lunedì, novembre 13, 2017

Beatrice Lorenzin cRIMINALITà DI sTATO massonico trasnazionale

IN ITALIA LA PRESSIONE FISCALE SULLE CASE? è PAROSSISTICA! MA, SE INQUILINO NON PAGA O è UN DELIQUENTE: CHE TI DEVASTA L'APPARTAMENTO? LO STATO CHE SI è PRESO TUTTO TI ABBANDONA NEL FOSSO DELLA DISPERAZIONE!
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco come sarà l’aldilà e cosa si fa” INFERNO, PURGATORIO, PARADISO! Il dottor Franco Stilo racconta: “Nel 1985 o nel 1984 mi sono recato da Natuzza e le ho fatto vedere le foto di una mia zia e di mio nonno, defunti. Le feci vedere prima la foto di mia zia. Natuzza, immediatamente, con una rapidità impressionante, senza nemmeno pensarci minimamente, si illuminò nel volto e, tutta contenta, disse: “Questa è santa, si trova in paradiso con la Madonna”. Quando prese la foto di mio nonno, cambiò invece espressione, e disse: “Questo ha molto bisogno di suffragi”. Io rimasi stupefatto per la rapidità e la sicurezza con la quale diede le risposte. La zia, Antonietta Stilo, nata il 3.3.1932 e morta l’8.12.1980 a Nicotera, fin da bambina era religiosissima e a 19 anni andò a Napoli per diventare suora, ma subito dopo si ammalò e non potè proseguire, ma pregava sempre, era molto buona e gentile con tutti, ed offrì sempre la sua malattia al Signore; mio nonno Giuseppe Stilo, invece, il padre della zia, nato il 5.4.1890 e morto il 10.6.1973 non pregava mai, non andava mai a messa, qualche volta bestemmiava e forse non credeva in Dio, mentre la zia era tutto l’opposto. Natuzza di tutto ciò naturalmente non poteva sapere nulla ed io, ripeto, rimasi meravigliatissimo per la rapidità eccezionale con la quale Natuzza mi diede le risposte”. Il professor Valerio Marinelli, uno scienziato autore di diversi libri sulla Evolo, una volta le domandò: “Soffrono anche il freddo, ad esempio, le anime del Purgatorio?”. E lei: “Sì, anche il vento e il gelo, a seconda dei peccati hanno una pena particolare. Ad esempio ai superbi, ai vanitosi ed agli orgogliosi, è destinato di stare nel fango, ma non è un fango normale, è un fango di putredine. Il tempo nell’aldilà è come questo qua, ma sembra più lento a causa della sofferenza. Nessuno conosce i misteri dell’aldilà, e gli scienziati conoscono solo la millesima parte di quello che c’è qui nel mondo terreno”. Il dottor Ercole Versace di Reggio Calabria ricorda: “Un mattino di tanti anni fa, mentre io, mia moglie e Natuzza pregavamo insieme nella cappellina a Paravati, e non c’era nessun altro con noi, ad un certo punto Natuzza divenne luminosa in volto e mi disse: “Dottore, voi avevate un fratello che è morto quando era piccolo?”. Ed io: “Sì, perché?”. “Perché è qua con noi!”. “Sì, e dove sta?”. “In un prato verde, bellissimo”. Si trattava di mio fratello Alberto, che morì a quindici anni, il 21 maggio 1940, per un attacco appendicolare, mentre studiava a Firenze al Collegio della Quercia. Natuzza non aggiunse altro”. Suor Bianca Cordiano delle Missionarie del Catechismo, dichiara: “Ho chiesto molte volte a Natuzza dei mie parenti defunti. Quando le ho domandato di mia madre mi ha detto subito, con un’espressione di gioia: “E’ in paradiso! Era una santa donna!”. Quando le domandai di mio padre, mi disse: “La prossima volta che venite vi darò la risposta”. Quando la rividi, Natuzza mi disse: “il 7 ottobre fate celebrare una Messa per vostro padre, perché salirà in paradiso!”. Rimasi colpita profondamente da queste sue parole, perché il 7 ottobre è la festa della Madonna del Rosario e mio padre si chiamava proprio Rosario. Natuzza non conosceva il nome di mio padre”. E’ opportuno adesso riportare una parte dell’intervista del 1984 concessa dalla mistica calabrese al noto professore Luigi Maria Lombardi Satriani, docente di antropologia di estrazione marxista che però ha sempre lodato Natuzza Evolo, insieme all’illustre docente anche la giornalista Maricla Boggio intervistò Natuzza, utilizziamo le iniziali D. per Domanda e R. per risposta: “D. – Natuzza, sono ormai migliaia le persone che sono venute da lei e continuano a venire. Per che cosa vengono, quali bisogni vi dicono, quali richieste vi fanno? R. – Richieste per malattie, se il medico ha indovinato la cura. Domandano per i morti, se sono in paradiso, se sono in purgatorio, se hanno bisogno o no, per consigli. D. – E voi come fate a rispondere loro. Per i morti, ad esempio, quando vi domandano dei morti. R. – Per i morti li riconosco se li ho visti per esempio 2, 3 mesi prima; se li ho visti un anno prima non li ricordo, ma se li ho visti da poco tempo li ricordo, attraverso la fotografia li riconosco. D. – Quindi vi mostrano la fotografia e voi potete anche dire dove si trovano? R. – Sì, dove si trovano, se sono in paradiso, in purgatorio, se hanno bisogno, se mandano a dire qualche messaggio ai parenti. D. – Voi potete anche riferire ai morti messaggi dei vivi, dei familiari? R. – Sì, pure dei vivi. D. – Ma una persona, quando muore, voi subito dopo potete vederla o no? R. – No, dopo quaranta giorni. D. – E dove si trovano durante questi quaranta giorni le anime? R. – Non dicono dove, non hanno mai parlato di questo. D. – E loro possono essere al purgatorio o al paradiso o all’inferno? R. – O all’inferno, sì. D. – O anche in qualche altro posto? R. – Loro dicono che il purgatorio lo fanno sulla terra, dove hanno vissuto, dove hanno commesso i peccati. D. – Voi certe volte parlate del prato verde. Che cos’è il Prato Verde? R. – Loro lo dicono, che è l’anticamera del paradiso. D. – E voi come fate a distinguere, quando vedete le persone, se sono vive o se sono morte. Perché voi le vedete contemporaneamente. R. – Non sempre le distinguo, perché tante volte mi è capitato di dare la sedia ad un morto perché non distinguo se è vivo o se è morto. Distinguo solo le anime del paradiso perché sono sollevate da terra. Le altre invece no, le piglio per vivi. Infatti quante volte do loro la sedia e loro mi dicono: “Non ho bisogno perché sono un’anima dell’altro mondo”. E poi mi parla del parente presente perché tante volte capita che, quando viene, per esempio, una persona, è accompagnata dal fratello morto o dal padre che mi dice tante cose da suggerire al figlio. D. – Queste voci dei morti le ascoltate solo voi? Gli altri nella stanza non le sentono? R. –No, solo io, io ripeto quello che sento. https://it.aleteia.org/2017/11/12/le-confessioni-di-mamma-natuzza-ho-visto-i-morti-ecco-come-sara-laldila-e-cosa-si-fa/4/
INFERNO, PURGATORIO, PARADISO! Le testimonianze sulle visioni di Natuzza sul Purgatorio sono in accordo con i dati del Magistero, inoltre esse costituiscono una conferma preziosa di verità di fede professata. Natuzza ci fa capire che cosa significhi infinita misericordia e infinita giustizia di Dio, che non sono in contrasto tra di loro, ma si armonizzano mirabilmente senza nulla togliere né alla misericordia né alla giustizia. Natuzza sottolinea spesso l’importanza delle preghiere e dei suffragi per le anime del Purgatorio e soprattutto la richiesta di celebrazioni di sante Messe ed in tal modo sottolinea l’infinito valore del sangue di Cristo Redentore. La lezione della Evolo è estremamente preziosa oggi in un periodo storico nel quale impazzano il pensiero debole relativista ed il nichilismo. Il messaggio di Natuzza è un forte richiamo alla realtà e al buonsenso. In particolare Natuzza invita ad avere un profondo senso del peccato. Una delle grandi disgrazie di oggi è appunto la perdita completa del senso del peccato. Le anime purganti sono in numero enorme. Ciò ci fa capire sia la misericordia di Dio, che salva quanto più è possibile, e sia i difetti e le carenze anche delle anime migliori. La vita di Natuzza è servita non solo ad aiutare le anime sofferenti in Purgatorio, ma a rinvigorire la coscienza di tutti coloro che si rivolgevano a lei sulla gravità del peccato e così impostare una vita cristiana molto più rigorosa e impegnata moralmente. Natuzza parlava spesso del Purgatorio ed anche questo è un suo grande insegnamento perché purtroppo, assieme ai Novissimi, anche il tema del Purgatorio è quasi completamente scomparso dalla predicazione e dall’insegnamento di molti teologi cattolici. La ragione è costituita dal fatto che oggi tutti (anche gli omosessuali) ci crediamo talmente buoni da non poter meritare altro che il Paradiso! Qui c’è certamente la responsabilità della cultura contemporanea che tende a negare il concetto stesso di peccato, cioè proprio di quella realtà che la fede lega all’Inferno e al Purgatorio. Ma nel silenzio sul Purgatorio c’è anche qualche altra responsabilità: la protestantizzazione del cattolicesimo. In conclusione l’insegnamento di Natuzza sul Purgatorio può essere sommamente utile alla salvezza dell’anima dei cattolici del XXI secolo che vorranno ascoltarla. https://it.aleteia.org/2017/11/12/le-confessioni-di-mamma-natuzza-ho-visto-i-morti-ecco-come-sara-laldila-e-cosa-si-fa/5/
