, Oct. 30th View on United with Israel ] Did you know Shoebat is gone? Lo sapevi che Shoebat è andato? ANSWER I DO NOT need to know things from Shoebat ... why, I AM OBSERVATORY about the martyrdom of Christians for 30 years ... the reality of Christians under Islam, Mohammed and Shariah League ARAB OCI UN? it is a reality so vast, desperate and frightening that there are not enough words in quantitative terms, that, in a qualitative way: to tell it! IO NON Ho bisogno di sapere le cose da Shoebat ... perché, io sono OSSERVATORIO sul Martirio dei cristiani da 30 anni... la realtà dei cristiani sotto Islam, Maometto e shariah LEGA ARABA? è una realtà così vasta, disperata e spaventosa che non ci sono le parole appropriate sia in modo quantitativo, che in modo qualitativo: di poterlo raccontare!
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
VLADIMIR PUTIN ] CAINO brutto figlio di puttana, come è, dove è: tuo fratello Abele, il cristiano in Korea North?
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
i russi mi hanno espluso da it.sputniknews perché del destino dei martiri cristiani in Korea North?non interessa agli interessi economici!hanno bruciato anche tutti i commenti dei canali facebook di secondo livello per la paura di non volermiincontrare!
Human sacrifice 666 Cremation of Care
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
KIM JONG-UN il BOIA! Il quotidiano sudcoreano Chunan Ilbo sostiene che le autorità cinesi hanno recentemente arrestato gli agenti nordcoreani che hanno tentato di assassinare il nipote dell'attuale leader del Nord Corea Kim Jong-un, il 22enne Kim Han Sol. Il ragazzo è il figlio di Kim Jong Nam, che è stato precedentemente assassinato all'aeroporto di Kuala Lumpur in Malesia all'inizio di quest'anno. L'uomo è morto, presumibilmente per avvelenamento con una sostanza altamente tossica, il VX. Pyongyang è sospettata di essere coinvolta in questo. Dalla morte di suo padre il 13 febbraio, Kim Khan Sol è sotto scorta. "Gli agenti speciali del servizio d'intelligence nordcoreano sono stati dispiegati in Cina per eliminare Kim Han Sol, ma alcuni di loro sono stati arrestati dalle forze di sicurezza cinesi, e in segretezza rigorosa vengono interrogati" riporta il quotidiano. Secondo lui, sette agenti della Corea del Nord sono stati inviati in Cina. Sullo sfondo di una maggiore sicurezza durante il congresso del Partito Comunista Cinese, due di loro sono stati arrestati e interrogati sul tentativo di assassinio imminente del nipote di Kim Jong-un. La famiglia di Kim Jong Nam ha vissuto a Macau, ma dopo la sua morte a Kuala Lumpur, è partita per una destinazione sconosciuta. Oltre a Kim Khan Sol, rimase sua madre Lee Hyo Gyeong e sua sorella Kim Sor Hee.
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[12:31, 31/10/2017] Gruppo Mladic: Non hai detto che sei il consigliere di dio ??? [12:32, 31/10/2017] UNIUS REI: si, lo sono! ANSWER DICIAMO CHE PIù che consigliare, noi ci consultiamo
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[12:31, 31/10/2017] Gruppo Mladic: Non hai detto che sei il consigliere di dio ??? [12:32, 31/10/2017] UNIUS REI: si, lo sono! [12:33, 31/10/2017] Gruppo Mladic: e fai come il tuo datore ...???: il parassita [12:33, 31/10/2017] UNIUS REI: non c'é nulla di indegno nel Regno di Dio, noi siamo la verità e la giustizia [12:33, 31/10/2017] UNIUS REI: anche se non è facile consigliare qualcuno che conosce il futuro [12:33, 31/10/2017] Gruppo Mladic: secondo me non sa un tuppo, [12:34, 31/10/2017] Gruppo Mladic: sappiamo più io e te ...: sei come il csm: 👺 [12:34, 31/10/2017] UNIUS REI: il tempo è una creazione CONTINUA, non c'é passato e futuro per Dio
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
dobbiamo arrestare i congiurati DEMO PLUTO GIUDAICO MASSONE e quindi criminalizzare tutte le gerarchie massoniche.. IL REGIME bILDERBERG, ECC.. E incamerare i loro beni... MOSCA, 31 OTT - La Russia non si sente "assolta" dalle accuse mosse contro Paul Manafort poiché non si è mai considerata "colpevole". Così il portavoce del Cremlino commenta gli sviluppi del 'Russiagate' negli Usa. "Sin dall'inizio abbiamo espresso la nostra assoluta incomprensione per le accuse infondate di essere coinvolti nell'effimera intromissione nelle elezioni americane", ha detto Dmitri Peskov. "Osserviamo con interesse" quanto accade a Washington e speriamo che le indagini non portino a un "inasprimento della russofobia". Lo riporta la Tass.