Maria di Edessa: da anacoreta a prostituta e alla fine santa... Mentre parlava con Maria nel postribolo, Sant’Abramo le ricordò: “Non c’è niente di nuovo nel cadere durante la lotta; è rimanere a terra che è sbagliato”. Santa Maria di Edessa è una testimone potente di quello che Dio è in grado di fare quando gli offriamo il nostro peccato, e anche di ciò di cui siamo capaci noi quando non lo facciamo. https://it.aleteia.org/2017/11/13/maria-di-edessa-da-prostituta-a-santa/2/ Maria di Edessa: da anacoreta a prostituta e alla fine santa
PERCHé Prof. Stefano Montanari: LUI TROVA NANO PARTICELLE DI URANIO ACCIAIO FERRO ALLUMINIO ECC.. E I LABORATORI dello STATO PAGATI dalle STESSE MULTINAZIONALI FARMACEUTICHE non VEDONO QUESTE COSE? https://www.youtube.com/watch?v=Fimp11kDDOc Prof. Stefano Montanari: e PROF. GATTI ] Vaccini: brutti sporchi e cattivi? ... TREVISO - Licenziata Emanuela Petrillo, l'assistente accusata di non aver fatto i vaccini ai bambini.
Questa è la Sicilia dei truffatori che hanno vinto, Elezioni regionali Sicilia 2017. https://www.youtube.com/watch?v=rFFOiRUgjdQ ed INVECE SEMBRA ESSERE DEI TRUFFATORI CHE HANNO PERSO! Tango Papa 5 ore fa "la Sicilia dei truffatori che hanno vinto"? Il titolo è fuorviante, fa credere che il voto di questa signora incapace di 88 anni sia andato a Musumeci mentre, come riportato dai media, il voto sarebbe andato al deputato uscente del Pd Luca Sammartino, vero recordman di preferenze in Sicilia con 32 mila voti, come peraltro si sente anche nel video
https://www.youtube.com/watch?v=Fimp11kDDOc Prof. Stefano Montanari: e PROF. GATTI ] Vaccini: brutti sporchi e cattivi? ... TREVISO - Licenziata Emanuela Petrillo, l'assistente accusata di non aver fatto i vaccini ai bambini. Ad annunciarlo il direttore generale dell'azienda sanitaria 2 di Treviso, Francesco Benazzi.La donna è accusata di essere la responsabile della mancata vaccinazione di oltre 200 bambini a Treviso e di centinaia di piccoli nel territorio dell'azienda sanitaria di Udine in cui lavorava prima di arrivare a Treviso. «In base all'art.2119 del Codice Civile, l'abbiamo licenziata per giusta causa in quanto non ha adempiuto agli obblighi contrattuali». Così il il direttore generale dell'Uls 2 in merito al licenziamento dell'assistente sanitaria di Treviso che avrebbe finto di vaccinare i bambini. Benazzi ha aggiunto di «aver avuto i dati dall'azienda sanitaria Alto Friuli dove, sostanzialmente, nelle volte in cui l'assistente ha operato da sola le persone vaccinate rispondevano solo per il 20,8%, mentre quando hanno operato le altre assistenti sanitarie la risposta era del 92,5%». == Pubblichiamo l'intervista rilasciata dal Prof. Stefano Montanari, esperto di fama europea sulle patologie epigenetiche derivanti dall’assunzione di polveri sottili. Montanari rivela la presenza, inequivocabile e documentata, di additivi e inquinanti in tutti i vaccini, e spiega con semplicità e completezza i rischi ad essi legati. L'intervista è stata rilasciata lo scorso gennaio a Telecolor. Link al video originale: https://youtu.be/rbb1IfPOQKk
quale differenza tra la shariah dei terroristi e la shariah della LEGA ARABA? NO, NON C'é NESSUNA DIFFERENZA! LA LEGA ARABA MINACCIA IL MONDO. La Polizia di Stato ha infatti espulso una 22enne egiziana, residente a Milano per motivi di sicurezza. La giovane da qualche mese aveva intrapreso un percorso di radicalizzazione. Secondo l’intelligence antiterrore sarebbe stata in contatto con i terroristi dello Stato Islamico. Si tratta di Fatma Ashraf Shawky Fahmy, nata il 3 giugno del 1995 a Giza in Egitto. L’espulsione è stata eseguita su decisione del ministero dell’Interno. La giovane, residente nel quartiere Gratosoglio, assieme ai genitori e a tre fratelli minori, secondo quanto ricostruito, si era avvicinata all’estremismo negli ultimi quattro anni ed era in contatto con un membro dell’Isis, non meglio identificato, che risponde al nome di Abdallah Hasanyan Al-Najjar. Fahmy Fatma Ashraf Shawky dal 2013 vive in Italia: era in regola con il soggiorno, non svolgeva alcuna attività lavorativa, ed era priva di precedenti di polizia.
contro utero in affitto ] Qué son los vientres de alquiler y la maternidad subrogada. Los vientres de alquiler (o maternidad subrogada) son un gran negocio que supone la esclavitud sexual de la mujer y el tráfico de menores. Para más información www.tomasmoro.info https://youtu.be/we8_pPMY-R8
Macron il BECCHINO shariah, lui commemora vittime attentati, Dua anni fa attacchi a Stade de France, a bistrot e al Bataclan finché la LEGA ARABA non condanna la shariah? i nostri politici si devono preparare a fare i BECCHINI!
2
lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN buon giorno, Buon giorno, yerushalayim universal brotherhood! [[ ISTRUZIONI per l'USO: " COME FARE del MALE alle LUCERTOLE! " ]] tutto quello che tu hai quì? è cattivo! BURN SATANA IN JESUS'S NAME! VIENI FUORI MAIALE! quando ti sei riempito il cervello di demoni e di merda... chi ti libera da tutta questa TRIBOLAZIONE? dove il tuo verme non muore e dove il tuo fuoco non si consuma! tu sarai spazzato via! li hai collezionati tutti i demoni: "bravo" a loro appartieni, ora schiavo! tu sei fango.. fango bollente disperazione totale, infinite malattie e tribolazioni! e cenere incandescente! INFESTRAZIONE OPPRESSIONE, POSSESSIONE, DISGRAZIA, FUNERALE, CAPITOLAZIONE, DISASTRO, OPERAZIONE INTESTINALE, METASTASI, SFORTUNA, MALEDIZIONE, MALEFICIO, SUPPURAZIONE INFEZIONE, CANCRENA, CANCRO... ECC... DA UN CIMITERO DEVI USCIRE? ED IN UN CIMITERO TU DEVI ENTRARE DEFINITIVAMETNE! AMEN! WELCOME in my holy JHWH holy! This is Faith that give the victory it has conquered the world; the Our Faith! 1 Giov 54 [ MENE TECHEL PERES ] PAXCSPBCSSMLNDSMDVRSNSMVSMQLIVB "Drink your poisons made by yourself". Rei Unius King Israel Mahdì C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. + In nomine Patris et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen! drink your poison made by yourself: burn Satana Allah Owl Marduch Morgan in Jesus's name! tutta la LEGA ARABA è un solo ed immenso genocidio a cielo aperto: quindi non potete mai essere voi le vittime! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti, Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, Croce sacra sii la mia Luce. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux, Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane. S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas.Bevi tu stesso i tuoi veleni
happy also, I'm Here For You! also! I've Always Been Here for you
Nuovo record del debito pubblico americano: superata soglia 20 trilioni $ ] poi, noi diremo che i russi sono antipatici, e che i cinesi hanno gli occhi a mandorla: e che tutto questo non può andare bene per Maometto Erdogan che non può più sposare le bambine: bomba demografica: 20milioni di soldati turchi: tutti a Gerusalemme! è così che così si può giustificare la Rothschild Allah guerra mondiale: per risolvere il debito USA!
che fine adesso farà la sua famiglia? CHISSà, ma, se era un cristiano? TUTTA A SUA FAMIGLIA SAREBBE STATA SPACCIATA! 13 NOV - Un soldato nordcoreano è fuggito al Sud attraversando la Joint Security Area nella zona demilitarizzata che taglia in due la penisola coreana: lo riferiscono i militari di Seul, secondo cui il soldato è stato ferito da colpi di arma da fuoco esplosi dai commilitoni nordcoreani durante la fuga. L'uomo è stato soccorso e portato in ospedale.