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
Shariah Gender Bilderberg tutto il mondo è minacciato dalla shariah tutto il mondo è in stato di emergenza! avete più di 8 milioni di musulmani che diventeranno, 24 milioni tra 10 anni e se la shariah non verrà condannata dalla LEGA ARABA, per il maggioritario pretenderanno di avere il loro califfato! Francia: finisce stato emergenza. Da domani stop a misure speciali decretate la notte del Bataclan
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
+39390289731867 hanno registrato il timbro della mia voce
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[12:07, 31/10/2017] Gruppo Mladic: mi meraviglio che credi al paradisiello ed all'infernuccio ... [12:08, 31/10/2017] Gruppo Mladic: ma anche come metafora mio caro "nemico"... [12:09, 31/10/2017] UNIUS REI: la Madonna a Fatima ha reso trasparente il suolo con un raggio di luce che usciva dalla sua mano e i tre bambini Lucia Giacinto e Francesca hanno descritto uno spettacolo raccapricciante! ... vai a leggere e informati! [12:10, 31/10/2017] UNIUS REI: io sono il nemico di tutti i disgraziati che cadono nell'inferno, affermativo... ma dubito che tu cadrai all'inferno lo dubito con assoluta certezza
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
La Chiesa Ortodossa Russa è preoccupata dal destino dei cristiani in Medio Oriente e spera che saranno create le condizioni per il loro ritorno nella regione, ha riferito a RIA Novosti il ​​metropolita Hilarion di Volokolamsk. Il metropolita Hilarion partecipa ad Atene alla conferenza internazionale "Pluralismo religioso e culturale e coesistenza pacifica in Medio Oriente". Ha parlato della situazione in Medio Oriente, in Siria, in particolare ha rilevato il ruolo dell'esercito russo che di fatto ha contribuito alla liberazione di quasi tutto il territorio siriano dai terroristi. "Affinchè i cristiani possano fare ritorno nei loro luoghi di origine, è necessario garantire in primo luogo una rapida riapertura di monasteri, chiese e santuari andati distrutti, in secondo luogo recuperare e forse ricostruire le case dei cristiani. Perchè se non hanno un posto dove tornare, se non hanno una casa, se mancano le infrastrutture e le scuole e gli ospedali non funzionano, è inutile sperare che i cristiani possano ritornare," — ha detto Hilarion. [11:58, 31/10/2017] UNIUS REI: inferno è 10 km sotto i tuoi piedi e paradiso è 10 km sopra la tua testa, tu sei al centro di una distanza complessiva di 20km[12:03, 31/10/2017] Gruppo Mladic: mi son scansato questi due guai: deograzia[12:04, 31/10/2017] UNIUS REI: perché? i morti stanno soltanto all'inferno! in Paradiso? sono tutti vivi e felici! Fabio Franceschini · FirenzeDi certo non se ne preoccupa Roma.e se lo fa nessuno se ne accorge Giuliano SantandreaBuon giorno, Roma non se ne occupa di certo, il Papa è tenuto prigioniero, non può parlare, non può agire, povero Santo Benedetto XVI. Al suo posto siede l’emiro bergoglio messo lì dal fratello mussulmano Barak Hussein Obama. La Santa Russia potrebbe tornare a una politica di ampio respiro come era ai tempi dello Zar. nikita09:07 31.10.2017Il cristianismo è divenuto la religione della debolezza. È una malattia degenerativa una volta insediato in un territorio.Lo vediamo che cosa hanno fatto popoli cristiani in Africa, Sud America ed Europa.
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[11:48, 31/10/2017] UNIUS REI: senza volerlo hai dimostrato la esistenza del Paradiso e dell'INFERNO e la loro necessità [11:55, 31/10/2017] Gruppo Mladic: 🤣🤣🤣 dimmi dove stanno, invio loro renzi e il papa. .. [11:58, 31/10/2017] UNIUS REI: inferno è 10 km sotto i tuoi piedi e paradiso è 10 km sopra la tua testa, tu sei al centro di una distanza complessiva di 20km
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
Korea North e horror ] [11:33, 31/10/2017] UNIUS REI: poi, devi adore i Kim, perché sono Dio in terra: e forse è questo che condanna a morte i cristiani senza appello! 😀 [11:34, 31/10/2017] Gruppo Mlaserbia: Beh! si tratta di un seminfermo ....😏 [11:34, 31/10/2017] Gruppo Mlaserbia: 😕 [11:48, 31/10/2017] UNIUS REI: senza volerlo hai dimostrato la esistenza del Paradiso e dell'INFERNO e la loro necessità
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
tutti gli islamici sono un delitto internazionale ed il meno criminale di tutti è ASSAD e poiché lui si opponeva al geenocidio dei Cristiani? POI DOVEVA ESSERE PUNITO CON LA MORTE! Il problema di Assad è che lui non vuole essere fatto fuori dalla conguira per fare il genocidio degli israeliani... quindi tutta la LEGA ARABA è un intrigo inestricabile, una minaccia letale per tutto il genere umano!Quarta udienza stamani a Istanbul del processo a giornalisti e amministratori di Cumhuriyet, il quotidiano di opposizione laica al presidente Recep Tayyip Erdogan, diventato uno dei simboli delle minacce alla libertà di stampa in Turchia. Alla sbarra con accuse di "terrorismo" ci sono alcuni dei più noti reporter del Paese, tra cui l'ex direttore Can Dundar - riparato in Germania e processato in contumacia - e il suo successore alla guida del giornale, Murat Sabuncu, detenuto da 366 giorni insieme al presidente del consiglio direttivo del giornale, Akin Atalay. Dopo il rilascio nell'ultima udienza dell'editorialista e rappresentante turco dell'Ipi (International Press Institute) Kadri Gursel, in custodia cautelare in carcere restano anche il reporter investigativo Ahmet Sik e il contabile Emre Iper. Gli imputati sono accusati a vario titolo di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen, il Pkk curdo e il gruppo di estrema sinistra Dhkp/c e rischiano fino a 43 anni di carcere.
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[11:10, 31/10/2017] UNIUS REI: a nessuno sta a cuore il genocidio dei cristiani in Korea del Nord, neanche a te. [11:14, 31/10/2017] Gruppo Mladic: sai che non ho mai saputo di quello che hai detto ??? [11:27, 31/10/2017] UNIUS REI: MAI i comunisti hanno raggiunta la perfidia che è stata raggiunta in Korea del Nord... Kim Jong-un tiene un paio di Chiese come specchietto delle allodole con dentro cristiani finti! [11:30, 31/10/2017] UNIUS REI: ma se ti scoprono con un foglio del Vangelo o ti scoprono a pregare (lo stesso è in IRAN e Arabia Saudita) finisci male, vieni arresto, ecc.. ma in Korea del Nord spariscono tre generazioni, tutta la famiglia finisce nei gulag lager ... che è meglio essere ucciso subito, che non sai come sarai stuprato torturato a morte, o se tu avrai la fortuna di mangiare i topi o se i topi avranno la fortuna di mangiare te! ... tutte storie conprovate dagli osservatori internazionali e dai pochi che sono riusciti a scappare! [11:31, 31/10/2017] UNIUS REI: Se una Coreana rimane impregnata dallo sperma di un cinese bastardo? il bambino deve essere subito abortito per non inquinare la razza... ed in effetti sono troppo belli! [11:31, 31/10/2017] Gruppo Mladic: 🤣🤣🤣 [11:31, 31/10/2017] UNIUS REI: Quindi la malattia del crimine è un fatto genetico, pertanto se sei cristiano, tu tuo figlio tuo nipote e tuo padre e tuo nonno, quindi tre generazioni devono tutti sparire nei gulag laogai lager [11:32, 31/10/2017] UNIUS REI: lo ho letto ciò da organismi ufficiali e agenzie ONU [11:33, 31/10/2017] UNIUS REI: poi, devi adore i Kim perché sono Dio in terra [11:33, 31/10/2017] UNIUS REI: e forse è questo che condanna a morte i cristiani senza appello!