quando si dice: "orgoglio GAY" Ciro Guarente e quello per cui ha squartato. Pubblicano anche la foto in cui si vede lo squartatore (in tutte le foto ride così..) insieme “Giulio Golia, il celebre inviato di Le Iene”. Del quale viene riferito “lo shock”: la foto, spiega, “ era stata scattata durante la realizzazione di un servizio che mi sta particolarmente a cuore, quello sul matrimonio di Michele e Alessia, la prima sposa trans d’Italia”. Giulio Golia il celebre con l’assassino e “la bellissima trans” al “matrimonio di Alessia”, la prima trans non operata a sposarsi…. Alessia Guarnieri, il travestito, che – riporto i giornali localii – “aveva detto il fatidico sì”, ovviamente “coronando il suo sogno d’amore”, al municipio di Aversa, il quale comune aveva anche provveduto a cancellare “le scritte omofobe” apparse sui muri. Quelli “sono dei repressi, io sono felice di essere come sono”. Il matrimonio, col travestito in bianco. E l’assassino a destra, e la “bellissima Heven” a sinistra. S’era sposato in bianco (era vergine) e aveva sospirato, “avrei voluto sposarmi in Chiesa” (maiuscolo). Adesso il primo trans sposato in Italia (davanti a decine di giornali e telecamere ), ricorda che lo squartatore “cantava e ballava al mio matrimonio” benché avesse già squartato ed appena ammazzato il Vincenzo attivista LGBT. “Se avessi anche lontanamente sospettato che Ciro era un assassino non gli avrei certo permesso di partecipare alla giornata in cui ho coronato il sogno della mia vita. Io l’abito bianco lo aspettavo da bambina». Ciro aveva premeditato il delitto, infatti aveva affittato prima un garage dove smembrare il corpo. Gli inquirenti sospettano abbia avuto un complice, stanti “le dimensioni del cadavere rispetto alla corporatura minuta di Guarente e della difficoltà, che richiede specifiche competenze, di trattare il cadavere con l’acido e sezionarlo”. Sarà di nuovo interrogato “Heven, la bellissima trans d’origine polacca”, che giura e rigiura su Facebook di non sapere niente. Chi non sente più il ghigno di Satana e il suo domninio totale su queste anime in questa vicenda di “felicità gay”; chi non sente come il tono dei media perfeziona questo orrore e sparge sul nostro intero paese il dominio dell’Anticristo; chi non capisce che tutto nasce da un’Italia che ha abbandonato Dio, e d ormai è priva di santi che intercedano per noi, è perduto. A loro dedico questa profezia di San Nilo Monaco, nato a Rossano Calabria nel 910 e morto a sant’Agata nel monastero greco nel 1004, fondatore della stupenda Abbazia di Grottaferrata” [AVVERTENZA: La profezia che segue, come mi hanno avvertito vari lettori, è un falso, originato nel 1990 in Brasile, nella diocesi di Campos, e diffuso poi in vari siti. https://books.google.it/books?id=kRrJqFKU6N8C&pg=PA70&dq=san+nilo+profezie+falsi&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwi3jryb57rVAhXDyRoKHT2hDOgQ6AEIKDAA#v=onepage&q=san%20nilo%20profezie%20falsi&f=false http://www.traditioninaction.org/Questions/B260_MoreNilus.html Anche gli ambienti della Chiesa Ortodossa sono stati costretti a smentire l’esistenza di una “Profezia di San Nilo”, un San Nilo morto nel 1651 sull’Athos, scritte da un monaco Theofanes attorno al 1815. Fra l’altro, nell’Ortodossia, ha circolato una lettera di Nilo (il Sinaita?) dove al santo vien fatta prendere una posizione favorevole alle immagini, nell’epoca dell’iconoclastia. L’abitudine di inventare testi e profezie di San Nilo dunque antica. Si veda qui l’interessante smentita greca: http://www.johnsanidopoulos.com/2012/05/truth-about-prophecies-of-saint-nilus.html Nello scusarmi coi lettori, mantengo tuttavia il testo della “profezia” falsificata, perché non dice nulla che già non sappiamo –e perché il fatto non vale certo ad attenuare l’orrore dello squartamento sodomitico di Avessa quale sinistro “segno dei tempi”] “Dopo l’anno 1900, verso la metà del 20° secolo, la gente di quel tempo diventerà irriconoscibile. Quando il tempo per l’avvento dell’Anticristo si avvicinerà, la mente della gente crescerà obnubilata delle passioni carnali, e il disonore e l’anarchia cresceranno più forti. “Allora il mondo diventerà irriconoscibile. L’aspetto della gente cambierà, e diventerà impossibile distinguere gli uomini dalle donne, a causa della loro spudoratezza nel vestire e nell’acconciarsi. Questa gente sarà crudele e sarà selvaggia come gli animali a causa delle tentazioni dell’Anticristo. “Non vi sarà più nessun rispetto per genitori ed anziani, l’amore scomparirà, alcuni Pastori cristiani, alcuni vescovi, alcuni preti diverranno uomini vani, completamente fallaci nel distinguere la concezione del bene e del male. In quei tempi i costumi, la morale e le tradizioni dei cristiani e della Chiesa cambieranno. “La gente abbandonerà la modestia, e ogni dissipazione regnerà. La falsità e l’avidità raggiungeranno grandi proporzioni e vi saranno sventure per quelli che accumulano tesori. Concupiscenza, lussuria, adulterio, sodomia, calunnie, omicidi e loschi traffici domineranno nella società. “In quel tempo futuro, a causa del potere di tali grandi crimini e licenziosità, la gente sarà privata della grazia del Spirito Santo, che essi hanno ricevuto col Santo Battesimo, e vivranno nel rimorso. Le Chiese di Dio saranno private del timor di Dio e dei pii pastori, e sventure vi saranno per i cristiani rimasti nel mondo di quel tempo; essi perderanno completamente la loro fede perché mancheranno del tutto dell’opportunità di vedere la luce della conoscenza di Dio. “Allora alcuni cristiani si escluderanno dal mondo per andare in santi rifugi cercando di illuminare le loro sofferenze spirituali, ma incontreranno ovunque ostacoli e costrizioni. E tutto questo risulterà dal fatto che l’Anticristo vuole essere il Signore e padrone al di sopra di tutto e diverrà il dominatore dell’intero universo, e produrrà falsi miracoli e fantastici portenti. “Egli conferirà pure saggezza depravata a questi uomini infelici cosicché scopriranno il modo di fare una conversazione con altri uomini da un capo all’altro della terra. In quei tempi gli uomini voleranno nell’aria come gli uccelli e discenderanno nel fondo del mare come i pesci. E quando loro acquisiranno tutto questo, questa gente infelice trascorrerà la propria vita senza il conforto di sapere, povere anime, che è l’inganno dell’anticristo. “Egli è impietoso! Completerà così la scienza con la vanità che questo li farà uscire dalla retta via e a causa di ciò perderanno la fede nell’esistenza di Dio cadendo nell’apostasia. Allora il buon Dio vedrà la caduta della razza umana ed accorcerà i giorni per merito di quei pochi che si sono salvati, perché il nemico di Dio vuole condurre perfino gli eletti nella tentazione, se ciò gli sarà possibile. Allora la spada del castigo improvvisamente apparirà ed ucciderà il pervertitore ed i suoi seguaci”.
Ricky Memphis: mi sono liberato dalla sinistra ottusa, e ora credo in Dio (video) di Redazione sabato 11 novembre 2017 - 20:03 Ricky Memphis, popolare attore romano giunto al successo con la serie Distretto di polizia, ha parlato al Maurizio Costanzo Show della sua fede religiosa, ritrovata dopo essersi liberato da un ottuso e chiuso anticlericalismo, figlio della cultura di sinistra. «Sì ho riscoperto la mia fede. Mi sono liberato da tutte le sovrastrutture di sinistra, di un certo ambiente anticlericale». E ancora: «Mi avevano inculcato di essere anti-religioso. All’epoca mi vergognavano di credere, poi ad un certo punto ho iniziato a pensare con il cervello mio e ho riscoperto la mia fede. Grazie a Dio!». L’attore, come riferisce Il sussidiario.net, ha parlato della cultura di sinistra come di una sovrastruttura imposta, di un pensiero unico che obbliga a professarsi non credente o ateo. «Da ragazzo vivevo in un ambiente molto di sinistra, dove professarsi cattolico equivaleva a confessare un assassinio. Cercavo la spiritualità nel buddismo, nello sciamanesimo, nei libri di Carlos Castaneda. Poi ho fatto pace con la mia vera fede». E finalmente è arrivato il coraggio di scegliere. E di pensare con la propria testa.
Fratel Rachid, quattro lucide parole ai musulmani, Maurizio Blondet 31 marzo 2016 16 Non avevo mai sentito di “Fratello Rachid”: è un marocchino, convertitosi al cristianesimo evangelico, figlio di un imam, sposato e padre di tre figli. Ogni giovedì tiene una trasmissione sulla tv Al-Hayat, dall’Egitto, intitolata “Domande audaci” ( أخ رشيد ). Prende telefonate da mezzo mondo, contesta non tanto la fede islamica, ma i suoi capi politici e religiosi, la loro ipocrisia, la loro disumanità e insensibilità, le loro ricchezze scandalose. Ha dovuto andarsene dal Marocco nel 2005. Vive nascondendo la sua identità, per le molte minacce di morte che ha ricevuto – spesso da “santi” imam. Posto qui un suo intervento video, sui profughi siriani. Mi piacerebbe avere il parere dei lettori musulmani, se ne ho. Sì, potranno dire che Al HAyat è una tv americana in arabo, che è una emanazione della Cia; che alcune delle critiche di “Fratel Rachid” sono esagerate o propaganda. Tutto vero. Ma mi pare che metta il dito sulla piaga, e ponga domande su cui ogni musulmano dovrebbe interrogare se stesso. Io, personalmente, ho conosciuti musulmani migliori, generosi, pieni di dignità e coraggio – come mai hanno lasciato che siano i mostri immorali sauditi a parlare ed agire in nome dell’Islam? A profanare i luoghi santi con i loro incredibili volgarissimi edifici all’americana? Cosa c’è nell’Islam che istiga la violenza e la mancanza di fraternità non già verso il resto dell’umanità – ma verso i musulmani stessi? Perché siete caduti nella trappola della fitna di sangue, come volevano e prevedevano gli israeliani? E i kamikaze. La parola è giapponese, non islamica. Ma c’è qualcosa che rende possibile il suicidio per omicidio nell’Islam, se nel 1090 il Pir di Alamut, Hasan i-Sabah, poteva ordinare ai suoi adepti di buttarsi giù da una torre sicuro che eseguissero all’istante, e se poteva persino affittare i suoi “assassini” per omicidi politici per conto terzi, e per una causa qualunque. Vorei riformulare la domanda: il