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa (modificato)
Regno Israele x Adonia o x Salomone ... Obama e Harry ospitano summit leadership COME NO... IN SUMMIT DEGLI ANTICRISTI! CHICAGO, 31 OTT - L'ex presidente americano Barack Obama ospita oggi e domani a Chicago un summit sulla leadership al quale parteciperanno centinaia di leader della società civile, artisti e altri personaggi tra i quali il principe Harry. L'iniziativa rientra nelle attività della Fondazione Obama, che sta raccogliendo i fondi per la costruzione nella città dell'Obama Presidential Center. L'ex presidente terrà oggi pomeriggio il discorso di apertura del summit e l'ex First Lady Michelle Obama interverrà domani.
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
Shariah Gender Bilderberg ] Gaza: funerali islamici uccisi in tunnel, Tensione resta elevata nella Striscia [ o dobbiamo piangere i terroristi o dobbiamo piangere le loro vittime! SCEGLIETE IN CHE MODO GLI ISLAMICI POSSONO UCCIDERE I VOSTRI FIGLI! a nessuno sta a cuore il genocidio dei cristiani in Korea del Nord, neanche a te ] [ La Corea del Nord ha definito le accuse del governo britannico “speculazioni infondate”. Il Regno Unito ritiene che la Corea del Nord abbia diretto gli attacchi hacker WannaCry a maggio, riporta il Daily Telegraph. "L'insistenza del governo del Regno Unito nel voler collegare gli attacchi informatici e la Corea del Nord, non può che essere che interpretata se non come un tentativo insidioso di aumentare la diffidenza verso la Corea del Nord nella comunità internazionale" ha detto il rappresentante ufficiale della Associazione della Corea del Nord e l'Europa. Il potente attacco hacker sui server NHS maggio ha paralizzato 48 ospedali e cliniche in Inghilterra e Scozia, segnalato dai medici per primi vedendo errori nel sistema informatico. Centinaia di operazioni e visite mediche sono state cancellate, ambulanze sono state deviate agli ospedali esclusi dall'attacco informatico. Il Ministro per la sicurezza britannico del Ministero degli interni Ben Wallace ha detto che le autorità sono convinte che gli attacchi WannaCry siano stati condotti da hacker dalla Corea del Nord. Il cyberattacco su larga scala WannaCry in tutto il mondo del 12 maggio ha colpito più di 200 mila utenti in 150 paesi. Gli hacker hanno utilizzato un malware modificato dell'agenzia statunitense per la sicurezza nazionale. All'inizio è stato segnalato che l'attacco potrebbe essere associato ad un gruppo di hacker della Corea del Nord. Il vice rappresentante permanente della Corea del Nord alle Nazioni Unite, ha definito le dichiarazioni di Pyongyang sui collegamenti con l'attacco informatico globale ridicolo. ========================
Human sacrifice 666 Cremation of Care 1 giorno fa
[09:33, 31/10/2017] Gruppo Mladic: allora fa bombardare prima Iran e Iraq poi la corea [09:38, 31/10/2017] UNIUS REI: perché devo uccidere prima i miei fratelli preziosi, i mussulmani figli di Abramo? Presto verrà cambiata la storia in Korea del Nord.. poi, se i maomettani non comprenderanno l'antifona, suonerò anche per loro la marcia funebre
lorenzojhwh Unius KING Messiah
rescuechristians
Obama moderate terrorist 666 OCI ONU CIA Shariah
LaVeraScienza
lorenzoscarola
nei secoli fedele: ITALIA LIBERA dai Rothschild
lorenzoJHWH UNIUS REI is Messiah Yitzhak Kaduri
RUSSIA infedele schiavo dhimmis kafir murtids NATO
Open Doors UK & Ireland
Google+
shalomnaumann
 

Yara e il suo demonio Allah

https://sptnkne.ws/hu4c shalom love universal brotherhood   (סרטון מוסיקלי רשמי) https://he.kingdomsalvation.org/videos/for-whom-man-should-...