kamikaze talebano che ha ucciso un centinaio di bambini a Lahore, bambini cristiani ma ancor più musulmani, pensava di andare in Paradiso? E’ possibile credere una cosa del genere? O forse c’è solo un odio – verso altri musulmani – tale da far sentire giustificabile una eternità all’inferno, pur di far male? Non è tutto questo satanico? Lo domando ai musulmani. A me sembra che “fratel Rachid” vi interroghi sulla vostra fede. Su quanto è sincera. Sulla salvezza che cercate nell’aldilà: la cercate davvero? E’ questo il metodo per ottenerla? Dice: i vostri capi con i loro lussi e i loro vizi ipocriti, la loro rozzezza egoismo, e mancanza di carità verso i poveri (poveri musulmani, i profughi) , stanno disonorando la vostra religione. E la state disonorando anche voi, nella misura in cui li seguite e vi fate trascinare dall’odio, non solo verso l’umanità “infedele”, ma verso gli altri musulmani. State facendo vergogna al Dio che dichiarate “clemente e misericordioso”, se siete senza misericordia e così privi di clemenza, così favorevoli alla violenza e all’inciviltà. Posto qui un intervento di Fratel Rachid risalente al settembre 2015. Parla dei profughi siriani che corrono verso le coste europee, del bambino affogato sulla spiaggia. “I rifugiati siriani sono in grande maggioranza musulmani. Allora perché abbandonano i paesi islamici per raggiungere l’Occidente miscredente? Perché non si dirigono verso i paesi musulmani più vicini? Specie quello dei due luoghi santi dove è la tomba del loro profeta, l’Arabia Saudita? Perché preferiscono morire in mare cercando di raggiungere i paesi europei miscredenti? Perché si dirigono verso paesi miscredenti che gli imam, i predicatori religiosi, i wahabiti sauditi e i barbuti condannano? Sconsigliano persino ai loro fedeli di frequentarli.
E’ l’Occidente senza fede che li attira? O forse li seduce questa Germania governata da una donna miscredente? Quel paese che ha successo economico e che vuol accogliere sul suo territorio 800 mila rifugiati? Che cosa fanno i paesi ricchi del Golfo? Dove sono finiti i paesi islamici? Che cosa fa il re saudita? Per favore, occupatevi dei rifugiati invece che dei luoghi santi. Servire la pietra è per voi più importante che servire gli esseri umani. Ormai è chiaro: un paese come l’Arabia Saudita non si interessa all’uomo. Non ha niente da fare all’uomo. S’interessa solo della ideologia wahabita. Investe milioni di dollari l’anno per sostenere gruppi islamisti in Siria per rovesciare Bashar. Investe milioni di dollari per costruire moschee e centri islamici in tutto il mondo per diffondere il fondamentalismo wahabita. Ma quando si tratta di occuparsi degli esseri umani, non è più il suo problema; che vadano all’inferno. E quanto al Katar, uno dei paesi più ricchi del mondo, col prodotto interno lordo più alto; non s’interessa a quello che succede attorno a lui. S’interessa solo a influire sui paesi vicini , ad ingerirsi dei loro affari grazie alla sua Al Jazeera. Il Katar s’interessa a contrastare l’umanità, a far vincere dappertutto i Fratelli Musulmani, a far cadere Bashar al-Assad; non s’interessa dei milioni di profughi musulmani lontani dalle loro case. Non si domandano se hanno fame e se i loro bambini muoiono in mare. Il Katar è capace di organizzare la Coppa del Mondo sui cadaveri dei rifugiati, senza il minimo scrupolo. E i ricchi arabi? Non bisogna disturbarli. Sono felici di sedere comodi sulle più grandi fortune mondiali. Il principe Walib Bin Talal, per esempio, da solo sarebbe in grado di dare un alloggio a tutti i profughi, di assicurare i loro bisogni. Ma non gli interessa! Gli interessa pagare milioni di dollari alle università americane, come Georgetown ed Harvard, allo scopo di diffondere l’ideologia islamista. E’ interessato ad aprire la catena religiosa tv “Il Messaggio” per spargere la sua ideologia; l’essere umano non gli interessa, solo la ‘missione’. Grazie, non ne abbiamo bisogno. Rispediamo al mittente il messaggio. Perché l’indirizzo è sbagliato; la gente non ha bisogno di messaggi, ha bisogno di persone che li sostengano nelle difficoltà, come fanno i miscredenti occidentali. E quanto a barbuti che ci hanno assordati le orecchie con le loro grida e le loro prediche del venerdì, son divenuti sordi e muti. Sì, alcuni, come quel predicatore Al Arifi, piangeva dall’alto della sua tribuna, per la commozione di accogliere il Califfato in casa sua; adesso non lo si vede nè urlare né piangere in favore dei profughi siriani. Non li vuole accogliere,come voleva accogliere il Califfato. Non abbiamo visto gli altri predicatori mediatici, El Houaini o Mohamed Hasan, difendere la causa dei rifugiati; e nemmeno lo shaik Amr Khaled, che piangeva sullo schermo perché un’attrice non si velava; ma non piange quando si tratta di dar da mangiare ai bambini siriani. Invece di voler mettere il velo alle attrici del cinema, signori barbuti, cercate di mettere il velo alla vergogna dei paesi musulmani davanti al mondo! Guardate il Papa; chiede alle chiese e alle parrocchie di accogliere i rifugiati; il capo dei cristiani, questo capo di miscredenti, ha compassione per i profughi; invece i capi dei credenti musulmani si riposano nei loro bei palazzi. Si comprano gli aerei più lussuosi e passano le vacanze nei luoghi più belli del mondo; e su questo,dove si nasconde lo shaik El Azar? [è il guardiano della teologia sunnita,ndr.]. Dove sono i popoli musulmani? I miscredenti hanno manifestato e protestato perché i loro governi accogliessero i rifugiati, mentre nessuna manifestazione è avvenuta nei paesi dei credenti per l’accoglienza dei loro fratelli nell’Islam. Pare che li considerano fratelli solo quando li possono contabilizzare: ‘siamo un miliardo e mezzo di musulmani’; ma quando sono nella prova, non se ne parla più: che crepino nelle loro imbarcazioni! Che Allah sia con loro e che l’Europa miscredente li aiuti! Si organizzano manifestazioni in favore del Profeta; per incendiare un ambasciata di miscredenti; per boicottare le merci di un paese onde difendere l’ideologia islamista; ma nessuna manifestazione viene organizzata per gli esseri umani, per quelli che muoiono in mezzo al mare. E’ come se l’Islam avesse asservito i nostri popoli, ci ha reso amorfi riguardo all’uomo. Ci rivoltiamo unicamente per l’ideologia islamica; che l’uomo vada al diavolo! Scandiamo degli slogan: “Per te, Profeta di Allah, sacrifico mio padre e mia madre! Solo per Te!”. Non scandiamo mai un altro slogan come questo: “Per te, fratello in umanità, io mi sacrifico!”. https://www.maurizioblondet “Per te, mio fratello rifugiato, sacrifico le mie banche, il mio denaro, le belle serate nel lusso”… Non lo faremo mai, perché noi manifestiamo solo per proteggere l’ideologia dell’Islam, e mai in favore dell’uomo. Forse che le manifestazioni di sostegno alla Palestina sono fatte a sostegno dell’essere umano palestinese? Non siamo stupidi!Sono manifestazioni ideologiche al cento per cento! Hanno di mira solo gli ebrei, perché anche questo fa’ parte dell’ideologia, perché è la terra di Palestina, ed è Al Aqsa – ancora una volta, lo fanno per la loro ideologia, e niente per l’essere umano. Finisco chiedendo a tutti i musulmani: quando impareremo a rivoltarci nei nostri paesi a favore dell’essere umano? “. Grazie Fratel Rachid. Grazie del tuo coraggio, che noi europei non abbiamo. Three gold cars from Saudi Arabia (left-right) a 6x6 Mercedes G 63, Rolls-Royce Phantom Coupe and Lamborghini Aventador have received parking tickets on Cadogan Place in Knightsbridge, London. PRESS ASSOCIATION Photo. Picture date: Wednesday March 30, 2016. See PA story TRANSPORT Knightsbridge. Photo credit should read: Stefan Rousseau/PA Wire Il parco di auto placcate d’oro che il principe Turki bin Abdullah al Saud parcheggia in questi giorni a Londra, davanti al Carlton Tower Hotel, Knighsbridge. Sono una Lamborghini Aventador,
i limiti della ricchezza individuale come ascesa della sacralità della vita umana! ] I Rotschild: 8 volte più ricchi degli 8 più ricchi. Maurizio Blondet 31 gennaio 2017 Per un giorno, i media hanno parlato della ricerca di ’Oxfam International da cui risulta che la ricchezza degli 8 principali miliardari supera quella della metà povera della popolazione mondiale, 3,6 miliardi. Gli otto sono Bill Gates con 75 $ miliardi Amancio Ortega – $ 67 mdi Warren Buffett – 60,8 $ mdi Carlos Slim Helu – 50 $ mdi Jeff Bezos – 45,2 $ mdi Mark Zuckerberg – 44,6 $ mdi Larry Ellison – 43,6 $ mdi Michael Bloomberg – 40 $ mdi Addizionate insieme, le loro ricchezze valgono 426, 2 miliardi di dollari. Questa disparità estrema, ha concluso Oxfam, “invoca un cambiamento fondamentale nel modo in cui gestiamo le nostre economie, perché funzionino per tutti, non solo per alcuni”. Nel novero dei primi otto non appare il nome Rotschild. Per varie ragioni: qui non abbiamo a che fare con persone fisiche, ma con una dinastia, i cui membri presiedono a fiduciarie private a capitale fisso – niente società per azioni (scalabili), ma solo aziende familiari, accuratamente sottratte ai mercati finanziari goym, e partecipazioni incrociate. Insomma è ancora la struttura instaurata dal capostipite del 18mo secolo, Mayer Amschel Rotschild. Basato in Germania, l’avo sparse i suoi cinque figli nelle diverse capitali europee, ciascuno muniti di capitale e conoscenze per aprirvi una banca d’affari: Parigi e Francoforte, Londra, Vienna e Napoli (era allora uno degli stati dalle finanze più prospere). E’ stata dunque la prima multinazionale del credito, che profittò delle guerre europee scatenate dalla Rivoluzione giacobina e da Napoleone. Prestando agli stati che la guerra indebitava (tipicamente, all’impero austro-ungarico, a quello britannico), da cui accettava titoli e buoni del Tesoro, e cogliendo tutte le buone occasioni per prendere il controllo finanziario delle più diverse industrie, a corto di liquidità. Il figlio che ebbe maggior successo fu quello che si stabilì a Londra Nathan Meyer Rotschild: sposò Hanna Barent Cohen da cui ebbe 7 figli e una cospicua dote finanziaria; nel 1811, durante le guerre napoleoniche, finanziò di fatto lo sforzo bellico britannico quasi da solo – senza trascurare di finanziare in segreto anche il Bonaparte. Il 18 luglio 1815 fu un corriere della Rothschil & Sons che informò il governo britannico che a Waterloo le cose si mettevano male per Napoleone; il governo non ci credette, e allora Nathan stette al gioco: si mise a svendere titoli del debito inglese, come se sapesse che presto sarebbero stati carta straccia. Gli altri ricchi inglesi, nel panico, lo imitarono; la Borsa collassò. Mani forti anonime (agenti dei Rotschild) avevano già fatto incetta di titoli a prezzi da liquidazione fallimentare; quando arrivò la notizia che a Waterloo Napoleone aveva perso, Nathan era il padrone della London Stock Exchange. Ancora nel 2015 il Regno Unito sta restituendo a rate i capitali presi a prestito dai Rotschild. Oggi, le ricchezze della dinastia restano inimmaginabili; essa riesce in gran parte a dissimularle con il metodo delle ditte non quotate, dove non si pubblicano bilanci, dove lavorano e sono impiegati direttamente i membri della famiglia, matrimoni fra consanguinei, eredi che continuano a collaborare strettamente; da due secoli, non è mai apparso alla luce un litigio fra i parenti, che abbia prodotto un frazionamento di ricchezze, capitali e imprese. Non a caso il motto della famiglia, sotto lo scudo rosso, è (in latino) “Concordia, Integritas, Industria”. Oltre alle finanziarie N.M. Rotschild & Son di Londra e la Edmond de Rotschild Group in Svizzera, la dinastia ha incalcolabili partecipazioni in istituti di credito, nel settore immobiliare, minerario ed energetico. I vigneti che l’uno o l’altro membro hanno in Francia, in Sudafrica, in California, Sudafrica ed Australia, sono attività da tempo libero. Le partecipazioni che contano, in “investimenti globali”, non sono affatto visibili. E’ dubbio se i Rotschild siano oggi quello che fu la ditta di Nathan, che divenne praticamente il banchiere centrale d’Europa, coprendo debiti pubblici, salvando banche nazionali, finanziando infrastrutture pubbliche durante la rivoluzione industriale. Sicché non si può valutare se dice il vero il sito Investopedia, che ha provato a fare una valutazione approssimativa e decreta (senza specificare i cespiti e le attività) che la ricchezza che la dinastia controlla oggi ammonta a 2 trilioni di dollari: 2 mila miliardi. Se fosse vero, vuol dire che i Rotschild sono otto volte più ricchi degli otto più ricchi miliardari. http://www.investopedia.com/updates/rothschild-family-net-worth-explained/ I milionari annusano il collasso, e scappano (dalla società che hanno creato) Non certo i Rotschild, ma i “mezzi milionari”, i gestori di hedge funds, i fondatori di startups di successo, i ricchi in milioni (ma non miliardi), stanno comprando bunker di lusso in rifugi anti-atomici riciclati in condomini costosissimi, assoldando squadre di guardie armate, investendo in campi d’aviazione in Nuova Zelanda: almeno secondo un articolo del New Yorker che sta facendo rumore fra quelli che contano. Perché i nuovi ricchi temono una rivolta sociale: “Le tensioni prodotte dall’acuta disparità di reddito stanno diventando così’ forti, che alcuni dei più agiati del mondo stanno prendendo misure per proteggersi”- In vendita in Nuova Zelanda: pista d’atterraggio. http://www.newyorker.com/magazine/2017/01/30/doomsday-prep-for-the-super-rich Una volta, i “preppers”, quelli che si preparano a lottare e sopravvivere in un collasso sociale totale accumulando proiettili e scatolame in qualche deserto americano, erano la “frangia lunatica” fatta per lo più da reduci di guerra tornati disturbati dall’Irak, o complottasti paranoici; gente senza tanti mezzi comunque. Adesso sono le menti brillanti di SIlicon Valley a prepararsi all’Armageddon, sia quello naturale (terremoto della faglia di Sant?Andrea) sia il collasso sociale e politico della società. Antonio García Martínez, 40 anni, ha ammesso di aver acquistato “due ettari di bosco in un’isola del Nord Pacifico e d’averla attrezzata con generatori, pannelli solari, casse di munizioni”. Il fondatore di PayPal , Peter Thiel, ha non solo comprati terreni in Nuova Zelanda, ma fondato là una ditta che aiuta i suoi pari (pari-reddito) a cercare là ridenti rifugi. Nei fatti, nei primi 10 mesi del 2016, mani straniere hanno acquistato 3500 chilometri quadrati in Nuova Zelanda. Il posto così lontano è oggetto dei loro appetiti, anche perché ritenuto sicuro se scoppia una epidemia globale… Reid Hoffman, creatore di LinkedIn, ha raccontato al giornalista dell New Yorker: “Dire che hai comprato una casa in Nuova Zelanda è come un ammicco fra noi. Si fa’ la stretta di mano massonica e ci si scambiano notizie del tipo: niamo, “Sai, conosco un mediatore che vende vecchi silos per missili ICBM, a prova di atomica…”. O si discute su temi come: “Bisogna comprarsi un aereo privato. Bisogna prendersi cura anche della famiglia del pilota. Devono essere sull’aereo”. E’ istruttivo vedere come abbiano paura della società che loro stessi hanno creato, e ne vogliano fuggire. Come pensano di salvare se stessi per via individuale, accumulando munizioni generatori solari, trincerandosi coi propri pari in condomini fortificato: uno spasimo terminale di individualismo americano e di spirito del West, con i carri in circolo contro gli indiani. “Se avessimo avuto una più equa distribuzione del reddito, messo più fondi e energia nelle scuole pubbliche, nei parchi, nelle arti o e nella sanità pubblica, avremmo tolto molta della rabbia che si sente nella società. Le abbiamo tutte smantellate, queste cose”, ammette Rob Johnson , che ha fondato un Institute for New Economic Thinking (istituto per un nuovo pensiero economico), dove cerca di riproporre le strane idee della società come un sistema di corresponsabilità a questi ricchi spaventati. Ma lamenta la mancanza di “spirito di responsabilità verso il prossimo” e l’apertura alla possibilità, fra i ricchi, di una più decisiva politica fiscale di redistribuzione.
ISLAM CONTRO ISLAMISMO.. Maurizio Blondet 11 novembre 2017. “Non credo che in alcun periodo della nostra storia Islamica abbiamo fronteggiato una minaccia simile, dinanzi a cui abbiamo ora bisogno di unirci, per combatterla: come Musulmani, e in particolare come Sapienti musulmani.» (Shaykh Muhammad al-Yaqoubi, già insegnante presso la Moschea ‘Umayyade di Damasco, autore di Refuting ISIS) L’estremismo e la violenza islamista costituiscono una minaccia esiziale, oltre che per la convivenza civile nei Paesi che ne vengano affetti o colpiti, per gli stessi credenti Musulmani e per la loro autentica Tradizione di fede. L’Islam presenta infatti una dottrina teologica, una giurisprudenza classica e un’educazione spirituale – secondo l’originale ripartizione profetica tra islâm, imân e ihsân – che l’islamismo perverte in propaganda ideologica, moralismo violento e militanza eversiva; l’Islam esprime una filosofia politica e un’etica pubblica, che l’islamismo riduce a ideologia settaria e tentativo di monopolio morale della fede. Il primo si articola in una Tradizione universale, equilibrata e pluralistica, mentre il secondo dipana miriadi di movimenti settari, esclusivisti e vulnerabili a degenerazioni estremiste: nell’abbandono e nel diniego delle vie di purificazione spirituale (tasawwuf), prosperano e si moltiplicano le sirene dell’estremismo purista (tatarruf). Radicandosi in un’antica eresia di violenti dissidenti scissionisti (khawârij), e nutrendosi dell’eresia contemporanea del distacco dalle scuole ortodosse (lâ-madhhabiyyah), dal punto di vista teologico l’islamismo può dunque essere efficacemente arginato e contrastato solo con la necessaria vivificazione della sapienzialità Islamica tradizionale, di cui esso costituisce propriamente un tradimento e una sovversione. In questo senso, sono innanzi tutto i Sapienti dell’Islam tradizionale ad aver denunciato e combattuto le derive estremiste, fin dalle loro prime manifestazioni: il loro impegno (jihâd) si è espresso tanto sul piano dell’insegnamento, dell’educazione e della confutazione dottrinale, quanto su quello del sacrificio personale e del martirio, in quelle zone direttamente afflitte dalla piaga dell’estremismo e delle sue espressioni militanti. L’esecuzione del centenario Shaykh egiziano Sulayman Abu Haraz nel Sinai, la devastazione dei mausolei del Profeta Giona, dell’Imam an-Nawawi e dello Shaykh Ahmad Zarruq, e il massacro di centinaia di guide religiose da parte dei movimenti estremisti sono solo alcuni esempi, tra i molti possibili, dei sacrifici dei rappresentanti dell’Islam tradizionale nel contrasto all’islamismo. Come Musulmani italiani, abbiamo dunque la precisa responsabilità di offrire anche in lingua Italiana una chiara presentazione della funzione tradizionale, degli insegnamenti spirituali e dell’opera di chiarificazione dottrinale dei Sapienti musulmani, veri rappresentanti qualificati dell’autorità spirituale islamica, nel loro impegno secolare di contrasto all’estremismo – nonché di contribuirvi nel nostro piccolo. Non è infatti sufficiente indicare – correttamente, con Olivier Roy – che, nel caso di molti episodi di terrorismo islamista, «non si tratta di radicalizzazione dell’Islam, bensì di islamizzazione del radicalismo»: è invece necessario spiegare come sia stato possibile che l’Islam sia stato ridotto a piattaforma ideologica e semantica per le criminali perversioni nichiliste di giovani deviati, e quindi operare affinché tale opera di strumentalizzazione sia ostacolata e inibita – in una lotta culturale che, oltre a rappresentare un preciso dovere civile verso le società europee, costituisce un’inderogabile necessità esistenziale per le stesse comunità islamiche d’Occidente. In seguito alla pubblicazione della raccolta «Contro l’ISIS», prima antologia Italiana di autorevoli posizioni sapienziali Islamiche (fatâwâ) di condanna del terrorismo islamista, nell’ambito della promozione di numerosi incontri, lezioni, seminari scientifici e iniziative pubbliche – sia interne alle comunità islamiche sia rivolte alle istituzioni e alla società civile nel suo complesso – particolare rilievo assume quindi la Conferenza internazionale «Islam contro islamismo» di Torino, che con l’inedita partecipazione diretta e indiretta di alcune delle principali autorità sapienziali Sunnite contemporanee contribuisce a dare, per la prima volta nel nostro Paese, una presentazione chiara e dirimente dell’ortodossia tradizionale Islamica, e della sua diametrale e attiva contrapposizione alle aberranti eresie del letteralismo, del radicalismo e dell’estremismo. Raccogliendo non solo l’adesione di alcune delle principali organizzazioni islamiche nazionali, ma anche quella dell’Association Ribat Al Fath – espressione del Regno del Marocco e della sua sapienzialità classica – la conferenza ospiterà infatti, tra gli altri, il Gran Mufti emerito di Bosnia Dr. Mustafa Ceriç, il Dr. ‘Abdel Rahman Fouda dell’Osservatorio per il Contrasto all’Estremismo dell’Università islamica di Al-Azhar, e l’intervento di Sayyid Shaykh Muhammad Abu al-Huda Al-Yaqoubi, già insegnante presso la Grande Moschea ‘Umayyade di Damasco e autore dell’opera Refuting ISIS, che sarà rappresentato nell’intervento conclusivo. Tali iniziative intendono promuovere una conoscenza corretta dell’autentica Tradizione islamica e del suo contrapposto estremismo islamista, una comprensione adeguata del ruolo di argine all’integralismo svolto dalle scuole classiche e dai centri sapienziali tradizionali – cui guide religiose e giovani possano tornare a fare riferimento, per una corretta formazione dottrinale e spirituale – e una piattaforma di ricerca e di supporto scientifico, per l’orientamento delle comunità religiose e delle istituzioni civili, nella definizione di strategie di contrasto alla propaganda islamista e nella promozione di un insegnamento religioso integrale e integrato nel contesto Europeo. Assolvendo a quello che costituisce tanto uno specifico dovere religioso quanto una precisa responsabilità civile, auspichiamo che tali iniziative possano altresì consolidare le fondamenta del dialogo interculturale e interreligioso della nostra società, secondo il plurisecolare insegnamento di pace, di giustizia e di civiltà della stessa Tradizione islamica e dei suoi rappresentanti qualificati. Ibrahim Gabriele Iungo Rappresentante (muqaddam) della Tariqa Shadhiliyyah Comitato scientifico Conferenza internazionale “Islam contro islamismo” https://www.maurizioblondet.it/islam-contro-islamismo/ Ibrahim Gabriele Iungo Rappresentante (muqaddam) della Tariqa Shadhiliyyah Comitato scientifico Conferenza internazionale “Islam contro islamismo” Torino, Novembre 2017 / Rabî‘ al-Awwal 1439
israele non vuole il conflitto con beirut ma avvisa hezbollah e iran Gerusalemme, occhi puntati sul Libano L'insabilità porta venti di guerra img header“Per la prima volta nella mia vita, molti altri stati della regione riconoscono che Israele non è il loro nemico. Riconoscono che Israele è il loro alleato. I nostri nemici comuni sono l’Iran e l’Isis. I nostri obiettivi comuni sono la sicurezza, la prosperità e la pace. Credo che nei prossimi anni lavoreremo insieme per raggiungere questi obiettivi e collaborare apertamente”. Nel suo discorso di un anno fa alle Nazioni Unite, il Primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu (nell’immagine durante una conferenza stampa tenuta la scorsa settimana a Londra in merito alla minaccia iraniana) aveva già chiarito che gli equilibri in Medio Oriente stavano cambiando e nuove alleanze, seppur sotto traccia, si stavano delineando. La notizia del dispaccio inviato dal ministero degli Esteri israeliano alle ambasciate del Paese nel mondo è una conferma di come il quadro stia cambiando: nella direttiva di Gerusalemme, l’indicazione di iniziare una campagna diplomatica contro Iran e Hezbollah, includendo il sostegno alle affermazioni dell’Arabia Saudita che ha indicato i due alleati sciiti come responsabili dell’attacco missilistico lanciato contro Riad nel fine settimana scorso (a far partire il razzo, abbattuto, il movimento yemenita Huthi, che gode del sostegno proprio dell’Iran). La missiva diplomatica, stando a quanto risulta al canale 10 israeliano che per primo ha riportato la notizia, è stata inviata domenica scorsa, il giorno dopo che l’ ex primo ministro libanese Saad Hariri ha annunciato – sorprendendo molti – le sue dimissioni dalla presidenza. Una decisione resa nota durante la sua visita in Arabia Saudita. Nell’occasione, Hariri ha detto di temere per la sua vita, sostenendo che vi sia un complotto per ucciderlo, e ha aspramente criticato l’influenza di Hezbollah e Iran sul suo paese. “Gli eventi in Libano e il missile balistico lanciato dagli Huthi contro l’aeroporto internazionale di Riyad dovrebbero indurre [il mondo] ad aumentare la pressione su Iran e Hezbollah su una serie di questioni, dalla produzione di missili balistici ai suoi sforzi di sovvertire l’ordine regionale”, si legge nella nota del ministero degli Esteri. “Su richiesta del direttore generale, vi viene chiesto di contattare urgentemente i ministeri degli Esteri e altre entità pertinenti a livello governativo e di sottolineare che le dimissioni di Hariri e i suoi commenti sulle ragioni che lo hanno portato a dimettersi dimostrano ancora una volta il carattere distruttivo dell’Iran e di Hezbollah e come costituiscano un pericolo per la stabilità del Libano e dei paesi della regione”.
iscrivermi a questo Blondet? è impossibile!! Per impostare la tua password, visita il seguente indirizzo: https://www.maurizioblondet.it/login/
[[ SAUDI IRAN ARABIA ]] in profeta Zaccaria è detto che per il Signore Dio JHWH? Israele è terzo per importanza dopo Assiria (IRan) e dopo Egitto! SIETE SOLTANTO VOI CHE MI NEGATE L'AMORE!
[[ SAUDI IRAN ARABIA ]] non avrei mai voluto allontanarmi da voi... i messaggi che io scrivo a voi? vengono cancellati, in youtube! NO, IO MI SBAGLIAVO I MESSAGGI NON VENGONO CANCELLATI!
Shalom LorenzoJHWH, “I will bless those who bless you, and whoever curses you I will curse; and all peoples on earth will be blessed through you." (Genesis 12:3) [[ SAUDI IRAN ARABIA ]] non avrei mai voluto allontanarmi da voi... i messaggi che io scrivo a voi? vengono cancellati, in youtube!
Password cambiata per l'utente: umerop [Blog di cecchinospadaccino] Password cambiata



Categorie
12 Tribù di Israele
322
al-Kuds
Algeria: il muezzin si converte a Cristo
alieno
ALLAH
ALLELUIA
alto tradimento costituzionAle
Alza gli occhi e osserva
amatevi gli uni gli altri
AMEN
AMNESTY
antica Gerusalemme
Arabia Saudita
aumentano i deficit dello Stato
avvento del Califfato islamico
banking
Beatrice Lorenzin
Benjamin Netanyahu SIETE STATI PREDESTINATI ALLA ESTINZIONE
BETRAYERS JHWH CHRIST THE MESSIAH
Bildenberg
blessing for taking
BOEYNG DELLA MALESIA
brutalità: genocidio
Califfato universale
caminando hacia el Reino de SataNAs!
capo diplomazia russa
CASTIGASSI USA E UE
ceceno
CHINA EUROPE RUSSIA
CIA
CIA 7ANNI FA
COME TE
Comitato investigativo russo
COMPLICE
con terroristi estremisti
convoglio umanitario russo
dalit
Datagate
decapitazioni
dhimmi
Direttore CICR ​​Europa Asia
Domenica di solidarietà
Donbass
Donetsk Oltre 400 morti
dove CIA 200000 SACRIFICI UMANI 666 ANY ANNO
ECB
Emanuele Callioni
Equal Treatment Directive
Erdogan
ERDOGAN è UN BASTARDO
Erdogan, Kim Jong-un, Salman
esoteric agenda
Essere mamma
fagocitata da un fotoritocco
fantasie sessuali
FED
FIGLIO DELLA LUCE
FMI
FMI SPA
FONTI DI ENERGIA
FRANCESCANI DELL’IMMACOLATA
FRODE DAI SACERDOTI DI SATANA
GALASSIA
galassia shariah jihadista
GENDER
genocidio
Gmos
Golpe
goyim
GUERRA A TUTTI I COSTI
HALLELUJAH
homosexuality
Horrifying: Video Of ISIS Militants Executing 1500 Iraqi Army POWs
http://schemas.google.com/blogger/2008/kind#post
i cristiani reagiscono pregando
il primo anno del governo Modi
IN LABORATORIO
India
inequivocabile opposizione al razzismo
INTENZIONALMENTE
interessi sauditi turchi
internazionale islamica
internet
Iran
Iranian Jew
Islam shariah califfato
ISLAMICI NAZISTI SHARIA BOMBA DEMOGRAFICA di pedofilia poligamia
ISLAMICO
ISRAEL
Israel Staff
Israele
JIHADISTA
king shari'a
l'Anticristo
lascia o raddoppia
Laurent Corbaz
LEGA ARABA
LEGA ARABA shariah ONU
letteratura Russa
Lorenzojhwh Unius REI
Luce In cammino
Maidan
masonic system
mass media e opinione pubblica
micro-chip
MINACCIA ATOMICA
ministro della Salute
ministro Shahbaz Bhatti
MoGHERINI
MONDIALE
Mons. Williamson, Modernismo, Natura, Cause, Conseguenze
msan.mr, Cina, Cuba, Korea north, Russia, Iran
MUSULMANI DEVONO USCIRE DA PALESTINA
NAZI FASCISMO BILDENBERG MERKEL MOGHERINI
nazism Salman dell'Arabia Saudita DALIT DHIMMI GOYM SCHIAVI
nazismo UMMAH
Nigeria
Nigeria Boko Haram paese in fiamme
nuovo Alessandro Magno
NWO
NWO Baal talmud culto
NWO shariah
Obama
ONU
ONU SATANA
orme di mio Figlio
Padre Pio da Pietrelcina
parassiti di ebrei Illuminati usurai
PECORE MATTE
Per la tua protezione
PER SOGGIOGARE
PETALO
physical dimensions
questi non sono santi che ascoltano le preghiere
RAMONDETTA
REGNO
russofoni
SACERDOTI DI SATANA
satanismo e ideologia gender
satanisti CIA e loro A.I. Gmos
Saudi arabia King Abdullah bin Abdul al-Saud
sauditi turchi salafiti
sconfessare, shariah, wahhabismo, genocidario yerushalayim, universal brotherhood
segreti militari alla NATO
segreti USA alle Maldive
Senza categoria
Servizio di Sicurezza dell'Ucraina
shari'a
shari'a Onu nazist country
shariah
Sinistra vuol cancellare la Chiesa nel sociale
Sotto la protezione di Dio
SOTTOMETTERE
Spa
Sri Lanka Sudan Sudan (north) Syria Tajikistan Tanzania Tunisia Turkey Turkmenistan Uganda Ukraine United Kingdom
STUPRI
team di Gmail Caro Membro
temple
Terror attacks in Egypt
terrorismo
terrorismo ceceno
terroristi moderati
TRUFFE INTERNZIONALI
UE USA LEGA ARABA
Ue: Crescita Italia
Ummah
un anno fa rapirono le ragazze di Chibok
usurai
Yemen


omosessualità
aquino
san
bingen
link
tommaso
siena
pontifex
pagine
parole
giovanni crisostomo
pier damiani
peggiore
vizi
uguale
cannibalismo
paolo ii

Search Results

































































































































1 day ago
































































400 × 261 - riscossacristiana.it

















4 days ago
















































6 days ago


















20 hours ago







2 days ago





20 hours ago














4 days ago






Some results may have been removed under data protection law in Europe. Learn more













Una santa per chi ha amato Gesù ma poi si è allontanato

Alcuni santi sono dolci e puri per tutta la loro vita, altri vivono per anni come peccatori prima di sperimentare una grande conversione. E poi ci sono quelli che provano con un po’ di tutto. A chi di noi sente di essere nella fase di post-conversione della propria vita ma continua a cadere, questi ultimi santi ricordano che anche Gesù è caduto sotto il peso della croce. L’importante è rialzarsi e andare avanti.

Santa Maria di Edessa nacque in una nobile famiglia siriana del IV secolo. I suoi genitori morirono quando aveva appena 7 anni, e venne adottata dallo zio, Sant’Abramo Kidunaia, iniziando una vita straordinariamente santa.

Per vent’anni Maria visse come anacoreta, seguendo il consiglio dello zio eremita, cercando una vita profonda di preghiera e sacrificio. Un giorno, però, un monaco indegno di questo nome vide Maria mentre visitava padre Abramo. Deciso a sedurla, dedicò un anno a conquistarsi l’amicizia della ragazza, intimandole sempre più di consegnarsi a lei in corpo e anima.

Sconcertata dal suo peccato, Maria lacerò la sua tunica e desiderò la morte. Come Adamo ed Eva, si vergognava così tanto che si nascose da chi la amava. “Come potrei anche solo parlare con il mio santo zio?”, si chiedeva angosciata. “Visto che ormai sono morta e senza speranza di conquistare la salvezza, farei meglio ad andarmene da qui e a recarmi in qualche terra straniera dove nessuno mi conosce”.

Avrebbe dovuto sapere che poteva fare di meglio. Anche dopo essersi arresa alla debolezza della carne, dopo essere caduta, avrebbe dovuto ricordare la misericordia di Dio e affidarsi a questa. Essere cristiani, dopo tutto, significa essere profondamente amati da un Dio che ci vede con tutti i nostri peccati e ci ama comunque. Dopo che Maria era caduta, doveva solo volgersi nuovamente al Signore e supplicarne il perdono, ma invece di fare questo cedette alla disperazione.

È una storia che risulta familiare a tutti noi. Un “buon cristiano” commette un grande errore e non ritorna mai. Il diavolo sfrutta il nostro orgoglio nella convinzione che non potremo mai essere perdonati, che non saremo più quello che eravamo, e quindi ci buttiamo a capofitto nel peccato, lasciando che questo ci definisca invece di permettere a Cristo di inscrivere ancora una volta il suo nome sul nostro passato e di reclamarci come sua proprietà.

La disperazione di Maria la convinse che essendo caduta una volta non avrebbe più potuto tornare ad essere santa. Fuggì dal suo luogo sacro nel deserto e lo scambiò per un postribolo, dove visse come la peccatrice che era convinta di essere.

Nel frattempo, Abramo non sapeva nulla di quanto era accaduto, ma una notte ebbe la visione di un dragone che mangiava una colomba. Due giorni dopo vide lo stesso dragone con la pancia aperta. Si avvicinò per estrarre la colomba, miracolosamente intatta. Quando chiamò la nipote per raccontarle la sua visione e non ricevette risposta, Abramo si rese conto che era lei il soggetto della visione. Il diavolo l’aveva rapita, e tutto ciò che poteva fare in sua assenza era pregare per lei.
Una santa per chi ha amato Gesù ma poi si è allontanato

E pregò, per due anni. Alla fine ricevette la notizia che la sua dolce e pura Maria viveva come una prostituta. Se avesse saputo che suo zio aveva scoperto il suo stile di vita, Maria si sarebbe senz’altro aspettata che si mostrasse indignato, ma Abramo era un sacerdote cristiano e un padre spirituale; come il Buon Pastore, partì senza esitare un solo attimo, disposto a riportare a casa la pecorella smarrita.

Da decenni Abramo non si allontanava dal suo ritiro, ma si camuffò da soldato e iniziò il suo viaggio. Prese un appuntamento con Maria la prostituta, che non lo riconobbe fino a quando non iniziò a piangere e a supplicarla di tornare a casa. Commossa dalla forza del suo amore, Maria tornò al suo eremo e iniziò una vita di penitenza. Dopo tre anni, Dio riconobbe la sua conversione autentica (e diede dimostrazione della sua grande misericordia) concedendole il dono dei miracoli. Più che tornare semplicemente al suo stato originale di santità, Maria venne condotta attraverso la perversità per arrivare a una maggiore preghiera, a una maggiore virtù e a un maggior potere in Cristo.

Mentre parlava con Maria nel postribolo, Sant’Abramo le ricordò: “Non c’è niente di nuovo nel cadere durante la lotta; è rimanere a terra che è sbagliato”. Santa Maria di Edessa è una testimone potente di quello che Dio è in grado di fare quando gli offriamo il nostro peccato, e anche di ciò di cui siamo capaci noi quando non lo facciamo.

Chiediamo a Santa Maria di Edessa e a Sant’Abramo Kidunaia, la cui festa si celebra il 29 ottobre, di intercedere per tutti coloro che hanno amato Gesù ma hanno perso la retta via, perché abbiano il coraggio di confessare i propri peccati e di rinascere. Santa Maria di Edessa, prega per noi!

Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco come sarà l’aldilà e cosa si fa”

Papa Francesco teme un olocausto nucleare?

Ecco le regole di Sant’Ignazio per tenere lontano il diavolo dalla tua vita

Muore per 20 minuti, si sveglia all’improvviso e racconta di essere stato davanti a Gesù

Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di ogni confessione








Aleteia
Perché Gesù ha piegato il sudario che copriva il suo Volto nel sepolcro?


Isabelle Cousturie
Che cosa è accaduto a Jacob, 11 anni, morto pregando?


don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco come sarà l’aldilà e cosa si fa”


Paola Belletti/Aleteia Italia
A 11 anni una bambina può avere un rapporto sessuale consenziente con un uomo??


padre Gaetano Piccolo
Cosa simboleggiano le lampade, l’olio e la veglia nella parabola delle 10 vergini?

Yara e il suo demonio Allah

https://sptnkne.ws/hu4c shalom love universal brotherhood   (סרטון מוסיקלי רשמי) https://he.kingdomsalvation.org/videos/for-whom-man-should-...